AFERPI: NUOVO ARTICOLO DEL “SOLE 24H”, LA DIFESA ARRIVA DAL SINDACO

L'ingresso ad Ischia di Crociano

L’ingresso ad Ischia di Crociano

Piombino (LI) – Nuovo articolo sul Sole 24H sul gruppo Cevital e sul suo leader, (che potete leggere integralmente a questo indirizzo) e che senza mezzi termini mostra grande preoccupazione per quello che viene chiamato il “Modello Piombino”.

«Il primo campanello di allarme – inizia il “sole 24H” è suonato a novembre con la “Quinta relazione” del Commissario straordinario Giampiero Nardi, il quale ha spiegato che «i primi mesi del 2016 si prospettano assai critici sul piano della gestione corrente sia industriale sia finanziaria», manifestando preoccupazione per la debolezza delle «competenze manageriali siderurgiche» di Aferpi, la società costituita da Rebrab dalle ceneri della ex Lucchini».

E conclude: «Ora comunque l’imprenditore algerino non ha scelta: deve trovare i soldi per far andare avanti i laminatoi. Altrimenti salta tutto. Difficilmente i fondi potranno venire dalla vendita in Brasile dei vecchi impianti Lucchini. Quindi Rebrab sarà costretto a usare fondi già fuori dall’Algeria. A Il Sole 24 Ore risulta che si sia impegnato a farlo. Ma non serviranno a procedere con i nuovi investimenti bensì a finanziare il circolante».

Per approfondire oltre all’articolo del Sole potete leggere anche questi altri:
http://www.quinewsvaldicornia.it/piombino-aferpi-il-sindaco-giuliani-incontra-i-sindacati.htm
http://www.greenreport.it/news/economia-ecologica/piombino-rimateria-alternativa-risanamento-lasciare-cose-come-stanno/
http://www.stileliberonews.org/il-mistero-del-masterplan-di-aferpi-esiste-e-no/

Anche perché stranamente le difese dell’impresa algerina non le prende il suo ufficio stampa, ma il sindaco della città Massimo Giuliani che commenta dicendo che «Le affermazioni apparse su il Sole 24 Ore sono un attacco ad uno dei progetti più rilevanti per la rinascita della nostra città».

Riportiamo integralmente l’intervento del Sindaco.

____________________________

Giuliani: “Attacco ad uno dei progetti più rilevanti per la rinascita della nostra città”

Rebrab con il Sindaco Giuliani

Rebrab con il Sindaco Giuliani

“Le esternazioni contenuti su il Sole 24 Ore in merito al gruppo Cevital e al suo piano industriale – un piano presentato alle istituzioni e oggetto di ritardi – sono gravi perché vogliono insinuare una mancanza di solidità e volontà di investimento da parte di un gruppo industriale che, come si può evincere da numerose testate giornalistiche, è uno dei soggetti imprenditoriali di grande rilievo in Algeria e in Africa ed ha continuato negli ultimi anni e in special modo in questi mesi un’attività di febbrili investimenti sia nel continente europeo che in quello sudamericano e, in ultimo, di nuovo nel paese di origine”.

“E’ evidente che qualcosa sia cambiato nell’assetto politico industriale interno al paese algerino; tuttavia rileviamo anche una serie di azioni del gruppo Cevital tese a ritrovare quell’equilibrio necessario per garantire migliaia di posti di lavoro sia in patria che all’estero”.

Così il sindaco di Piombino Massimo Giuliani ha risposto alle affermazioni apparse oggi sul quotidiano di Confindustria.

 

“Le tempistiche e i ritardi dell’investimento che non abbiamo mai mancato di ricordare ad Aferpi – ha proseguito il primo cittadino – sono gli stessi che spesso rivolgiamo a coloro che invece in questi mesi hanno mosso solamente critiche al rilancio della siderurgia locale e più in generale del sistema industriale piombinese senza indicare valide alternative”.

 

“Noi non siamo i difensori di ufficio di nessuno – ha sottolineato Giuliani – ma non vogliamo vedere messo in discussione un lavoro certosino e quotidiano svolto per creare le migliori opportunità possibili ai soggetti investitori interessati e garantire lavoro, diversificazione e sviluppo nel medio e lungo periodo”.

“In questa logica sono stati firmati due accordi di programma, la Regione e l’Autorità Portuale si sono impegnate nel completamento di un’infrastruttura importante come il nostro porto, stiamo approfondendo gli impegni del Governo per il completamento della SS398 ed è stato sottoscritto il Prri. Queste sono basi concrete per stimolare un processo di reindustrializzazione dell’area di crisi complessa di Piombino e avere una visione del futuro di tutto il comprensorio”.

 

“Un processo – ha continuato Giuliani – messo in moto con coraggio dalla passata amministrazione e perseguito con la stessa determinazione nel corso del mio mandato. Mai il governo locale ha fatto mancare il dialogo con i livelli istituzionali, sindacali, la Port Autority e i vari soggetti imprenditoriali che hanno manifestato o confermato la loro volontà di investire nella nostra città. Con l’attuale management Aferpi, che sta operando con professionalità e efficacia, sono stati attivati diversi tavoli per favorire l’ implementazione del suo piano industriale”.

 

“Per questi motivi – ha concluso il sindaco – questa città pretende rispetto. Un rispetto dovuto sia per la nostra storia industriale che per l’esempio che lavoratori e organizzazioni sindacali hanno dato e stanno dando a tutti noi con i loro sacrifici in vista della realizzazione uno dei progetti di investimento di grande portata per Piombino”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.2.2016. Registrato sotto Economia, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “AFERPI: NUOVO ARTICOLO DEL “SOLE 24H”, LA DIFESA ARRIVA DAL SINDACO”

  1. Ciuco nero

    Giuliani giuliani….caro il mi sindaco…

  2. oriundo cotonese

    Bello il mi’ Giuliani, chiede rispetto per Piombino…ma lo sa che a Piombino, oltre alle varie etnie sempre più presenti, c’è rimasto qualche piombinese che si è lautamente guadagnato il diritto di ricevere verità, dignità di vita e rispetto al di là delle bandiere politiche? Mi piacerebbe ci fossero le elezioni domani mattina per vedere se cambia qualcosa………..poveri brodi.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 22 giorni, 11 ore, 3 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it