GELICHI: MA PERCHE’ QUESTO SCONTRO SU AFERPI?

Riccardo Gelichi

Riccardo Gelichi

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Riccardo Gelichi.

«Non capiamo questo aspro scontro politico rispetto alla firma di Aferpi, che riteniamo un passo avanti, ma anche un atto dovuto. Quindi è bene essere contenti anche se non capiamo il dileggio, atteggiamento attribuibile più alle tifoserie che agli organismi istituzionali e ai vertici politici.

Certamente non aiuta il fatto che sia ormai un mese da quando abbiamo richiesto una commissione chiarificatrice rispetto all’andamento delle istruttorie relative allo sviluppo industriale, portuale e bonifiche e, ancora aspettiamo. Quando il Sindaco Giuliani auspica unità d’intenti su queste questioni, dovrebbe preoccuparsi che le opposizioni fossero prima di tutto informate. Dalle ultime notizie relative alla relazione del Commissario Nardi il quadro generale si rivela complesso e lungo, più verosimile rispetto alle percezioni.

Al momento l’unica cosa che funziona veramente sono gli ammortizzatori sociali del Governo, quel Governo che attraverso dichiarazioni assolutorie, pare siano tutti pronti a mettere in croce se qualcosa andasse storto; è come se gli enti locali fossero seduti dentro un’auto, ma si chiedesse di pilotarla con il telecomando a distanza. La politica del territorio ha fatto una scelta precisa, la solita di sempre, cioè di mettere tutto il destino di una città nelle mani di un unico proprietario, mentre Ascolta Piombino ha inutilmente proposto la diversificazione delle economie e dei soggetti imprenditoriali; anche l’atto di volontà di una parte politica del PD che produsse un nuovo atto di indirizzo, sembra naufragato.

La chiarezza darebbe forza e coesione, quindi perché evitare gli incontri tecnici ?  Ad esempio, la  regia comunale potrebbe anche darci qualche indicazione in più sugli smantellamenti e le bonifiche. E l’Enel, se è dismessa, perché non si bonifica liberando aree importanti ? Se non ora, quando ? Ci servirebbero caldamente – conclude Gelichi – risposte certe e non rombi di grancassa, poi fate un po’ voi».

Riccardo Gelichi
Portavoce Lista Civica Ascolta Piombino

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.5.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “GELICHI: MA PERCHE’ QUESTO SCONTRO SU AFERPI?”

  1. Ciuco nero

    Lo sconto tra pd e resto del mondo sulla questione aferpi è molto semplice. Il pd parla della vicenda come una cosa superata e positiva,si auto proclama Salvatore della situazione e critica o mette a tacere chi fa domande scomode.se poi mettiamo in conto che la dirigenza che x anni ha devastato lo stabilimento riducendolo ad un ammasso obsoleto di ruggine invece di puntare su tecnologie diverse è stata messa lì dal partito…si capisce perché c’è uno scontro politico sulla questione aferpi.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 28 giorni, 17 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it