PIOMBINO: I LAVORATORI DELLA DALMINE IN CORTEO CONTRO LA CHIUSURA

il corteo dei lavoratori Dalmine di marcoledì 14 ottobre

il corteo dei lavoratori Dalmine di marcoledì 14 ottobre

Un corteo di 6 chilometri terminato in piazza Gramsci con la “pastasciutta della solidarietà”. Così gli operai della Dalmine hanno protestato contro l’annuncio della chiusura dello stabilimento piombinese. La manifestazione, organizzata da Fim Fiom e Uilm ha visto la partecipazione dei rappresentanti politici e delle istituzioni e la presenza di una delegazione di lavoratori della Dalmine di Bergamo guidata dal segretario Fiom locale, Mirko Rota.

 

Il corteo, composto da circa un centinaio di lavoratori, è partito alle 9 da Fiorentina e dopo due ore di marcia ha raggiunto il centro della città. Giunti in piazza Gramsci alle ore 11,30, gli operai hanno allestito un gazebo per una raccolta firme contro la chiusura dello stabilimento.

Importante l’ appoggio delle autorità locali con i rappresentanti sindacali e il sindaco Gianni Anselmi che hanno sottolineato l’ importanza dell’azienda per il territorio e la loro contrarietà alla chiusura. Hanno espresso la loro solidarietà anche i dipendenti della Cst Net di Venturina, presenti con una delegazione e i lavoratori della SOL che hanno fermato le loro attività al passaggio del corteo. La manifestazione è terminata con un “pranzo di solidarietà” offerto dalla mensa dello stabilimento.

Prosegue nelle sedi istituzionali la battaglia per la difesa del lavoro alla Dalmine: Lunedì 19 è previsto un incontro con i rappresentanti sindacali a Bergamo per la discussione del piano di ridimensionamento. Sempre nella stessa data si terrà una tavola rotonda in Regione promossa dall’assessore regionale Simoncini a cui parteciperà anche il sindaco Anselmi.

Andrea Fabbri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.10.2009. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    31 mesi, 26 giorni, 23 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it