NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 GIUGNO 2013

LUTTO IN COMUNE PER LA MORTE DI RICCARDO VILLANI, VICECOMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Piombino (LI) – È scomparso improvvisamente a 59 anni Riccardo Villani, vicecomandante della Polizia Municipale di Piombino lasciando grande dolore e costernazione tra i colleghi, e anche l’amministrazione.

«La scomparsa di Riccardo suscita in tutti noi profonda tristezza e commozione» sono le prime parole del sindaco Anselmi che, esprimendo i sentimenti di cordoglio e di vicinanza ai familiari, ne sottolinea la caratura umana e professionale.

«La nostra città perde un uomo di grande preparazione e competenza, sempre attento all’adempimento del proprio dovere e un riferimento per le istituzioni e per i cittadini, conosciuto e apprezzato in città anche per il suo impegno nello sport – afferma Anselmi – Una persona splendida, di grande serenità, con un atteggiamento sempre molto positivo nella risoluzione dei problemi e nei confronti delle persone».

Riccardo Villani era nato a Piombino il 19 novembre del 1954. Assunto in Comune dal 1977 , aveva ricoperto il ruolo di vigile dall’80, per arrivare all’incarico di vicecomandante dalla fine degli anni ‘90.

__________________________

CAMPI SOLARI PRESSO I GIARDINI EX PRO PATRIA

Piombino (LI) – La Pro Loco di Piombino organizza, ed è una novità per l’associazione, i campi solari per i bambini dai 6 agli 11 anni nei mesi di luglio e agosto. Le attività si svolgeranno alla mattina, dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì, presso i Giardini Ex Pro Patria.

I bambini saranno accolti da due operatrici qualificate che proporranno tanti giochi, con un’attenzione particolare alle attività che possano essere didattiche. Verrà dato tanto spazio all’educazione ambientale e al rispetto della natura e dell’ecologia, alla musica, e ancora alla fantasia, con letture creative di gruppo e creazione di storie, e alla manualità, con laboratori di recupero di oggetti da riciclare.

Il costo è di 50 € a settimana, con agevolazioni per chi porta più figli. È possibile iscriversi presso la sede legale dell’associazione, presso lo Studio Pelagatti in Via Giordano Bruno n°22 a Piombino e c’è tempo fino a mercoledì 26 giugno. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a info@prolocopiombino.it o chiamare ai numeri 328-6254256 o 320-3167425.

_________________________________

AREA DEM: «LA COSTA CONCORDIA DEVE ESSERE SMANTELLATA A PIOMBINO»

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell’Area Dem Val di Cornia

«Nel nostro Paese e anche nella nostra città la prima emergenza continua a essere quella del lavoro. Questo è il tema principe a cui chi fa politica deve cercare di trovare risposte pratiche e che non siano solo ideologiche.

Portare la Costa Concordia a Piombino può dare un serio contributo occupazionale alle nostre zone. E questo è un dato di fatto da cui si deve partire, perché se davvero si vuole rendere concreto l’artico 1 della Costituzione bisogna realmente pensare che il lavoro sia la cosa più importante per un territorio. È il lavoro che può dare dignità a una persona, che può contribuire a rendere più attraente un luogo, che può invogliare i giovani a restare.

Spostare il dibattito e affermare che nel 2013 non esistano tutte le tecnologie possibili per rendere sicura una qualsivoglia attività è una grossa bugia.

In questi giorni stiamo assistendo al braccio di ferro di chi vuole rispondere alla domanda di occupazione e chi continua a fare ideologia, magari sentendosi al sicuro per il  proprio stato socio-economico.

Noi siamo dalla parte del nostro Governatore, dei nostri Amministratori e di quanti si stanno battendo per far sì che la Concordia sia portata a Piombino per essere smantellata.

La Costa Concordia ha causato danni all’immagine della Toscana e deve rimanere in Toscana come contropartita risarcitoria. Deve venire a Piombino, città che tanto ha pagato per problematiche legate all’industria pesante e che oggi sta vivendo un momento di crisi complessa, ma che ha contribuito a lungo al benessere nazionale.

Contrastiamo decisamente chi dice solo no arroccandosi e nascondendosi dietro un ambientalismo di maniera che non solo non vede ma non cerca nemmeno soluzioni possibilissime.

