LUCCHINI, SIMONCINI SOLLECITA UN INTERVENTO COMPLESSIVO DEL GOVERNO PER PIOMBINO

Delegazione in visita alla Lucchini

“Un incontro interlocutorio che, se da un lato ha permesso di prendere atto delle comunicazioni del nuovo amministratore delegato di Lucchini Francesco Chindemi, non ha tuttavia permesso di fugare le preoccupazioni sulle prospettive dello stabilimento”. Così l’assessore alle attività produttive lavoro e formazione Gianfranco Simoncini commenta l’incontro svoltosi oggi a Roma, presso il ministero dello sviluppo economico.

“Ad oggi – spiega l’assessore – non è ancora stato individuato nessun investitore pronto a rilevare l’azienda e le iniziative in corso da parte della società sembrano più finalizzate ad evitare un’erosione delle disponibilità finanziare che ad avviare un rilancio”.

E’ per questo, prosegue l’assessore che, “ben sapendo delle difficoltà generali del mercato e dei problemi particolari della Lucchini, abbiamo chiesto al Governo, manifestando la disponibilità delle Regione, di accompagnare con forza l’azienda nella ricerca di soggetti industriali disponibili ad investire ed a realizzare un piano industriale credibile e sostenibile alla Lucchini di Piombino. Ciò con la consapevolezza di quanto Lucchini rappresenti non solo per gli addetti diretti, ma anche per un gran numero di aziende e lavoratori dell’indotto”.

Al Governo, rappresentato dal Sottosegretario De Vincenti, l’assessore ha chiesto di aprire un tavolo specifico su Piombino in considerazione delle diverse vicende che si intrecciano e sono presenti in quel territorio: Lucchini, Magona, Sin (sito di interesse nazionale), ma anche Enel. “Un tavolo – conclude Simoncini – che dovrà permettere di portare a termine vicende da troppo tempo aperte come quelle del Sin, verificando le possibili interrelazioni tra le diverse vicende ma anche le opportunità che la posizione geografica, il legame col mare possono offrire per lo sviluppo delle diverse attività e quale contributo può venire dal Governo in tale direzione. Ho apprezzato la disponibilità subito manifestata dal sottosegretario Claudio De Vincenti.”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.7.2012. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    42 mesi, 20 giorni, 11 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it