NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 4 SETTEMBRE 2014

WALTER GASPERINI: «IL CARBONE È ARGOMENTO VECCHIO E INQUINANTE»

Suvereto (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato dell’ex sindaco di Suvereto Walter Gasperini relativo a un’ipotetica centrale elettrica a carbone.

«Il confronto sulla ipotesi di centrale elettrica a carbone torna alla ribalta sostenuto anche dal Presidente della Regione Rossi e dal Sindaco di Piombino Giuliani ‒ inizia Gasperini ‒. Si parla di salute al primo posto come condizione per dire sì ad una ipotesi costruttiva, comunque da confrontare con i cittadini. A prima vista l’approccio sembrerebbe positivo, ma dal mio modesto punto di vista non è così, anzi è ancora rivolto indietro e non propone niente di livelli avanzati sul governo del territorio e della sua economia.

Di fatto ‒ continua l’ex Sindaco ‒ si continua a prendere l’economia come un carciofo, una foglia alla volta, trascurando in maniera colpevole che se vogliamo guardare avanti e ad una economia che sia davvero non inquinante e sostenibile dal punto di vista ambientale, dobbiamo avere la capacità di convocare un tavolo programmatico importante che coinvolga l’area, minimo la Val di Cornia, meglio anche con l’Isola d’Elba e le Colline Metallifere, per confrontare una programmazione del futuro che sappia individuare tutte le risorse presenti e utilizzabili, per una nuova economia diversificata e che esalti il valore ambientale delle celte che possiamo mettere in campo.

Il carbone, mi sia permesso, lo considero argomento vecchio e nonostante nuove tecnologie dichiarate, lo ritengo fonte di inquinamento che dobbiamo fare di tutto per evitarlo. Comunque, se la mia tesi fosse malauguratamente in minoranza, vorrei ricordare che la eventuale decisione non spetta solo al Comune di Piombino, ma a tutto il territorio, vorrei ricordare che negli anni Ottanta al momento delle riflessioni e studi sulla proposta del carbone a Torre del sale, gli specialisti ci comunicarono che l’inquinamento possibile sarebbe iniziato da circa quindici chilometri di distanza dalla centrale, perché il pennacchio (la punta delle ciminiere di scarico fumi) sarebbe stato trasportato dal vento per depositarlo a terra non prima di quella distanza. È quindi ovvia la necessità di coinvolgimento degli altri comuni, ma è anche coerenza sulla teoria di una sovra-comunalità che da troppo tempo è decantata, ma pochissimo attuata ‒ conclude Gasperini».

Walter Gasperini

______________________

CONTRIBUTI AFFITTI E CASE ERP: RICORSO ENTRO L’8 SETTEMBRE

Piombino (LI) – Pubblicata nei giorni scorsi la graduatoria provvisoria per l’assegnazione dei contributi a integrazione dei canoni di affitto per il 2014. Il ricorso potrà essere presentato entro l’8 settembre. Sono 400 le domande presentate, in aumento rispetto all’anno passato, di cui 378 ammesse fino ad oggi. Di queste 308 sono in fascia A e 70 in fascia B, 10 sono state escluse per mancanza di requisiti e 12 sono al momento sospese per mancata documentazione.

La fascia A, che ha priorità in graduatoria, è costituita da quelle famiglie i cui redditi (dichiarazione redditi 2013) siano uguali o inferiori all’importo corrispondente a due pensioni minime Inps 2013, e cioè pari a € 12.881,18 euro, e con una incidenza del canone non inferiore al 14% sul reddito. Nella fascia B rientrano le famiglie con valore ISE compreso tra 12.881,18 e 28.111,05 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone non risulti inferiore al 24%. In questo caso il valore ISEE non deve essere superiore a 15.320,00 euro.

Su questa misura nel 2013 sono stati erogati complessivamente 301.175 euro di cui 163.175 assegnati dalla Regione, 138.000 dal Comune di Piombino attraverso anche un contributo di 56.000 euro del Fondo Solidarietà della  Società della Salute. Il finanziamento complessivo ha permesso di soddisfare le richieste di 181 cittadini tutti collocati in fascia A su un totale di 347.