Contrastiamo altrettanto decisamente chi, anche nel nostro partito, vuole portare la nave verso altri porti, fuori dalla Toscana, via dalla nostra città e chiediamo che ci si spenda per una lotta che ha un unico e solo fine: il lavoro»

Area Dem Val di Cornia

________________________________

IL COMITATO DEL SÌ ALLA FUSIONE INCONTRA I CITTADINI

Campiglia M.ma (LI) – Il comitato per il SI alla fusione tra Campiglia e Suvereto incontrerà nei prossimi giorni i  cittadini  dei due attuali Comuni per presentare e confrontarsi sulle ragioni a sostegno del sì alla fusione. In calendario tre incontri.

Il primo giovedì 20 giugno a Campiglia M.ma in piazza del Mercato alle 21. Il secondo incontro martedì 25 giugno a Suvereto in piazza Vittorio Veneto alle 21. Terzo appuntamento a Venturina giovedì 27 giugno alle 21 in largo Sbarretti. Il comitato ha anche in programma una cena di sottoscrizione per venerdì 28 giugno all’Osteria dell’Ente Valorizzazione Campiglia in piazza Mazzini.

___________________________________

COPPOLA PRESENTA UN’INTERPELLANZA SULLA COSTA EST

Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’interpellanza del consigliere Luigi Coppola

«Il sottoscritto Luigi Coppola, Consigliere comunale appartenente al gruppo Unione di Centro, ai sensi delle disposizioni previste dall’art. 45 dello Statuto comunale e dagli art. 35 e 36 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, presenta la seguente interpellanza alla quale chiede sia data risposta scritta ed in Consiglio Comunale:

premesso che: a fronte di molte lamentele di cittadini che sono soliti frequentare le spiagge del litorale est in merito alla situazione in cui versano le spiagge ed i parcheggi dell’area in questione è opportuno fare verifiche precise per comprendere come stia procedendo la gestione di quella parte importante di territorio da parte della Società Parchi.

Vi sono molteplici situazioni da verificare, in primis le condizioni della vegetazione che dà l’impressione di essere totalmente abbandonata, tutt’altro rispetto ai ricordi del passato, in effetti sembra di essere nella “savana” africana che nel cuore della macchia mediterranea.

La pineta è oramai fortemente deteriorata ed evidentemente poco curata, poi vi è il problema delle spiagge, che oltre all’effetto naturale delle forti mareggiate, vi è anche l’impressione di una mancanza precisa di soluzioni per renderla fruibile, se ovviamente si vuole garantirne la fruibilità (questo d’altronde è un principio che è sostenuto da opinioni diverse).

Le palizzate di protezione delle dune retrostanti ha oramai tolto un buona parte di porzione per i bagnanti nella spiaggia libera ed il grosso afflusso nei fine settimana già ai primi di giugno non garantisce adeguati spazi.

Il che fa supporre che in alta stagione, vista anche la presenza di molte strutture ricettive limitrofe, metterà a dura prova il settore del turismo balneare locale, già in profonda difficoltà a fronte della crisi generale.

I parcheggi a pagamento sono tornati sotto responsabilità diretta dell’amministrazione comunale attraverso la Società Patrimoniale con una delibera precisa, ma sono ancora gestiti dalla parchi (questa è una questione di per sé poco comprensibile) con un incremento non indifferente del costo della sosta per la stagione in corso, nonostante la precarietà dell’area che persevera negli anni.

A parte i cartelli informativi, tutto il resto lascia molto a desiderare, in effetti sono gli stessi campi aperti che un tempo erano gratuiti e la cura del manto stradale è pessima e poco agevole.

Inoltre vi è un’altra problematica per la scomparsa degli accessi per arrivare alla spiaggia dalla pineta, si sono ridotti i sentieri e pur rispettando le dune e la loro peculiarità, garantendone la protezione, si potrebbe ovviare evitando che talvolta si debba fare centinaia di metri per avvicinarsi al mare al netto di bambini piccoli e borsoni.

Tutto ciò non è un buon biglietto da visita per una realtà a vocazione turistica nel pieno di una crisi economica e strutturale di tutto il settore.

Purtroppo la situazione economica delle amministrazioni comunali oramai è fortemente compromessa e le risorse a disposizione sono sempre meno, pertanto diventa sempre più difficile far fronte alle problematiche legate alla salvaguardia del territorio.

Però è evidente che se si vuole mantenere una realtà balneare e consolidarla, si deve intervenire con i mezzi a disposizione ed utilizzandoli in sintonia con le esigenze del territorio e dei fruitori, che ovviamente non sono solo i residenti di Piombino.

Oltretutto vi sono attività sulla spiaggia che già hanno pesanti incombenze a fronte di stagioni corte e di mancanza di denaro in circolazione e non si può pretendere ulteriori sacrifici da costoro.

Non è nostra intenzione colpevolizzare qualcuno con questa interpellanza, bensì entrare nel merito delle questioni facendo presente quali siano le problematiche che al momento creano maggior disagio.

