NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 15 APRILE 2014

CDC: «PER IL COMUNE ESISTONO SOLO GLI INTERESSI DELLA SALES»

Campiglia M.ma (LI) – Riceviamo  e pubblichiamo integralmente il comunicato di Comune dei Cittadini, che sottolinea i meriti degli agricoltori che non hanno ceduto i terreni per ampliare la strada di Rimigliano.

«L’ampliamento della strada di Rimigliano per far passare mezzi pesanti della Sales e lo svincolo per la Variante Aurelia a Chiusagrande forse non si faranno, ma il merito non è certo del Comune ‒ inizia Comune dei Cittadini ‒. Dopo che da settimane tecnici della Sales e consiglieri del Pd contattavano gli agricoltori per fargli sottoscrivere un accordo preliminare per la cessione di terreni abbiamo interpellato il Sindaco per conoscere quale fosse la posizione del Comune.

Le risposte che ci sono state fornite sono eloquenti e confermano che questa amministrazione non sa cosa sia l’interesse generale dei propri cittadini.

Nella risposta che ci è stata fornita il 9 aprile il Sindaco dice: “La strada non è comunque adeguata ed un traffico pesante danneggerebbe di fatto, anche temporaneamente, soprattutto le attività ricettive presenti nel tratto. Questa amministrazione è pertanto contraria a qualsiasi intervento che non tutelasse ampiamente queste realtà e che prescindesse da un coinvolgimento fattivo delle stesse nel processo decisionale”.  In una precedente risposta alla Sales del 27 marzo il Sindaco affermava che  l’adeguamento della strada di Rimigliano, con rampe d’accesso alla variante Aurelia, “potrà, tutt’al più, essere considerata un’opera temporanea collegata alle opere portuali della città di Piombino”.

Dunque per l’amministrazione quelle opere danneggerebbero il territorio ‒ continua CDC ‒, ma se la Sales avesse trovato l’accordo con i proprietari per l’acquisizione dei terreni  non ci sarebbe stata preclusione a far realizzare “un’opera temporanea”. Questo spiega perché la Sales si è sentita autorizzata a contattare i proprietari con un  consigliere comunale al seguito.

Siccome non si tratta di un “gazebo, ma di grandi lavori per i quali la Sales è disposta a comprare i terreni, non ad affittarli, non ci vuole molto a capire che tutto sarebbe stato meno che un’opera temporanea.

Se quell’opera non si farà lo si deve dunque ai proprietari che non hanno accettato la proposta della Sales e di coloro, come noi, che provano a ragionare in un altro modo. Se quell’opera è dannosa per il territorio lo resta anche nel caso in cui vi fosse l’accordo di tutti i proprietari che devono cedere terreni. Non sarebbero infatti solo loro i danneggiati, ma tutti gli agricoltori, i cittadini, i turisti  e l’insieme delle attività ricettive, anche distanti, che oggi usano la strada di Rimigliano.

Per il Comune, invece, l’interesse generale non esiste: esistono solo gli interessi della Sales e quelli dei proprietari dei terreni. È questa la differenza profonda ‒ conclude il Comune dei Cittadini ‒ che c’è tra noi e la maggioranza. È lo stesso comportamento che hanno seguito per i grandi impianti energetici nelle campagne».

Comune dei Cittadini

____________________________

GELICHI: «SALVIAMO L’ACCORDO DI PROGRAMMA»

Piombino (LI) – Riccardo Gelichi, portavoce della lista civica Ascolta Piombino, si chiede perché il Pd abbia impedito di parlare dell’accordo di programma in sala consiliare e mette in guardia da un possibile accordo «vuoto». Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Parliamo d’Accordo di Programma ‒ scrive Gelichi ‒, ma cos’è un Accordo di Programma? Sicuramente un inizio di un percorso progettuale, la cui realizzazione però non sempre ha certezze temporali, spesso gli accordi si bloccano su tempi memorabili. Questo di Piombino però è fondamentale per la rinascita di questo comprensorio, essenziale sarebbe che l’accordo fosse redatto da mani esperte secondo i crismi dettati dalla legge, nella fattispecie il DL 31/01/2013, che prevede solo per la compilazione del piano un tempo stimato di sei mesi. Fino ad oggi abbiamo sentito di tutto sull’accordo, ma di certo non sappiamo niente e quello che più preoccupa sono i tempi strettissimi, si vuole fare in fretta, ci sono le elezioni, alla gente bisogna dire qualcosa. Allora il rischio è doppio, e cioè quello di trasformare l’accordo in una dichiarazione d’intenti, e siccome è già tardi, questa mossa dopo tute quelle sbagliate precedenti, darebbe il colpo di grazia a Piombino.

