NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 30 APRILE 2014

COPPOLA: LE ASSOCIAZIONI DOVREBBERO STAR FUORI DALLA POLITICA

Piombino (LI) – Il portavoce della lista Svolta popolare Piombino per tutti, Luigi Coppola, analizza il fenomeno della commistione tra associazionismo e incarichi politici. Riceviamo e pubblichiamo integralmente il suo intervento.

«Ciascuna lista ha presentato i propri candidati, tutto rientra nella normalità, ovviamente le composizioni hanno una logica che esprime in modo chiaro quali siano i riferimenti di ognuno sotto il profilo programmatico e culturale – inizia Coppola.

Vi sono compagini in cui è presente una forte rappresentanza associativa, peraltro con incarichi di vertice, che certamente apre una profonda riflessione sul rapporto fra politica ed associazioni.
Per quel che riguarda noi è evidente il legame che si pone fra esperienze civiche e politiche riconducibili a formule di rappresentanza, che esulano da legami consociativi con il mondo dell’associazionismo, che dovrebbe essere totalmente autonomo ed indipendente nel rispetto di tutti gli associati.

A fronte di ciò, abbiamo previsto nel nostro programma la creazione di una “consulta delle associazioni”, in modo da poter avere uno strumento condiviso, che permetta di sostenere tutte le associazioni in base a valutazioni rigidamente oggettive. Purtroppo le risorse saranno sempre meno disponibili e quei pochi finanziamenti reperibili dovranno essere distribuiti con criterio e trasparenza.

Pertanto – conclude il candidato sindaco – onde evitare equivoci o strumentalizzazioni, se avessimo avuto al nostro interno candidati di chiara provenienza associativa, gli avremmo chiesto di dimettersi dagli incarichi dirigenziali in quell’ambito al momento dell’accettazione della candidatura, come sarebbe auspicabile che facessero anche gli altri».

Luigi Coppola – SVOLTA POPOLARE Piombino per tutti

 

________________________________

DIBATTITI POLITICI IN VAL DI CORNIA

Oggi 30 aprile alla ore 17.00 in piazza cappelletti a Piombino avrà luogo un’ iniziativa della lista Tsipras per le elezioni europee organizzata dal partito della Rifondazione Comunista. Sarà  presente il candidato della circoscrizione centro Fabio Amato. Saranno presenti  Fabrizio Callaioli di Rifondazione Comunista, Fausto Bertagna di SEL. coordina Lorenza  Boninu, insegnante e ricercatrice.
In caso di pioggia l’ iniziativa si terrà al centro civico in via dell’arsenale.

Sabato 3 maggio, alle ore 17 presso la sala riunioni del quartiere Salivoli si terrà una conferenza-dibattito dal titolo “Piombino e il ruolo dell’Europa” sulle problematiche della città e il ruolo dell’Europa nelle politiche territoriali organizzata dalla lista civica L’Alternativa, legata al Nuovo Centro Destra di Alfano. Alla manifestazione interverrà l’On. Paolo Bartolozzi, parlamentare Europeo (una video intervista al politico può essere vista premendo QUI).

________________________________

SI SPOSTA A CALAMORESCA LA FESTA DEL LAVORO DELL’ASSOCIAZIONE TOFFOLUTTI

La festa del Primo maggio «Con rabbia e con amore contro le morti sul lavoro» dell’associazione RuggeroToffolutti, che era sempre stata fino ad oggi organizzata al Temperino a Campiglia M.ma per la sua sesta edizione si sposta a Calamoresca. Anche questo anno con il patrocinio del comune di Piombino e Unicoop.

Il programma prevede musica al Gattarossa dalle 14 alle 20, presenza dei gazebo, anche di altre associazioni, mostre e, al mattino, un paio di iniziative. Ingresso libero.  prenderà il via domani dal piazzale sul mare con la camminata «Doppio anello» Iscrizione (gratuita) alle 9,30. Partenza alle 10.

Sempre da Calamoresca, alla stessa ora, partirà la pedalala per la sicurezza . Iscrizioni (gratuite) dalle 9. La pedalata sosterà brevemente in piazza Verdi, durante la manifestazione sindacale. Alle 12, incontro «Quando il cibo è medicina» . La parte musicale, gestita al Gattarossa, si svolgerà all’interno del locale fin dal primo pomeriggio. Durante il concerto «Con rabbia e con amore» si esibiranno Mark Olson (Jayhawks) e Ingunn Ringvold, Annalivia Arrighi e Ivane Benassi (Blues eaters), Marco Chiavistrelli, Giacomo Panicucci e Marco Viti Benocci, Michael Mcdermott e Heather Horton, Andrea Parodi. Coreografie di Soul of dance.

_______________________________

GELICHI: “CAMBIAMO LA CLASSE DIRIGENTE”

Piombino (LI) – Il portavoce della lista civica Ascolta Piombino, Riccardo Gelichi, commenta le ultime vicende dell’attualità piombinese e la firma dell’Accordo di Programma per lo sviluppo economico. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«L’Accordo di Programma è stato definito sulla stampa anche Accordo Cornice;perché? Perché è il primo di altri indispensabili accordi successivi che dovranno cucire il privato con gli investimenti previsti, che attenzione, non sono un euro di più di quelli stabiliti nell’Accordo, chiamiamolo ormai “Cornice” – inizia Gelichi.

Di solito prima si redigono i piani, in questo caso il PRRI “ Piano di Riconversione e Riqualificazione Industriale”, poi si affiancano i finanziamenti, insieme magari a tempi certi.

Stavolta sicuramente si andava di fretta: mancano quindi i piani industriali, quelli finanziari da concertare con il Ministero dello Sviluppo economico, mancano i progetti di bonifica da concertare con il Ministero dell’Ambiente, anche sul versante porto siamo alle ipotesi progettuali, che sono ben lontane dai progetti.

La vicenda Piombino, che non è solo Lucchini, è iniziata con un mantra: “Piombino non deve chiudere”, condivisibile e suggestivo; una posizione in ogni modo radicale che non lascia grandi spazi di manovra per opzioni diverse dal ciclo integrale, infatti, “il come non deve chiudere” nessuno lo ha mai detto.

Non ci sono grandi spazi di manovra, se non affidarsi ai tecnici d’Invitalia. Noi però avremmo approfittato dell’occasione per modificare il Masterplan dei porti per infilare la cantieristica dentro la Foce del Cornia, con un’infrastruttura già presente, e senza rincorrere Tirrenica e Sat, e magari anche la Poggio ai venti San Rocco per dare a Piombino una seconda strada.

Ora si parla di cabina di regia – conclude il portavoce – ma sicuramente sarà fondamentale trarre insegnamento da questa vicenda e modificare profondamente la classe dirigente di questo territorio, senza passare però dall’errore madornale del populismo: allora cadremmo veramente nella brace».

 

Il portavoce della Lista Civica Ascolta Piombino
Riccardo Gelichi

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.4.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 30 APRILE 2014”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 14 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it