Auspichiamo che si intraprendano le necessarie iniziative per migliorare la situazione nei giorni a venire per l’approssimarsi dell’alta stagione e dell’auspicabile presenza di molti turisti nel nostro comune in generale e nella costa est.

Interpella il Sindaco per conoscere:

-se è a conoscenza della situazione in essere;

-se ha avuto contati con la Società Parchi per le questioni sollevate, che certamente saranno state evidenziate da più parti;

-se la Società Parchi ha già coscienza di possibili interventi per migliorare, perlomeno nel breve termine ovviamente, i disagi lamentati dagli utenti;

-se vi sono progetti ad ampio raggio ed attuabili in tempi certi, anche se comprensibilmente lunghi, per intervenire sugli arenili ad ampliamento della spiaggia e a tutela delle dune con strumenti meno invasivi della palizzata, che crea evidenti problemi di ripascimento naturale;

-se i parcheggi della costa est che avrebbe dovuto gestire direttamente il Comune, come deliberato, debbano rimanere ancora in concessione alla Società Parchi, nonostante fosse stata espressa precisa volontà di revoca sia formale che effettiva dall’amministrazione stessa;

-se ritiene che i parcheggi siano gestiti adeguatamente, oppure ritiene il contrario, visto che vi era stata la volontà dell’amministrazione di gestirli direttamente, oppure se vi fosse solo una questione economica e a questo punto sarebbe opportuno capire i motivi per cui siano ancora affidati alla società parchi, ovviamente il riferimento è ai parcheggi della costa est, visto che gli altri presenti nell’area urbana ed extraurbana, “se abbiamo ben compreso”, sono direttamente nelle responsabilità della Società patrimoniale»

_______________________________________

PSI DI FOLLONICA E PIOMBINO: « DOBBIAMO LANCIARE IL MARCHIO “ALTA MAREMMA” PER LA PROMOZIONE TURISTICA»

«Il marchio “Alta Maremma” per promuovere il turismo dei Comuni del Golfo di Follonica, delle Colline Metallifere e della Val di Cornia». Questa l’idea lanciata dalle segreterie del Psi di Follonica e Piombino che si sono nuovamente ritrovate per sviluppare il progetto politico denominato Spirito Libero che, ricordiamolo, a Piombino si è già costituito, con l’ambizione di estenderlo ai territori sopra citati.

«Un nuovo sistema di promozione è necessario per far conoscere e identificare i territori a nord della Maremma, ricchi di bellezze naturali, storiche ed enogastronomiche, ma che non sono supportate da una politica di immagine utile allo sviluppo del settore turistico quale strumento per uscire dalla crisi economica ed occupazionale che stiamo attraversando».

«Come il “Maremma wine and food shire” sta portando benefici alle imprese enogastronomiche della provincia di Grosseto e risultati di visibilità oltre i confini amministrativi, il marchio “Alta Maremma” dovrebbe diventare un progetto di promozione turistica e un logo da lanciare. Intanto, coordinando sotto questo logo tutta la promozione dei territori, sia quella pubblica che quella privata, e quindi da utilizzare nel mondo del web, dei social network, nelle brochure, nelle iniziative promozionali con tour operator e giornalisti del settore, nei cartelloni degli eventi estivi e nelle guide di un territorio omogeneo da un punto di vista geografico e che può e deve fare sinergia per sviluppare le tante potenzialità inespresse di cui dispone. Come progetto va individuato un nuovo soggetto strumentale ai Comuni interessati, che potrebbe benissimo essere la Parchi Val di Cornia completamente rivista nelle sue funzioni, nella sua struttura e nel nome. Questa nuova società, aperta ai Comuni di Follonica e delle Colline Metallifere, dovrebbe non solo gestire e promuovere il patrimonio culturale e ambientale di questi territori, ma tutta l’Alta Maremma, trovando nuove forme di collaborazione e accordo con tutti i soggetti, pubblici e privati, che operano nell’ambito del turismo, comprese agenzie di viaggio che preparino pacchetti turistici integrati dove accanto alla visita a parchi e musei vi siano il soggiorno nelle strutture del territorio, la visita a cantine di vini, escursioni in barca a vela, cene tipiche, soggiorni termali, gare sportive, etc.».

