NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 GENNAIO 2016

SAN VINCENZO: NON E’ VERO CHE SI SPOSTA LA BIBLIOTECA

In merito all’articolo pubblicato in data odierna dal quotidiano “Il Tirreno”, relativo al trasloco della Biblioteca Comunale nei locali della Torre, l’Amministrazione Comunale intende precisare quanto segue.

Non esistono documenti dai quali sia possibile desumere quanto affermato all’interno dell’articolo, ovvero che entro il prossimo mese di aprile la Biblioteca sarà trasferita all’interno dei locali della Torre.

È vero che l’Amministrazione Comunale sta procedendo con il progetto per la riqualificazione del palazzo comunale, e la conseguente ridistribuzione degli spazi destinati agli uffici, ma al momento non è stata presa nessuna decisione, tantomeno ufficiale, di spostare la Biblioteca, o qualsiasi altro servizio, all’interno della Torre.

Nel modificare gli attuali assetti degli uffici e servizi comunali saranno tenuti in considerazione tutti gli aspetti più importanti, nell’ottica di fornire il miglior servizio alla cittadinanza e mantenere, se non addirittura ampliare, gli spazi destinati alla cultura.

__________________________

SAN VINCENZO: GESTITE DIRETTAMENTE DAL COMUNE L’IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ E LA TARI

L’Amministrazione Comunale comunica che, dal 1 gennaio 2016, l’imposta sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni sono gestiti direttamente dall’Ufficio Entrate del Comune, contattabile al numero 0565/707250-fax 0565/707299 oppure vai email all’indirizzo g.cardone@comune.sanvincenzo.li.it, PEC comunesanvincenzo@postacert.toscana.it.

Il pagamento dei diritti  può essere effettuato sul conto corrente postale n. 1013538531 intestato a COMUNE DI SAN VINCENZO – SERVIZIO TESORERIA, alla Tesoreria Comunale presso la Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci – Agenzia di San Vincenzo oppure direttamente presso l’Ufficio Entrate tramite POS.

Dal 1 gennaio, inoltre, è gestito direttamente dall’Ufficio Entrate anche il pagamento della TARI. Per informazioni, per nuove iscrizioni, variazioni o cessazioni delle utenze, può essere contattato l’Ufficio Entrate ai seguenti recapiti: 0565/707223-707258 – Fax 0565/707299 email: d.alletto@comune.sanvincenzo.li.it oppure m.profeti@comune.sanvincenzo.li.it

______________________________

FLAUTO E PIANOFORTE AL MUSEO ARCHEOLOGICO PER IL SECONDO CONCERTO DELLE “DOMENICHE IN MUSICA”

Domenica 10 gennaio alle 16,30 secondo appuntamento con la rassegna “Domeniche in musica”, organizzato dal Comune di Piombino e dall’associazione culturale “Etruria Classica” presso il museo archeologico di Cittadella.

Si esibiranno Francesca Bruno al flauto e Marianna Tongiorgi al pianoforte con un programma che prevede l’esecuzione della Sonata in Si minore BWV 1030di J.S. Bach, la Romanza op. 37 di C. Saint Saens; la Fantasia pastorale ungherese di F. Doppler e la Sonata op. 167 “Undine” di  C. Reinecke.

Francesca Bruno, nata nel 1995, si è diplomata col massimo dei voti e la lode presso il conservatorio “L. Refice” di Frosinone nel 2012 all’età di 17 anni; si è formata frequentando anche Masterclass con i M° Persichilli, Oliva, Formisano, e, in occasione di “Flautissimo” 2013, è stata selezionata per la master class pubblica del M° Philippe Bernold e nel 2014 per quella del M° Silvia Careddu. Nel 2007 è stata ammessa all’Orchestra Giovanile del Teatro dell’Opera di Roma. Dal 2010 ha fatto parte, per due anni, dei primi flauti della Juniorchestra dell’Accademia di S. Cecilia, presso la quale si è esibita anche come solista.

Nel 2011 è stata ammessa a frequentare il corso annuale di Alta Formazione “I fiati” presso l’Accademia di S. Cecilia con il M° Andrea Oliva, venendo riconfermata anche per il corso 2012/2013. Dal 2012 fa parte dell’Orchestra Giovanile di Roma, con la quale si è esibita anche come solista eseguendo la “Ballade “ di Reinecke.Attualmente prosegue la sua formazione, presso il Conservatorio di Lugano, nella classe del M°Andrea Oliva.

Marianna Tongiorgi, nata a Piombino nel 1993, si è diplomata nel 2011 con la votazione di dieci e lode sotto la guida del M° Alessandro Gagliardi e del M° Daniel Rivera presso l’Istituto “P. Mascagni” di Livorno. Ha al suo attivo importanti affermazioni in concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Conseguito il diploma di Corso Superiore presso la Schola Cantorum di Parigi sotto la guida di Marcella Crudeli, attualmente studia all’ Accademia Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola con Ingrid Fliter. Di recente ha iniziato a frequentare, presso la stessa Accademia, i corsi di Musica da camera del M° Nazareno Carusi.

Il concerto è a pagamento al costo di 4 euro.

___________________________

SASSETTA: RIMBIANCATA PROVVIDENZIALE DELLA PALESTRA

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle di Sassetta.

Il giorno successivo la pubblicazione del nostro articolo sulle malsane condizioni della palestra di Sassetta, il Comune ha provveduto a fare pulizie straordinarie e a dare un’imbiancata alla stessa (la differenza si può notare nelle foto). Tale “coincidenza”, ha comunque fatto si che i bambini delle scuole del paese e i fruitori delle attività sportivo-ricreative che la frequentano, possano operare in un ambiente ritornato temporaneamente “decente”.