Il contributo erogato non potrà superare i 3.100 euro per i richiedenti in fascia A e di 2.325 euro per quelli inseriti in fascia B, con possibilità di una riduzione per soddisfare il maggior numero di richieste. Ancora non si conosce l’importo complessivo che verrà messo a disposizione nel 2014 né quello assegnato al Comune di Piombino dalla Regione Toscana. Sempre nel campo delle politiche abitative, il Comune ha pubblicato recentemente le graduatorie definitive relative all’assegnazione degli alloggi Erp, di edilizia pubblica. Le domande in tutto sono state 317, di cui 289 ammesse in graduatoria.

Attualmente gli alloggi gestiti da Casalp di proprietà del Comune sono 866, di cui 33 non ancora assegnati perché in manutenzione straordinaria (17) e i restanti 16 sono già assegnati ma in attesa di consegna.  Prossimamente saranno disponibili anche i 60 alloggi costruiti in via della Pace nell’ambito del Contratto di quartiere II. Le graduatorie sono consultabili presso il sito internet del Comune di Piombino www.comune.piombino.li.it e presso l’Ufficio Politiche Sociali nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00 e presso l’URP del Comune di Piombino tutte le mattine dal lunedì al venerdì. Info: tel. 0565-63388; 0565-63319; Urp 0565-63274 .

______________________

CXC: «DUBBI PER LE PROMESSE DI BARTALESI»

Campiglia M.ma (LI) – Il Comitato per Campiglia auspica che l’amministrazione comunale inizi una vera politicasovra comunale. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«In un articolo apparso sulla stampa il 26 agosto scorso ‒ inizia il Comitato per Campiglia ‒, abbiamo letto che il sig. Vito Bartalesi, assessore all’urbanistica di Campiglia Marittima, sostiene che “Occorre ricostituire l’ufficio di piano, rinnovare e innovare gli strumenti”. Non si può essere che d’accordo con un progetto che prevede la ricostituzione della pianificazione urbanistica a livello sovracomunale, la rivisitazione dei regolamenti edilizi, anch’essi possibilmente a livello sovracomunale, la semplificazione delle procedure amministrative; il tutto con il metodo della consultazione e partecipazione delle categorie e dei cittadini.

Non possiamo però non preoccuparci quando leggiamo che ‒ continua CxC ‒, secondo Bartalesi, “Il Comune è da sempre uno dei più convinti sostenitori della sovracomunalità e della partecipazione”. Il Comune di Campiglia Marittima si è invece sempre distinto per la sua ritrosia a rendere gli atti trasparenti e accessibili a tutti, come la storia del Comitato per Campiglia può testimoniare, e ha sempre dimostrato una sua particolarissima interpretazione della informazione e partecipazione della quale l’esempio più fulgido è stato il percorso inutile e inconsistente in occasione del Regolamento Urbanistico. Per quanto riguarda la sovracomunalità ricordiamo che Campiglia Marittima (13.000 abitanti) l’ha intesa solo come annessione del Comune di Suvereto (3.000 abitanti).

Quindi il Comitato, condividendo le intenzioni espresse dal nuovo Assessore, auspica che la semplificazione e innovazione non siano da intendere come quelle del progetto di nuova legge del ministro Lupi, che il governo propone e che di fatto sancisce che l’urbanistica e la gestione del territorio non sarà più fatta  dai rappresentanti dei cittadini, in un quadro di tutela e sviluppo dei loro diritti e doveri e incentrata su “il rispetto del delicato equilibrio ambientale”, ma sarà tutta demandata ai proprietari di aree, edifici, cave, ecc. in una ottica di semplice e sola massima rendita economica ‒ conclude il Comitato».