Il comunicato dei socialisti conclude così: «Uscire dalla crisi con “il fai da te” non è più possibile. Occorre fare squadra e una promozione unica e coordinata nel nostro territorio rappresenterebbe anche l’occasione per ottimizzare i costi dei Comuni, che per la promozione turistica dispongo di risorse sempre più limitate, e rafforzare quella dei privati». Su questo terreno le due delegazioni hanno convenuto di impegnarsi coinvolgendo tutti coloro che sono interessati e quindi promuovendo nei rispettivi territori l’associazione civica e riformista Spirito Libero come strumento di partecipazione politica dei cittadini.

____________________

IL GONFALONE DI PIOMBINO A TERNI PER LA MANIFESTAZIONE SULLA SIDERURGIA

Il Comune di Piombino, con il proprio gonfalone, ha partecipato alla manifestazione regionale del 18 giugno a Terni indetta dalle organizzazioni sindacali dell’Umbria per affermare il diritto al lavoro. La manifestazione segue i drammatici fatti dello scorso 5 giugno, quando le forze di polizia hanno risposto con la violenza ai manifestanti.

Il corteo, che è stato accompagnato da uno sciopero generale di 8 ore, si è mosso alle ore 9 dai cancelli delle acciaierie e ha visto la partecipazione, tra gli altri, del segretario nazionale della Cgil Susanna Camusso.

Una manifestazione per la salvaguardia del polo siderurgico ternano e di tutti i poli siderurgici del Paese.

________________________

UN CORSO PER IMPARARE A FARE LO SCALPELLINO

I Comuni di Piombino e Sassetta, in collaborazione con il Centro Giovani “F. de André”, all’interno del progetto regionale APQ dal titolo “Ritrovarsi giovane”, organizzano “La Bottega dello scalpellino”, un corso gratuito per imparare a lavorare il marmo rosso di Sassetta ed approcciarsi alla scultura.

Il corso, completamente gratuito e rivolto a giovani con un’età compresa tra i 16 ed i 40 anni, si svolgerà dal 25 giugno a 5 luglio (nei giorni feriali) a Sassetta, nel Piazzale del Simposio.

Le lezioni, pratiche e teoriche, saranno tenute da un docente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara e da uno scalpellino esperto. Lo scopo è quello di permettere ai giovani di imparare un mestiere antico per crearsi opportunità di lavoro nel presente.

La “Bottega dello scalpellino” si svolgerà nelle due settimane antecedenti al 5° Simposio di Scultura che si terrà, sempre a Sassetta, dall’11 al 21 luglio. Il corso è rivolto a tutti i giovani della Val di Cornia e, per i non residenti nel Comune di Sassetta, sarà previsto anche un rimborso spese.

Termine presentazione domande: 20 giugno. Il modulo per presentare domanda di partecipazione al corso è scaricabile dal sito www.comunedisassetta.li.it e si può ritirare presso il Centro Giovani “F. de André” a Piombino, presso l’URP e I’Informagiovani del Comune di Sassetta.

Recapiti: Centro Giovani “F. de André” tel. 0565/262500 – Viale della Resistenza n. 4 Piombino – mail: centrogiovani@comune.piombino.li.it

URP e Informagiovani Sassetta – tel. 0565/794223

mail: vanni@comune.sassetta.li.it

Per riscoprire le Arti Antiche saranno organizzati altri corsi, fra cui: carbonaio, ferro battuto, pesca, sapone, fotografia analogica.

_______________________

MISERICORDIA DI CAMPIGLIA: ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI

Il Governatore Geom. Leandro Paladini pubblica l’ordine del giorno

Domenica 23 giugno 2013 presso la Sala “Etruscan mines – Sotto il coro”, prima convocazione ore 9, seconda convocazione ore 10. O.d.g.:

1. Relazione morale del Governatore

2. Bilancio consuntivo 2012 e preventivo 2013

3. Situazione personale volontario, finanziaria e automezzi

4. Tesseramento soci

5. Commissione elettorale – Indizione elezioni Magistrato direttivo quadriennio 2013-2017 da tenersi domenica 30-6-2013

6. Varie ed eventuali

I contribuenti che in fase di compilazione delle loro denunce dei redditi (Modello unico, CUD o 730) vorranno destinare il 5 per mille delle loro trattenute IRPEF alla Fraternita di Misericordia di Campiglia Marittima, oltre alla firma dovranno scrivere il Codice fiscale della stessa Misericordia: Codice fiscale 81003530490.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.6.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 GIUGNO 2013”

  1. Astuto Cacciatore

    A proposito dell’interpellanza di Luigi Coppola, voglio congratularmi con lui per la sua puntigliosa requisitoria contro il degrado e il pressapochismo di questa gestione. Ma per fare certe opere fognarie (Baratti) i soldi si trovano, c’è un bel residence da sostenere, alla Sterpaia rimangono solo gli sterpi.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 22 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it