NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 26 SETTEMBRE 2012

QUALITÀ DELL’ARIA A FOLLONICA: I RILIEVI DI SCARLINO ENERGIA IN LINEA CON I DATI DI ARPAT

Riceviamo e pubblichiamo da Scarlino Energia.

«I valori della qualità dell’aria di Follonica rilevati dall’Arpat sono gli stessi registrati dalla centralina di Scarlino Energia. E’ quanto emerge dall’incrocio tra i dati dell’Agenzia regionale relativi alla campagna di misura iniziata a maggio 2011 e conclusa nel maggio 2012, e quelli della società scarlinese.

Situate a poche centinaia di metri nell’area sud di Follonica (la prima in via del Buttero, la seconda in via di Lago di Bracciano), le apparecchiature delle due stazioni hanno evidenziato gli stessi valori sia per il biossido di azoto (NO2) che per i PM10 (inquinante originato principalmente dal traffico delle auto).

Oltre a fornire una più valida “controprova” dell’efficienza dei controlli effettuati da Scarlino Energia, il monitoraggio Arpat è stato utile anche a verificare in un arco temporale di 12 mesi le ricadute delle emissioni industriali provenienti dalla zona industriale di Scarlino. Nel periodo preso in esame, c’è infatti da evidenziare che nei primi sei mesi della campagna di misurazioni (da maggio a dicembre) l’impianto di recupero energetico era in attività, mentre negli ultimi 8 mesi (da gennaio a agosto 2012) le linee di combustione erano ferme in virtù della sentenza del Tar che ha annullato le autorizzazioni. Nei due blocchi temporali, con e senza inceneritore, non sono state emerse significative differenze.

I risultati e le conclusioni della ricerca dell’Agenzia regionale sono stati esposti in un documento trasmesso ai Comuni di Follonica e Scarlino. «Il monitoraggio svolto dal Laboratorio mobile per il rilevamento della qualità dell’aria – si legge nella relazione – ha fornito un quadro ambientale tale da evidenziare un largo rispetto dei limiti normativi previsti dal DLgs 155/10 per la tutela della salute umana; difatti, i dati misurati sono ampiamente al di sotto delle soglie normative previste. Tutti gli inquinanti indagati hanno evidenziato indicatori che rispettano ampiamente le soglie previste dalla normativa vigente in materia, mettendo in evidenza una quadro rassicurante circa la “protezione della salute umana”. Il biossido di zolfo (SO2), pur dimostrando valori misurati ampiamente al di sotto dei limiti normativi, si presenta come il parametro di maggiore interesse».

__________________________

ENERGIA: IN TOSCANA SI CELEBRANO I 50 ANNI DI ENEL CON IL VILLAGGIO TECNOLOGICO ENEL 5.0 IN SANTA CROCE A FIRENZE. ANCHE LE CENTRALI DI LIVORNO E PIOMBINO NELLA GRANDE STORIA DELL’ENERGIA

Domani, alle ore 12:30, in piazza Santa Croce a Firenze si inaugura il villaggio tecnologico itinerante Enel 5.0, che celebra per i 50 anni dell’azienda. Il museo interattivo è aperto al pubblico con ingresso gratuito da giovedì 27 a domenica 30 settembre dalle ore 10.00 alle 20.00. E’ la tappa regionale e racconta la storia dell’energia, anche di Livorno e provincia.

La storia, il presente e il futuro dell’energia sbarcano a Firenze: domani, giovedì 27 settembre alle ore 12:30, in piazza Santa Croce a Firenze si inaugura la tappa toscana di Enel 5.0, che celebra il 50° anniversario della nascita di Enel, alla presenza del Direttore Relazioni Esterne Enel Gianluca Comin e di numerose Autorità istituzionali, civili, militari e religiose. Enel 5.0 è uno spettacolare museo interattivo che, attraverso otto città italiane, racconta il ruolo di Enel nello sviluppo socio-economico del nostro Paese, ripercorrendone la storia e puntando l’attenzione anche agli scenari futuri. il territorio fiorentino e quello toscano sono senza dubbio tra i principali protagonisti insieme a Enel dell’elettrificazione e della crescita economica e sociale della regione: a Firenze Enel 5.0 sarà aperto con ingresso gratuito da giovedì 27 a domenica 30 settembre dalle ore 10:00 alle 20:00.

La manifestazione toscana rientra in una serie di eventi distribuiti su tutto il territorio nazionale, che culmineranno nel “Celebration day” del prossimo 6 dicembre, data ufficiale di nascita della società. Fondata nel 1962, dopo uno storico dibattito politico che portò alla nazionalizzazione di 1.300 aziende elettriche locali, a distanza di 50 anni Enel è oggi la più grande azienda elettrica d’Italia e una delle maggiori a livello globale. Una storia che comprende e racconta anche quella delle centrali elettriche di Livorno e Piombino, per molti anni impianti cruciali per il sistema elettrico nazionale.