Comitato per Campiglia, Alberto Primi

_____________________

M5S CAMPIGLIA: «UNITI E ASCIUTTI PER LA LOTTA ALLA SLA»

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle campigliese ringrazia la direzione de “Il Calidario” per l’invito all’ice bucket challenge di gruppo e scrive come procederà per fare beneficenza. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Noi ‒ iniziano i pentastellati ‒ saremo presenti sabato mattina alle 11.30 con in mano il bonifico devoluto dal nostro gruppo a favore della ricerca per la lotta alla SLA. Anticipiamo che non parteciperemo altresì alla secchiata d’acqua, perché crediamo che il modo migliore per sostenere le seimila famiglie in Italia, le quali hanno subito una vera doccia gelata vivendo in prima persona questa terribile malattia, sia contribuire in maniera sobria e composta alla raccolta fondi per la ricerca.

Non cerchiamo visibilità ‒ continua il Movimento ‒ e non vogliamo speculare con un “selfie di gruppo” sul dramma di queste famiglie, ma anzi rilanciamo l’iniziativa rivolgendoci a tutte le forze politiche della Val di Cornia chiedendo di devolvere parte del finanziamento pubblico percepito illecitamente in questi anni e dei gettoni di presenza, perché crediamo che gesti come questo possano fare bene a tutta la comunità.

Noi lo faremo in totale autofinanziamento, avendo rinunciato a qualsiasi tipo di finanziamento pubblico e ai gettoni di presenza. Inoltre sarebbe bello istituire un tavolo di lavoro per la Val di Cornia al fine di monitorare, discutere e migliorare l’assistenza per i malati non autosufficienti, perché crediamo che i problemi vadano risolti insieme tramite volontà e impegno ‒ concludono i 5 Stelle».

Movimento 5 Stelle

_______________________

G… ASTRONOMIA A PIANOSA

Isola di Pianosa – Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano insieme al Comune di Campo nell’Elba e all’Amministrazione Penitenziaria di Porto Azzurro, con la collaborazione  di alcuni volontari, ha organizzato per domenica 7 settembre  la seconda  escursione serale a Pianosa, una iniziativa culturale ed enogastronomica volta alla valorizzazione del lavoro dei detenuti di Pianosa di Porto Azzurro e di Gorgona.

L’accordo tra il  Ministero della Giustizia e il Ministero dell’ Ambiente per far lavorare i detenuti nei parchi ha prodotto tra Comune di Campo nell’Elba, Parco e Carcere di Porto Azzurro una positiva sinergia che ha messo a frutto l’attività lavorativa dei detenuti in regime di semilibertà. Grazie a questo progetto pilota su Pianosa è stata intensificata la manutenzione dei percorsi verdi, quella delle aree archeologiche, la sistemazione dei muri di pietra; infine dallo scorso marzo sono stati dissodati i terreni dell’ ex pollaio per le orticole. Gli agenti di guardia hanno dato un impulso molto positivo a questa sperimentazione: i risultati della produzione sono ora a disposizione per una ghiotta degustazione.

I lavoratori possono impiegare il loro tempo in modo socialmente utile e constatare l’apprezzamento dei loro sforzi da parte degli ospiti.  Un progetto che mette d’accordo, trasversalmente, gli obbiettivi primari degli attori istituzionali coinvolti: la ricerca della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile per il Parco, il  recupero  sociale dei detenuti per il carcere, la valorizzazione della splendida isola per il Comune di Campo nell’Elba. Sarà un evento godibilissimo in uno scenario spettacolare anche per il palato, grazie all’arte del grande cuoco elbano  Alvaro Claudi. Molte persone hanno salutato con favore l’iniziativa della cena fatta a Pianosa lo scorso 19 agosto scorso per celebrare il Bimillenario della morte di Augusto e da più parti sono provenute sollecitazioni per replicare.