Se il PD ‒ continua il portavoce di AP ‒ ci avesse consentito in aula consiliare di parlare dell’accordo, dopo le dichiarazioni del Sindaco, avremmo svolto la nostra funzione, invece si è stretto in cerchio alzando un muro incomprensibile impedendo il dialogo attraverso una votazione. Ma cosa c’è da nascondere? Perché non c’è un dibattito politico sulla questione?

Noi d’Ascolta Piombino temiamo che dentro quest’accordo ci sia il vuoto totale, partendo proprio dalla questione delle bonifiche, argomento complesso e ancora non sviscerato con il ministero dell’ambiente. Chi lavora al programma e qual è il piano? Una politica responsabile condividerebbe queste responsabilità, vista l’enormità del caso Piombino, salvo poi cercare il solito capro espiatorio ‒ conclude Gelichi ‒, ma questa volta non ce ne saranno».

                                                                                                  Riccardo Gelichi,

                                                               portavoce della lista civica Ascolta Piombino

_____________________________

PIAZZA D’AKRAM: PAOLO GIANNONI RACCONTA GAZA

Suvereto (LI) – Il prossimo evento di Piazza d’Akram “11 mesi sotto il Cielo di Gaza”, è fissato per sabato 19 alle ore 17.30 in Loc. Pratini 28 a Suvereto.

Durante l’incontro Paolo Giannoni, ingegnere energetico, racconterà la sua esperienza nella dura realtà di Gaza sotto assedio da molti anni, cercando di portare segnali di speranza.

Piazza d’Akram chiede ai cittadini di confermare la propria presenza tramite mail piazzadakram@gmail.com, o ai seguenti numeri: 0565-828144, 334-1976813.

_____________________________

LOLINI: «PUNTARE ALL’ECCELLENZA»

Suvereto (LI) – Il candidato sindaco del Pd suveretano Francesco Lolini enuncia i punti sui quali concentrarsi, in caso di vittoria elettorale, per fare di Suvereto la protagonista del territorio. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Qual è l’immagine che Suvereto ha ‒ chiede Lolini ‒? Quella di gioiello della Val di Cornia. Il suo Centro Storico, le sue campagne, i suoi eventi, i suoi prodotti, la sua ristorazione. Molto è stato fatto per la qualità, ma credo davvero che sia giunto il momento del salto dalla qualità all’eccellenza. Ecco il senso del nostro slogan: “Obiettivo Eccellenza”. Suvereto ce la può fare.

L’ambiente: serve un grande progetto di sistema, appunto un Sistema di Gestione Ambientale, riconosciuto e finanziato dall’Europa, con risorse, obiettivi, scadenze, verifiche. Dalla differenziata da portare al massimo, al risparmio energetico e idrico, alla riduzione del rischio idrogeologico, alla tutela del paesaggio. L’agricoltura, nostro pilastro economico e turistico: non bastano più singole iniziative, serve un piano, da condividere con i produttori, perché si generalizzino il biologico e il biodinamico e si punti ad un territorio coltivato senza chimica. Per puntare alle certificazioni ISO e Emas, massimi riconoscimenti internazionali.

Un paese intelligente ‒ continua Lolini ‒, o “smart”, come si dice, per un nuovo rapporto tra Comune e cittadini e fare quasi tutto via internet: certificati, pagamenti, segnalazioni, pratiche, per abbattere la burocrazia, e controllare, partecipare, con critiche, richieste, idee. Il Centro Storico: un piano per il restauro, per l’arredo, per le facciate, per la circolazione. La candidatura a Patrimonio dell’Umanità UNESCO del nostro borgo non è un sogno irraggiungibile, sappiamo di che parliamo. Il sociale: serve stare vicino a chi è in difficoltà, alle famiglie, ai giovani, agli anziani, alle donne, ma per farlo garantire servizi e favorire investimenti e lavoro.

