SAT «FACCIAMO MEZZA AUTOSTRADA», MA I COMITATI INSORGONO

La scritta "no Toll" non c'è più a Rosignano.. ora si paga.In base a quanto riportato dal quotidiano La Repubblica di oggi siamo ad una svolta (per molti aspetti comica dopo anni e anni di “certezze” puntualmente fallite, ndr.) per l’accordo tra Governo e Sat sull’autostrada Tirrenica: la novità emersa è piuttosto significativa: nell’incontro con SAT si è convenuto di realizzare da Grosseto Sud a Tarquinia l’autostrada, sulla quale si pagherà pedaggio, mentre tra Grosseto sud e Rosignano rimarrà la variante l’Aurelia che sarà sistemata e adeguata. La bretella per il porto di Piombino, la SS398 cade nuovamente in un imbarazzante limbo che entro un mese Sat deve sciogliere presentando al governo il crono programma dei lavori, che stabilisca tempi totali e step successivi. 

Certo è che quest’ipotesi di accordo raggiunto a Palazzo Chigi arriva proprio alla vigilia della manifestazione organizzata da tempo dai “No Sat” per domenica 26 ottobre. In piazza Dante a Grosseto, confluiranno le carovane che arriveranno nel capoluogo maremmano, sia da Civitavecchia che da Livorno per ribadire il concetto nella terza “No Sat Day”.

Oltre alle associazioni ambientaliste scenderanno in piazza anche i partiti politici, con Movimento 5 Stelle, Rifondazione Comunista, Pd con area Civati e Sel in prima fila, con tanto di parlamentari a sostegno. Proprio da Sel, attraverso le parole del coordinatore provinciale Marco Sabatini, arriva la prima presa di posizione sui nuovi sviluppi della vicenda: «Questa è un assoluta provocazione. Non so se ci sia più da ridere o da piangere. L’idea di mezza autostrada con a il pedaggio più elevato d’Europa a sud di Grosseto è folle. E’ un progetto che cambia continuamente pur di compiacere un soggetto privato. Certo è che anche stavolta faremo sentire la nostra voce e la manifestazione del 26 ottobre diventa ancor più necessaria».

«La notizia riportata su vari quotidiani della revisione dei progetti Sat  e su nuovi indirizzi governativi che rimettono in discussione il pedaggio di una parte dell’Aurelia e il progetto a sud di Grosseto – commenta Legambiente Val di Cornia –  ci rafforzano nella nostra convinzione che tutto questo affare non sta in piedi economicamente e soprattutto socialmente. Lo stesso fatto che la notizia non è ufficiale e viene fatta trapelare poco prima della manifestazione No Sat di domenica è significativo. In questo modo si cerca di depotenziare la partecipazione alla carovana che raggiungerà Grosseto, salvo poi, dopo, far seguire smentite e precisazioni. Il metodo è sostanza.

Legambiente ribadisce le richieste sottoscritte dalla coalizione di comitati, movimenti, forze politiche e numerose associazioni: No Autostrada Tirrenica, Aurelia pubblica e sicura, alla mobilità integrata attraverso lo sviluppo dell’asse ferroviario tirrenico e della navigazione di cabotaggio. Ritirare definitivamente il progetto autostradale, impedire l’assoggettamento a pedaggio, non elargire fondi pubblici a SAT Spa.

Inoltre – continua Legambiente Val di Cornia –  bisogna aprire un tavolo di confronto con i sindaci, le organizzazioni (comitati, associazioni, forze politiche) e i cittadini delle comunità interessate finalizzato ad, ammodernare e mettere in sicurezza (per i volumi di traffico attuali e quelli stimati futuri) la SS 1 Aurelia a sud di Grosseto mantenendola pubblica e gratuita, e a sviluppare un progetto di mobilità integrata nel Corridoio Tirrenico, in linea con le mutate condizioni dello sviluppo, quale direttrice costiera di collegamento longitudinale del Paese; un progetto basato sull’uso di tutti i vettori di trasporto, dal ferroviario alla navigazione di cabotaggio».

__________________________

Per chi vuole partecipare al 3° NO SAT DAY:

Piombino: Concentramento delle auto sul piazzale davanti all’ex Fiat, prima del Mc Donald ORE 12. Tragitto: Viale Unità d’Italia – Viale della Repubblica – Via Lombroso – Pzza Gramsci – Via Pisacane – Viale della Resistenza.

San Vincenzo: il ritrovo per chi volesse aderire sarà Aurelia Nord, entrata variante Nord, distributore Esso, h 10.40. La carovana attraverserà la città da Via Aurelia Nord, passando per Via Beatrice Alliata , quindi davanti il palazzo Comunale, proseguendo per Corso Italia, via Roma fino ad uscire sulla SP39, vecchia Aurelia, per continuare per Venturina, dove altre auto si aggiungeranno al corteo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.10.2014. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 21 giorni, 23 ore, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it