PIOMBINO: I «SOGNI» DI FINE ANNO DEL SINDACO ANSELMI

Il sindaco di Piombino Anselmi

Il sindaco di Piombino Anselmi

Riportiamo integralmente il comunicato stampa dell’amministrazione comunale di Piombino per la conferenza stampa di fine anno che si è tenuta il 27 dicembre 2012.
___________________________________

«Un lavoro a 360 gradi che pone attenzione alle grandi questioni infrastrutturali, al rilancio economico del territorio e all’industria, alla riqualificazione territoriale e alle bonifiche. Tutto questo con la garanzia di una forte presenza pubblica per la gestione della transizione e con l’obiettivo di mantenere la città viva anche dal punto di vista culturale e sociale.

Il sindaco ha aperto la conferenza stampa di fine anno evidenziando questi tre temi strategici su cui l’amministrazione comunale ha lavorato duramente nel corso del 2012: industria, infrastrutture e riqualificazione territoriale. Un anno difficile le cui conseguenze si sono fatte sentire per il peso della crisi economica e finanziaria del Paese, a cui si è aggiunta ultimamente anche una crisi di natura istituzionale.

Per quanto riguarda la crisi industriale, Anselmi ha messo in luce le diverse situazioni delle grandi aziende del polo industriale piombinese: “il percorso avviato sullo stabilimento Tenaris Dalmine – ha detto Anselmi – ha portato a un punto positivo, che auspichiamo possa concludersi al più presto con la realizzazione della strada interna di collegamento diretto tra l’area del laminatoio  e il porto.

Il commissariamento della Lucchini è un altro risultato importante – ha aggiunto il sindaco – in una situazione così grave e problematica, frutto di un intenso lavoro da parte delle istituzioni ma anche delle forze sociali e politiche che si sono manifestate con forza nell’imponente iniziativa del 19 novembre scorso. Il Commissario nominato dal governo ci consente di mettere in serie la questione Lucchini con tutte le altre questioni citate in premessa, legate alla competitività territoriale. Da non dimenticare Arcelor-Mittal, che presenta problematiche completamente diverse dagli altri due stabilimenti, legate soprattutto alla competitività e al ruolo da ricoprire all’interno del Gruppo. Anche su questo stiamo lavorando con il governo, tenendo ben presenti gli obiettivi fondamentali che sono quelli della tutela dell’occupazione, della salvaguardia delle prestazioni ambientali, della sicurezza delle persone che lavorano”.

In ambito industriale, l’altro aspetto su cui l’amministrazione comunale sta lavorando è quello relativo all’inserimento di Piombino nell’art. 27 del Decreto Sviluppo che dovrà essere approvato dal governo.

“C’è incertezza sulla tempistica perché, con  la caduta del governo Monti ancora non sappiamo se il decreto potrà essere approvato ora, nelle more degli ultimi adempimenti, oppure se bisognerà aspettare il nuovo governo”.

Terzo pilastro fondamentale che compone il quadro industriale il tema della Concordia e della sua demolizione a Piombino. “Non sono particolarmente preoccupato su questo. Il governo e la Regione spingono per il trasferimento a Piombino e questo ci fa ben sperare”.

In tema di infrastrutture, è pronto inoltre il progetto definitivo del prolungamento della 398 fino al porto, consegnato e disponibile presso gli uffici comunali, che ricalca grosso modo le linee precedentemente illustrate. “E’ un progetto rispetto al quale dobbiamo capire cosa succederà a livello nazionale – ha detto il sindaco – Se il governo decidesse di svincolare la 398 dalla realizzazione dell’autostrada noi siamo pronti a discuterne” (su questo non possiamo non far notare ai nostri lettori che meno di sei mesi fa il sindaco diceva esattamente il contrario come possiamo leggere in questo articolo, ndr.).