Un esempio: le terme? Bene, portiamo a fondo alla svelta i progetti che ci sono, ma soprattutto lavoriamo perché il territorio diventi un distretto termale, promuovendosi  e facilitando altri investimenti. Questa è l’eccellenza. Non è per appuntarsi distintivi. Questo vuol dire tanti soldi, finanziamenti europei, con i bandi che stanno uscendo e che premieranno ambiente, agricoltura di qualità, cultura, innovazione tecnologica, apertura al mondo. Questo vuol dire turismo moderno, intelligente, quello che cerca la salubrità, il buon cibo locale, la tradizione, ma anche innovazione, facilità d’uso e di mobilità, informazione costante sul telefonino, e che, se queste cose non le trova, va da un’altra parte.

Serve dunque un grande piano, un grande progetto, una visione, che faccia perno su quello che siamo, sulle nostre radici, ma si apra, con energia e coraggio, al nuovo, proprio per esaltare le nostre peculiarità. Solo così, acquistando forza e autorevolezza, e non chiudendosi sul passato, potremo proporci agli altri come protagonisti di una nuova stagione di alleanza con gli altri Comuni, nella nostra autonomia comunale, ma non pensando di poter fare da soli. Serve una Suvereto ambiziosa e audace, che non si accontenta di quello che è. Protagonista ‒ conclude il candidato Sindaco ‒, appunto».

Francesco Lolini,

candidato sindaco di “Suvereto Protagonista”

_____________________________

CAMERINI: «CON ASSEMBLEA POPOLARE SI PUÒ FARE POLITICA IN UN MODO NUOVO»

Suvereto (LI) – Alessandro Camerini, già coordinatore del comitato No Fusione Suvereto-Campiglia, ripercorre le tappe della nascita di Assemblea Popolare e ne dichiara gli intenti attuali. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«L’esperienza del movimento No Fusione ha insegnato alcune cose ‒ comincia Camerini ‒; tra queste ha dimostrato  che da una prospettiva di divisione si può uscire più uniti, e che esiste un modo diverso e  realmente democratico di occuparsi della politica locale senza i condizionamenti dei partiti, che appaiono sempre più lontani dalla gente.

Questa esperienza, anche sulla  base di una spinta popolare, è continuata in Assemblea Popolare, che ha l’energia, lo spirito e le persone  che hanno animato il movimento No Fusione, di cui è figlia. Persone con esperienze ed ideologie diverse, senza alcun vincolo di partito, che hanno trovato un collante forte: il bene della propria comunità.

Trasversalità , competenza , autonomia  e difesa dell’autonomia comunale ‒ continua Camerini ‒ sono tra i valori che si ritrovano nella lista dei candidati Sindaco (e vice sindaco) e consiglieri  che la commissione elettorale , di cui ho avuto il privilegio di far parte, ha  recentemente proposto all’Approvazione dell’Assemblea Popolare in incontro pubblico: un gruppo di persone che rappresentano tutte le fasce sociali, economiche e territoriali , e portano le loro esperienza al servizio della comunità. Desiderano farlo attraverso l’attuazione di un programma che è nato dalla partecipazione popolare a tavoli di lavoro aperti  organizzati dall’Assemblea Popolare, che continuerà ad essere l’ organismo propulsivo di questa esperienza, con le porte aperte a chiunque si riconosca nei suoi valori e desideri far sentire la propria voce senza condizionamenti; vogliono  farlo dimostrando come Suvereto, Comune autonomo, saprà aprirsi e collaborare con tutti i Comuni che vorranno fare un cammino insieme senza perdere identità, valori, servizi.

Questa esperienza ‒ conclude Camerini ‒ è l’occasione  per la stessa gente di Suvereto, da cui nasce,  di dimostrare che se si vuole si può fare Politica in un modo nuovo».

Alessandro Camerini,

già Coordinatore Comitato No Fusione Suvereto Campiglia

___________________________

M5S PIOMBINO: ECCO I PROSSIMI INCONTRI, EVENTI E RIUNIONI

Piombino (LI) – Fine settimana ricco di appuntamenti per il Movimento 5 Stelle di Piombino:

Giovedì 17 si terrà una riunione al CentroGiò, dalle ore 21.00 alle ore 24.00; venerdì 18 ci sarà un’altra riunione presso la sala Quartiere Porta a Terra/Desco dalle ore 21.00 alle ore 24.00; sabato 19 sarà la volta del banchetto informativo in piazza Gramsci dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

____________________________

“UNA SCUOLA PER L’EUROPA” A CAMPIGLIA MARITTIMA

Campiglia M.ma (LI) – La scuola primaria “Amici” ha scelto Malta e Firenze come mete per l’apprendimento di due lingue, inglese e francese. Di seguito i programmi.

