EDITORIALE: TUTTO SCORRE… ANCHE IN VAL DI CORNIA

L’EDITORIALE                                   di Giuseppe Trinchini trinchini

___________________________

EDITORIALE: TUTTO SCORRE… ANCHE IN VAL DI CORNIA

Corriere Etrusco “numero 55” del 9 maggio 2014.

Pánta rhêi (tradotto in “tutto scorre”) è il celebre aforisma attribuito ad Eraclito che identifica il tema del divenire, del «tutto si muove e nulla sta fermo». Egli sottolinea come l’uomo non possa mai vivere la stessa esperienza per due volte, giacché ogni ente, nella sua realtà apparente, è sottoposto alla legge inesorabile del mutamento. Un mutamento a cui saranno sottoposti anche Piombino e la Val di Cornia e del quale gli abitanti non hanno ancora preso coscienza.

Qui, complici le elezioni, si rimanda e rimanda. Sono anni che non viene affrontato seriamente il problema della crisi dell’industria e la stessa vendita dello stabilimento prevista per il 20 maggio, prima è stata rinviata a fine mese (quindi dopo le elezioni) e adesso pare venga spostata al 15 giugno prossimo.
Le malelingue legano questo ulteriore rinvio al pericolo di ballottaggio alle amministrative, che si terrebbe l’8 giugno. Forse è troppo rischioso per qualcuno che si conoscano i risultati del bando Lucchini a pochi giorni dallo spareggio elettorale, meglio rimandare tutto al 15 giugno.

Sempre le stesse malelingue dicono che il nostro amico Khaled, scoperto che la vendita dello stabilimento era slittata al 15 giugno, abbia subito provveduto ad aggiornare il sito della SMC. «A causa di circostanze eccezionali la conferenza stampa è rimandata al 25 giugno» c’è scritto sulla pagina ufficiale del gruppo arabo che, a partire da gennaio, a suon di conferenze stampa, si era detto interessato all’acquisto della Lucchini e che, invece, da fine marzo si è completamente volatilizzato.

Nessuno a Piombino crede più nell’arrivo degli arabi, ma la conferenza, che avrebbe dovuto annunciare la ricapitalizzazione era comunque attesa, perché qualcuno, nonostante tutto, ancora ci sperava. Sperava nella “restaurazione” di un’area a caldo tra le più anti-economiche del mondo, affinché nulla cambiasse ed il vecchio altoforno continuasse a marciare in un “limbo” temporale che dura da più di dieci anni.

Purtroppo il sogno è finito, quello che mi fa davvero paura è come sarà il risveglio.

Giuseppe Trinchini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.5.2014. Registrato sotto Editoriali, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “EDITORIALE: TUTTO SCORRE… ANCHE IN VAL DI CORNIA”

  1. Amerini Giampiero

    Se fosse ancora vivo mio nonno l’avrebbe definita: “La novella di Buchettino” Oggi si usano termini diversi come: telenovela, bufala, escamotage elettorale ecc., ma il significato è sempre lo stesso. Giusto Giuseppe: è il risveglio purtroppo che sarà brutto, molto brutto ……. specialmente se a gestirlo saranno i soliti.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 20 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it