In campo portuale, sono in fase di espletamento le procedure amministrative per la realizzazione del polo di Poggio Batteria, ed è stata aperta la procedura per l’altro porto in Chiusa. Interventi che superano i 200 milioni di euro. A questo si unisce la partita delle aree retro-portuali, ex Irfid e Terre Rosse, vendute all’Autorità Portuale di Piombino che dovrà presentare un piano attuativo, e il nuovo Regolamento urbanistico che tornerà in consiglio comunale per la sua approvazione definitiva nel corso del 2013.

Tra le questioni più di dettaglio, il sindaco e la giunta hanno ricordato la realizzazione di alcuni opere importanti come la riqualificazione di piazza Bovio e il polo culturale presso l’ex Ipsia, i cui lavori sono stati avviati recentemente, il nuovo allestimento del Castello, l’investimento di 1 milione di euro sul parco archeologico di Baratti e Populonia, attraverso finanziamenti statali e la partecipazione di 10 università italiane.

Confermati inoltre i lavori per il recupero della costa dal rischio di erosione e frane, con l’avvio delle gare di appalto proprio in questi giorni,  e il ripristino del cordone dunale sulla Costa Est attualmente in corso. Sull’erosione della Costa Est, l’assessore Chiarei ha evidenziato il lavoro di monitoraggio attualmente in corso da parte della Regione, che servirà per elaborare delle ipotesi progettuali valide da adottare. Insieme alla Regione e alla Provincia sarà fatto un punto anche su Baratti, attraverso una verifica dell’intervento già effettuato a protezione della chiesa di San Cerbone.

“E’ importante comunque che il Comune mantenga un ruolo propulsore per la città – ha concluso Anselmi – Marciare insieme ai lavoratori non significa rinunciare a presentare un libro o a festeggiare sobriamente il Capodanno. Il nostro compito non è solo quello di far tornare i conti, ma anche quello di promuovere la crescita culturale della città, valorizzando il suo capitale sociale. La crisi induce a una riflessione su come si fa squadra, rinunciando anche a qualcosa, per fare un passo avanti tutti insieme.”

Ufficio stampa Comune di Piombino

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.12.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

5 Commenti per “PIOMBINO: I «SOGNI» DI FINE ANNO DEL SINDACO ANSELMI”

  1. sasso indigesto

    “Lucchini commissariata, Decreto sviluppo e smantellamento della Concordia sono i pilastri delle prossime azioni del sindaco Anselmi e della giunta”
    Ecco il sottotitolo di un articolo in prima pagina dell’edizione online de “Il Tirreno”, giornale notoriamente non “ostile” alle giunte a guida PD.
    Come dire che i “pilastri” delle loro “azioni” sono fondati sulle disgrazie degli altri.
    Se non ci fosse da piangere, verrebbe voglia di ridere.

  2. mario

    alla faccia della coerenza e della dignità.

  3. Luca

    Quella della SS398 è veramente forte… «consegnato e disponibile presso gli uffici comunali» se fosse vero sarei proprio curioso di leggerlo… speriamo che il Corriere Etrusco, se il documento esiste, lo pubblichi quanto prima.

    Comunque, è buffo che noi lettori, e questa testata, si passi come quelli dell’opposizione a prescindere, quando in realtà siamo solo quelli che si sono stancati di bere i “sogni” del nostro sindaco.

    Buon anno nuovo.

    P.s. perché nella conferenza stampa di fine anno nessun giornalista gli ha chiesto come ci si sente ad essere “trombato” dai suoi amici di partito? Tutta Piombino è tempestata di volantini “Vota Silvia Velo”… 🙂

  4. marino

    invece a campiglia votano tutti Guerrieri

  5. angelo

    Ma, più che sogni qui si tratta di incubi notturni quali certamente saranno per il Sindaco i volti dei componenti la Direzione PD riuniti a discutere della sua candidatura.
    Fa davvero un pò pena quest’ uomo.
    Ma ci rendiamo conto di quello che gli hanno combinato i suoi compagni ed amici ?
    Non sarà certamente un genio come lui si crede, ma anche se ci vuole poco meglio degli altri, secondo me, era.
    Buon anno

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    54 mesi, 18 giorni, 8 ore, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it