A Malta per l’inglese: alla vacanza-studio di cinque giorni hanno partecipato numerosi allievi insieme alle insegnanti e ai genitori. Si è trattato di una trasferta durante la quale i bambini hanno seguito corsi di inglese nell’ambito del progetto del bilinguismo “Una scuola per l’Europa”, trovandosi a contatto con altri bambini provenienti da diversi paesi europei. Anche i genitori hanno avuto la possibilità di frequentare corsi di lingua, ed alcuni hanno accettato la sfida approfittando così di accedere ad un percorso formativo originale. A scuola la mattina, dunque, e il pomeriggio in giro a scoprire le bellezze dell’isola. Le docenti referenti del progetto sono Antonietta Basanisi e Federica Genovesi, che hanno accompagnato i bambini a Malta insieme all’insegnante Maria Teresa Campaiola.

Al di là del viaggio a Malta, tutta la scuola è coinvolta nel fondamentale obiettivo di dare ai bambini l’opportunità di apprendere due lingue straniere seguendo un progetto sperimentale che prevede esperienze con scambi culturali e insegnanti madrelingua. Il viaggio a Malta è stato organizzato nell’ambito del Partenariato Internazionale Multikulturalità Anno Scolastico 2013/2014 dell’AMCM, Associazione Multiculturale Mondiale aperto agli istituti scolastici selezionati e accreditati d’Italia, quale appunto l’Istituto Comprensivo “G. Marconi” nello specifico della Scuola primaria “M. Amici”.

Al progetto fiorentino, all’insegna della lingua francese, ha partecipato l’intera scuola: l’ 11 aprile trasferta entusiasmante a Firenze per il Festival in lingua francese tenuto all’ Istituto francese di Firenze. “Theatralisons Ensemble” è il titolo della XIII edizione del Festival di teatro dei giovani in lingua francese che ha accolto la primaria di Campiglia per la terza volta, alla presenza di Isabella Mallez, direttrice dell’Istituto francese di Firenze, Sophie Stullini, responsabile per la cooperazione di alcune regioni tra cui la Toscana, Eliana Terzuoli, responsabile del progetto dei licei francofoni, Maria Luisa Premuda, presidente dell’Associazione Amici Istituto Francese di Firenze. La scuola Amici ha partecipato al festival portando in scena “Pinok et Barbie” di Jean Claude Grumberg. Anche quest’anno i ragazzi della Amici hanno messo in scena una performance in cui ognuno di loro ha potuto esprimere al meglio le sue potenzialità, in un clima sereno e stimolate insieme ad altre scuole italiane, con ragazzi di diverse fasce d’età.

__________________________

FEDERAZIONE PD: MERCOLEDÌ 16 LA SCELTA DEI CANDIDATI

Piombino (LI) – La Federazione Pd Val di Cornia-Elba informa che nei prossimi giorni definirà le liste per il consiglio comunale e che domani sera verranno eletti i quattro candidati. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«A Piombino la Coalizione di Centrosinistra composta da PD, PSI, PDCI e IDV sarà impegnata nei prossimi giorni per la definizione delle liste per il consiglio comunale che verrà eletto il 25 maggio con il voto delle Amministrative ‒ scrive la Federazione Pd Val di Cornia-Elba ‒. L’Unione Comunale di Piombino per la selezione e la scelta dei candidati da inserire nella lista ha deciso di utilizzare il metodo delle Primarie, dando il compito a ciascun circolo di invitare al voto i propri iscritti, secondo un regolamento stilato per l’occasione.

Mercoledì 16 alle ore 21.00 presso la Sala il Perticale il Circolo “Due Giugno”sceglierà quattro candidati consiglieri; quattro in funzione del numero di iscritti e dei voti ottenuti dal PD nelle ultime elezioni politiche nel proprio territorio di competenza. Tutti gli iscritti sono invitati a partecipare al voto. Chi ha lasciato i propri contatti al Circolo PD riceverà anche personale comunicazione. Partecipate numerosi ‒ conclude la Federazione».

Federazione Pd Val di Cornia-Elba

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.4.2014. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 7 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it