NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 12 OTTOBRE 2016

ILARIO LAVARRA A PIOMBINO PRESENTA “21 AMERICHE”

Il vespista italiano Ilario Lavarra  che alcuni anni fa ha percorso 84 mila chilometri dall’Alaska alla Patagonia in Vespa, presenta il suo libro “21 Americhe” attraverso un tour italiano. Venerdì prossimo 14 ottobre sarà a Piombino  alle ore 21,00 a Palazzo Appiani dove parlerà della sua impresa descritta nel libro.

L’evento organizzato dal Vespa Club Piombino, presenta il libro che racconta l’ impresa lunga 18 mesi a bordo di una vespa anni ’70 “la corazzata” come la definisce lo stesso Autore. Lavarra trentenne milanese,  la scorsa estate si trovava nella nostra zona a bordo di una Vespa e conobbe casualmente un gruppo di centauri del vespa club Piombino lungo le strade di Sassetta.

La cittadinanza è invitata, l’ingresso è libero.

________________________________

SUVERETO PER IL “SI’ ” ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE

Un gruppo di cittadini suveretani, di varie realtà politiche e sociali, promuove un confronto aperto e sereno che respinge obiettivi diversi da quello di un giudizio sulla legge di riforma costituzionale in vista del prossimo referendum.

«Venerdì prossimo alle 21,15 al Ghibellino – inizia il comunicato – si terrà un’assemblea pubblica per la formazione di un apposito comitato. Ci unisce il sostegno al “Si” per non far ripiombare l’Italia in ulteriori decenni di tentennamenti, ma verso un’iniziativa politica più snella, veloce e responsabile, mentre l’attuale sistema non riesce a star dietro ad un mondo che cambia ogni giorno. Il lavoro è un problema universale, ma non si possono attrarre investimenti nel nostro paese se non si dice basta alla politica del “rinvio ad altre competenze”, che blocca tutto per anni, una burocrazia spaventosa e mai affrontata alla radice, una giustizia lenta…

E’ vero che le modiche alla Costituzione non risolveranno direttamente questi problemi, ma almeno toglieranno l’alibi delle procedure farraginose ad una classe politica spesso non all’altezza della situazione, col potere esecutivo condizionabile dal tornaconto di sparuti gruppetti elitari. Si dovrà anche ricreare un’universalità di diritti e doveri per tutti gli italiani, almeno i più rilevanti, e non disperdere in mille rivoli le risorse nazionali ed europee che spesso alimentano un malinteso regionalismo frutto di mera spartizione del potere.

Sosteniamo il “Si”  rispettando chi la pensa in modo diverso, ma la storia recente dimostra che un accordo fra  partiti e tecnici costituzionalisti è sempre fallito, a discapito di quel rinnovamento da tutti auspicato. Votando “No” si lascerà, per chissà quanto, le cose come stanno, con la  divisione totale esistente fra e all’interno dei tantissimi gruppi politici.

Come prima iniziativa è, quindi – concludono – convocata  una assemblea pubblica per venerdì 14 ottobre alle 21,15 al Ghibellino cui abbiamo invitato il professor Massimo Morisi, docente di Scienza politica  all’università di Firenze, a parlarci della riforma. Nell’occasione saranno raccolte le adesioni al comitato “Suvereto dice Si” per coordinare le attività in questo momento importante per lo sviluppo del paese».

_________________________________

FESTA DELLA CASTAGNA AD ARCIDOSSO

Dal 14 al 23 ottobre ad Arcidosso si terrà “La castagna in festa” con degustazioni e molte iniziative collaterali.

Il programma della manifestazione, voluta dalla Pro Loco di Arcidosso e dall’amministrazione comunale, si terrà nei due fine settimana d’ottobre e può essere consultato sul sito www.amiataautunno.it

_________________________________

PIOMBINO: FINANZIAMENTI REGIONALI PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ

Attraverso la partecipazione  un bando pubblico il Comune di Piombino ha ottenuto dalla Regione 71.317 euro per il rafforzamento e l’ampliamento dei servizi educativi dai 3 ai 36 mesi (Centro gioco, asili  ecc.).

L’obiettivo generale del finanziamento,  alla luce della crisi economica esistente, del calo delle nascite, della diminuzione delle iscrizioni e della conseguente perdita di capacità educativa territoriale, è quello di promuovere e sostenere l’offerta dei servizi educativi, valorizzando l’inclusione nel percorso educativo anche come azione di prevenzione e lotta alla povertà e al disagio.

In questo modo il contributo servirà a incentivare la frequenza dei bambini appartenenti a famiglie economiche in difficoltà, consentendone la frequenza gratuita. Servirà inoltre a coprire i costi del personale aggiuntivo conseguente all’aumento dei bambini iscritti.

“Attraverso questi interventi cerchiamo  di sostenere le famiglie per favorire l’accesso di un numero sempre più alto di bambini ai servizi educativi, in un’ottica di inclusione, di qualità sociale e di pari opportunità” afferma l’assessore all’Istruzione e alle politiche sociali Margherita Di Giorgi.

I nidi d’infanzia infatti, insieme al Centro educativo di via delle Medaglie d’Oro, sono servizi per la prima infanzia finalizzati al benessere del bambino e si caratterizzano per l’offerta di opportunità educative che favoriscono lo sviluppo delle sue potenzialità, in accordo e in appoggio alla famiglia.

Nei prossimi giorni sarà firmata la convenzione tra il Comune di Piombino e la Regione Toscana, necessaria all’erogazione del contributo.

