LUCCHINI: APERTURA DI NARDI VERSO I CONTRATTI DI SOLIDARIETA’

 sindacati in Piazza Verdi il 14 aprile

I sindacati in Piazza Verdi il 14 aprile

Stamani  Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato il commissario Piero Nardi per discutere della richiesta di estensione a tutti i lavoratori, compresi quelli dell’indotto, dei contratti di solidarietà e nel pomeriggio alle 17 incontreranno invece il governatore della Toscana Enrico Rossi. Il commissario straordinario della Lucchini – riferiscono i sindacati – ha dato segni di apertura ai contratti di solidarieta’ per i lavoratori.

A Nardi i sindacati, manifestando il totale disaccordo alla fermata dell’altoforno, hanno ribadito le stesse richieste avanzate al ministero dello Sviluppo economico nei giorni scorsi: in primo luogo la garanzia sul futuro siderurgico di Piombino, l’estensione degli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori del comparto siderurgico, anche cioè a quelli dell’indotto, e il ritiro della richiesta di cassa integrazione per Lucchini e Lucchini servizi da sostituire con i contratti di solidarietà.

«Nardi ha dato disponibilità a condividere le nostre richieste sui contratti di solidarietà – ha confermato Vincenzo Renda, segretario della Uilm livornese all’uscita dall’incontro – . Ma perché’ le nostre richieste siano accolte è necessario un intervento legislativo ad hoc, quindi un decreto, per affrontare l’eventuale crisi che si aprirebbe a Piombino».

Con le speranze nella SMC che si allontanano – ricordiamo che hanno posticipato al 15 maggio  la presentazione delle società – i sindacati sono intenzionati a portare a casa l’applicazione del contratto di solidarietà durante la procedura.  Ricordiamo che i contratti di solidarietà vogliono dire abbassamento ore lavorative e stipendio pari all’80%, senza maggiorazioni. Intanto la preoccupazione sta salendo in vista dell’inizio delle operazioni di carica in bianco dell’altoforno previste per il 22 aprile.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.4.2014. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 9 ore, 5 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it