Ovviamente, senza un intervento “strutturale” (un cappotto di rivestimento che impedisca l’infiltrazione dell’umidità all’interno, oppure uno scannafosso esterno adeguato o altro) il problema delle muffe si ripresenterà molto presto e noi lo segnaleremo nuovamente. Il nostro non è spirito polemico fine a se stesso, come insinuato da chi fa coincidere il “bene” del paese anche con le “mancanze” dell’amministrazione.

Sottacere ed avallare di fatto, anche situazioni di manifesta incuria tipo questa, non riteniamo sia una buona cosa per Sassetta. Comunque sia, questo non vogliono ne’ meritano quei sassetani che civilmente ci hanno segnalato il caso.

Meetup Sassetta/San Vincenzo

_____________________________

PIOMBINO: NUOVA ACQUISIZIONE PER L’ARCHIVIO STORICO DELLA CITTÀ

L’archivio storico della città si arricchisce di un nuovo fondo documentario, donato dal professor Michele Lungonelli, docente di storia economica presso l’Università degli studi di Firenze dal 1976 al 2014 con un forte legame con Piombino per gli studi compiuti sul territorio. In particolare Lungonelli si è dedicato per anni ad approfondire il processo d’industrializzazione in Toscana nei secoli XIX-XX con particolare attenzione per i settori siderurgico (comprensorio elbano piombinese), tessile (distretto laniero pratese) ed energetico (origini e sviluppo della geotermia nell’area di Larderello). Fondamentale rimane la sua pubblicazione sulla storia della Magona d’italia, dal 1865 al 1975, edito da Feltrinelli.

Il fondo librario, che va ad arricchire il patrimonio documentario e archivistico conservato presso la Casa delle Bifore, consiste in 8 cartoni (4 contenenti carte d’archivio, pubblicazioni, fotografie e cassette VHS sulla Magona d’Italia, sull’ILVA, in particolare sullo stabilimento di Portoferraio e sulle miniere di ferro dell’Elba e 4 contenenti libri sull’attività estrattiva e sulle lavorazioni siderurgiche sia in Italia che in campo internazionale). Un patrimonio di grande rilievo dunque che verrà messo a disposizione dei ricercatori e di tutti coloro che vorranno approfondire la conoscenza di Piombino sotto questo punto di vista.

L’archivio storico della Città  nel tempo ha visto l’incremento del patrimonio attraverso donazioni e depositi documentari di rilievo, un patrimonio ampio e articolato tipologicamente, in grado di fare luce sulle vicende e i sorprendenti mutamenti di una parte della Maremma che, grazie alla posizione strategica sul Mediterraneo e alle sue ambite risorse di ferro, ospitò importanti insediamenti umani, come quelli etruschi, conservò una autonomia statuale per secoli, fu territorio satellite privilegiato dell’impero francese durante il governo di Elisa Bonaparte Baciocchi, vide il nascere della grande avventura industriale alla fine del XIX secolo.

Attualmente la Casa delle Bifore conserva l’archivio del Comune di Piombino, con documentazione a partire dal XV secolo, l’archivio dell’Ospedale Civile di Piombino, il fondo di Romualdo Cardarelli, con le carte di studio del ricercatore maremmano e della preziosa biblioteca di 4000 volumi circa, contenenti  edizioni rari, cinquecentine, libri antichi,un fondo iconografico che va dal 1583 al 1980; l’archivio fotografico delle Acciaierie di Piombino, il fondo Bartalini-Zannellini-Gaggero, il Fondo Tognarini, la collezione di cartoline di Valerio Guerrieri, la collezione fotografica di Luigi Magnani, l’archivio della Camera del Lavoro di Piombino.

_________________________

SPETTACOLO TEATRALE LUNEDÌ 11 GENNAIO AL TEATRO METROPOLITAN PIOMBINO

Arriva al Metropolitan di Piombino il grande successo La scuola, una commedia che ha fatto epoca e che fotografa un mondo scolastico in costante difficoltà, adesso come negli anni novanta.

Nato come spettacolo teatrale nel 1992, allora col titolo Sottobanco, dai testi dello scrittore/maestro Domenico Starnone, e con la regia del pluripremiato Daniele Luchetti, poi film di successo (Miglior film nel 1995 ai David di Donatello), adesso torna nuovamente a teatro con gran parte dello storico cast ed una nuova arrivata eccellente, la bravissima Marina Massironi.
Uno spettacolo divertente, che ci porta dentro agli scrutini finali della classe IV A, dove si scontrano due modi opposti di intendere il mestiere dell’insegnante; da un lato il prof. Cozzolino (l’ottimo Silvio Orlando), insegnante di lettere idealista e appassionato, e la professoressa Baccalauro (Marina Massironi), sempre dalla parte dei ragazzi; dall’altro il reazionario prof. Mortillaro, convinto che “c’è chi è nato per zappare”, e il doppiolavorista Cirotta, interessato solo a corteggiare le ragazze.

A dirigere il tutto, un preside disilluso, che pensa solo alle sue velleità poetiche. Fra una diatriba didattica e l’altra, si insinua la vita, con le sue frustrazioni quotidiane e amori che nascono e muoiono secondo il ciclo dell’anno scolastico e dell’orario di lezione.
Uno spettacolo che è pura commedia; le tinte fosche e dolorose che in alcuni momenti animavano il film lasciano il campo a una leggerezza che non nasconde l’importanza dei temi in discussione.
 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.1.2016. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 16 giorni, 16 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it