La serata del  7 settembre avrà come tema l’osservazione del cielo con l’Associazione astrofili elbani. Gli ospiti saranno guidati nell’osservazione del  disco solare con l’uso di speciali telescopi per scoprire le tempeste di fuoco nell’astro. Vi sarà anche il tempo per bagno ristoratore o per immergersi nella storia e natura dei luoghi. Poi si partirà con la cena a Km 0: da Pianosa i prodotti orticoli, da Porto Azzurro il pane e da Gorgona i formaggi. La prenotazione della cena non è necessaria poiché vi saranno coperti per le 200 persone traghettate.

 Trasferimento da Marina di Campo: partenza per Pianosa ore 15.00 e rientro ore 22.00. Arrivo a Marina di Campo alle ore 23.00.

Biglietto non residenti A/R 26.90 €, bambini dai 4 ai 12 anni 10 €; biglietto per residenti A/R 8.00€, bambini dai 4 ai 12 anni 4 €.

Info e prenotazioni: Aquavision 0565-976022 e 328-7095470 fino alle ore 23.00 o c/o ufficio Aquavision a Marina di Campo.

Programma: ore 16.00 osservazione del sole con gli astrofili; ore 17.00 relax in spiaggia, visite alle mostre nel paese, possibilità di escursioni con guida; ore 20.00 cena all’aperto a € 15.00.

Il biglietto della cena si paga direttamente sull’isola alla cassa della coop. San Giacomo. Nel prezzo è compreso il primo, il secondo, pane e acqua e kit personale di piatti e posate per il pasto. Non è compreso il vino che si paga a bicchiere o a bottiglia. Altre bevande, gelati e caffè saranno disponibili al bar ristorante.  La borsa di carta fornita servirà alla fine per riportare i rifiuti.

Menù: “Cena al chiar di luna” di Alvaro Claudi

Primo – pappa tiepida di verdure pianosine: pane di Forte S. Giacomo con verdure fresche, pomodori maturi e basilico dell’Isola

Secondo – scrigno di terra e mare: filetto di sgombro sabbiato con salsa di limoni e capperi e turbante di caponata in agrodolce, barchetta di pomodoro alla ricotta gorgonese con marmellata di cipolle rosse, erbette strascicate con aglio e olio di peperoncino verde.

____________________

ARCI PESCA FISA: LEPORATTI NUOVO PRESIDENTE

Piombino (LI) – L’ARCI pesca fisa ha eletto, a fine agosto, il nuovo presidente e due consiglieri. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«In data 27 agosto 2014  si è riunito il consiglio dell’ARCI pesca fisa sezione Territoriale di Piombino ‒ scrive Leporatti ‒. In tale consiglio è stato nominato il nuovo presidente  Alessandro Leporatti  e due nuovi  consiglieri. Alessandro Leporatti ha accettato l’incarico con la premessa di ampliare l’attività ed il ruolo dell’ARCI pesca nel settore della nautica sociale, non solo quindi gestione dei punti ormeggio, che comunque costituiscono una delle basi necessarie per lo svolgimento delle attività legate alla nautica.

Non dimentichiamoci ‒ continua Leporatti ‒ che ARCI pesca è tra i partecipanti alla Cooperativa la Chiusa di Pontendoro la quale, burocrazia permettendo, intende realizzare un porto turistico da oltre 800 posti barca con ampie aree a terra per la cantieristica, ma anche attività diversificate che vanno dalla promozione del turismo legato alla pesca sportiva, cultura dell’ambiente marino con corsi presso le scuole e non ultima l’intenzione di svolgere una serie di manifestazioni sportive legate alla pesca costiera e all’enogastronomia legata alla cucina delle specie ittiche (dove verrà richiesta la collaborazione delle aziende di produzione e ristorazione locali).

Ecco perché, vista la premessa delle attività da svolgere, sono stati inseriti  nel consiglio dell’ARCI pesca due nuovi consiglieri, Francesco De Mattia e Lorena Tommasi. Quest’ultima è la prima donna consigliere dalla fondazione dell’ARCI pesca che risale al 1971 ‒ conclude il Presidente». Alessandro Leporatti: 346-0862371 oppure ARCI pesca: 0565-49859.

Il presidente Alessandro Leporatti 

___________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.9.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 5 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it