_______________________

IL PIANO CAVE SECONDO IL CONSIGLIERE ANSELMI

Campiglia MArittima (LI) – Approvata la proposta di risoluzione PD collegata all’informativa della giunta sul documento preliminare al Piano regionale Cave. Il commento di Gianni Anselmi, presidente della commissione Sviluppo rurale e firmatario della risoluzione insieme al capogruppo Leonardo Marras e al presidente della I commissione Giacomo Bugliani.

“È iniziato oggi, con la comunicazione dell’assessore Ceccarelli, il percorso verso l’elaborazione e l’approvazione del Piano regionale delle Cave. Quello estrattivo è un settore rilevante nel sistema produttivo regionale anche per le sue relazioni con il comparto industriale; si tratta di governarlo avendo cura degli aspetti ambientali e di quelli occupazionali, delle sue interrelazioni con le opportunità offerte dall’economia circolare e dal governo dei flussi di materia, delle coerenze con le scelte strategiche dei territori. Condividiamo pienamente il contenuto dell’informativa della giunta, lavoreremo insieme per la costruzione del Piano mettendo a disposizione gli spazi della commissione per confrontarci con i soggetti istituzionali e le comunità locali interessati.

La complessità della Toscana passa anche dalla straordinaria convivenza di attività produttive che hanno forte impatto dal punto di vista paesaggistico con ambienti e qualità della vita che rendono unica la nostra regione, per questo, ribadisco, sarà importante nella scrittura del Piano porre attenzione alle coerenze con le scelte strategiche dei vari territori, oltreché dare forza alle produzioni cercando di creare valore aggiunto in Toscana”.

Il Piano regionale si colloca all’interno del quadro degli strumenti di programmazione e pianificazione della Regione e rappresenta uno strumento di pianificazione territoriale facente parte del Piano di Indirizzo Territoriale. Il Piano Cave è chiamato ad individuare i giacimenti in cui possono essere localizzate le aree a destinazione estrattiva, che costituiscono invarianti strutturali ai sensi della legge regionale in materia di governo del territorio, le prescrizioni dirette a garantire la gestione sostenibile della risorsa e le misure di salvaguardia.

I contenuti del Piano saranno sviluppati in coerenza con i contenuti del PIT e in armonia con i principi fondativi del modello territoriale toscano:

– il principio di non consumo del suolo;

– la promozione del patrimonio territoriale quale elemento di qualificazione delle filiere produttive;

– l’integrazione e la coerenza tra le politiche dello sviluppo economico-produttivo e quelle del territorio, dell’ambiente e del sociale nella localizzazione delle aree destinate ad attività industriali;

– la definizione di paesaggio come fattore di qualificazione e identità del modello di sviluppo toscano.

________________________________

PIOMBINO: QUINDICI PREMI PER IL CONCORSO “FAI SBOCCIARE IL TUO BALCONE”

Il 30 settembre scorso si è concluso il concorso “Fai sbocciare il tuo balcone”, promosso dal Comune di Piombino, assessorato ai lavori pubblici, con l’obiettivo di abbellire i balconi delle abitazioni e dei negozi, rendere Piombino più accogliente e incoraggiare la cultura del verde e del decoro. Il concorso prevedeva infatti che i balconi fossero manutenuti in perfetto ordine per tutta la durata del concorso, fino alla fine di settembre, pena la squalifica.

Il progetto, rivolto  agli abitanti della città e agli esercizi commerciali, era stato lanciato nel maggio scorso e ha visto la partecipazione di 23 cittadini, dei quali saranno premiati i primi 15.
La cerimonia di premiazione si svolgerà quindi mercoledì 19 ottobre alle 17,30 al Centro Giovani in viale della Resistenza, 4 alla presenza dell’assessore al decoro urbano Claudio Capuano.

Per i primi cinque premi ex aequo, la vincita sarà di di 250 euro (una cifra commisurata all’importo medio della Tari pro-capite del 2015); per gli altri cinque secondi premi, sempre ex aequo, la cifra  sarà di 125 euro, per i terzi, dall’11° al 15° posto, ci sarà un bouquet floreale offerto dai fioristi e vivaisti convenzionati.

I vincitori sono Stefania Ballini via L. Da Vinci 30; Alessandro Benucci, corso Italia 189; Giampiero Biasci via Plinio Nomellini 11; Lisa Canneri via G. Garibaldi 44; Michele Canneri corso italia 152; Graziella Di Domenico Corso Italia n°53;  Riva Galligani via G. Garibaldi 9; Elio Magagnini via M. Casalini 3; Eleonora Montonetti, via Montecristo 7; Valeria Peccianti piazza Antonio Gramsci 7; Leo Pratesi via G. Galilei 25; Marzia Vitiello via N. Copernico 14; Natalino Palladino via G. Tellini 12; Grazia Sainati via Torino 24; Doriana Spagnoli via Salivoli 35.
Le adesioni, pur arrivando soprattutto dal centro città, hanno coperto comunque diversi quartieri e sono state piuttosto diffuse.

Le decorazioni sono state valutate sulla base di alcuni parametri, tra i quali  l’estetica d’insieme, la qualità, l’originalità delle piante scelte e l’ efficienza della manutenzione.

“E’ una partenza interessante – afferma l’assessore ai lavori pubblici Claudio Capuano – considerato che si tratta della 1° edizione e che il concorso presuppone comunque l’impegno di mantenere i balconi in ottime condizioni per un periodo piuttosto lungo. Questa prima esperienza ci sarà utile per valutare le caratteristiche delle prossime edizioni. L’obiettivo è infatti quello di continuare nei prossimi anni per estendere e consolidare quella che potrebbe diventare una buona pratica.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.10.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 14 ore, 8 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it