Enel 5.0 propone un’esperienza unica che permette al visitatore di attraversare la storia dell’azienda, ma anche delle persone e della società italiana così come del futuro dell’energia dalla mobilità elettrica alle Smart Cities, usufruendo delle più avanzate tecnologie come realtà aumentata, attività interattive e sociali. All’esterno, un grande ledwall con animazioni. Info anche sul sito dedicato www.enelcinquepuntozero.it

____________________________

 

VENTURINA:  LICENZA MEDIA PER ADULTI E STRANIERI 

Il Centro territoriale permanente per l’istruzione e la formazione in età adulta organizza un corso per il conseguimento della licenza di scuola media media nell’aula SEFI a Venturina a partire dall’8 ottobre prossimo, in orario pomeridiano dalle 14.00 alle 18.00, dal lunedì al giovedì.

Il corso è destinato a persone adulte, italiane e straniere e gli iscritti sono già 17. Le iscrizioni  devono essere effettuate alla segreteria della Scuola Media di Via Torino a Piombino, tutti i giorni dalle 11.30 alle 13.30, e il martedì anche dalle 16.00 alle 17.00 a partire dal 2 ottobre.

Nell’eventualità in cui gli interessati non avessero la possibilità di iscriversi prima, potranno farlo il giorno dell’accoglienza da parte dei docenti che avverrà il 5 ottobre dalle 16 alle 18 nell’aula Sefi.

_______________________

TAPPA VENTURINESE PER LA MARCIA DELLA SOBRIETÀ

Si è svolta oggi la giornata della sobrietà, abbinata alla Marcia della Sobrietà organizzata dall’Arcat, associazione regionale dei club alcologici territoriali. Finalità dell’evento rivolto alla scuola media è stata quella di sensibilizzare i ragazzi all’uso consapevole dell’alcool ed è stata anche l’occasione per parlare del progetto condotto da Unicoop Tirreno “Non me la bevo”.

L’evento supportato dal Comune di Campiglia Marittima ha visto nella mattinata l’incontro alla sala Sefi degli studenti della scuola media Carducci con i marciatori dell’Arcat che andando da Grosseto a Pisa e fermandosi in ogni paese sensibilizzano la cittadinanza, e i ragazzi in particolare, al consumo consapevole dell’alcool. Come ha affermato Luciano Barbieri referente dell’associazione, il fenomeno dell’alcolismo oggi non è automaticamente legato a situazioni di disagio ma può interessare tutti indistintamente, per questo è necessario essere sempre attenti per poter prevenire una dipendenza molto pericolosa. La marcia, con il suo andamento lento, invita alla riflessione  che difficilmente è favorita dalla velocità delle macchine; scegliere la dimensione della marcia è quindi un invito a concentrare l’attenzione sul problema. All’incontro hanno partecipato l’assessore alle politiche sociali di Campiglia Elena Fossi, la presidente della sezione soci Unicoop Tirreno Silvana Pratesi, il presidente Arcat Manfredo Bianchi. Manuela Gori docente della scuola media Carducci di Venturina, Francesco Bardicchia medico psichiatra Asl 9 Grosseto.

Alle 15.00 la marcia ha ripreso dal Centro Commerciale Coop in direzione San Vincenzo seguita dalle associazioni sportive del pattinaggio I Falchi e del ciclismo Unione Ciclistica Venturina Arci Uisp.

_________________________________

PIOMBINO : L’ASIU VINCE IL PREMIO «RI-ACQUISTATI E RI-PRODOTTI»

L’Asiu, unica partecipata, insieme a nove comuni, hanno vinto il premio Ri-prodotti e Ri-acquistati, promosso da Legambiente Toscana e Revet.

L’iniziativa nasce per riconoscere le azioni virtuose da parte degli enti che hanno partecipato al bando regionale 2011 sugli acquisti verdi di prodotti Revet derivati dalle plastiche eterogenee delle raccolte differenziate toscane, recuperando la materia e trasformandola in prodotti come arredi urbani per parchi e giardini. Tra gli oltre 50 enti che hanno partecipato al bando della Regione, Revet e Legambiente hanno selezionato le realtà che per qualità e quantità degli acquisti, si sono distinte. Sono i Comuni di Calcinaia, Firenze, Gaiole in Chianti, Greve in Chianti, Grosseto, Massa e Cozzile, Prato, San Gimignano, Siena e l’Asiu di Piombino.

«Questo premio – ha dichiarato l’assessore regionale all’ambiente e energia Anna Rita Bramerini – va nella direzione e segna obiettivi su cui la Regione Toscana è impegnata da tempo. Siamo soddisfatti del risultato e ci auguriamo che funzioni da incentivo e da stimolo per tutti i Comuni toscani affinché investano un sempre maggiore impegno nella raccolta differenziata e al contempo nel riciclo effettivo dei materiali. La scommessa è duplice: da un lato ridurre la produzione di rifiuti e aumentare la raccolta differenziata, dall’altro incentivare le filiere del recupero».

______________________________

 

PIOMBINO: CONTRATTI DI «SOLIDARIETÀ» ALLA MAGONA

Contratto di solidarietà per far fronte alla crisi in Magona. L’accordo è stato raggiunto tra azienda e sindacati. Ieri le segreterie Fim, Fiom e Uilm e la RSU Magona hanno tenuto le assemblee di fabbrica per informare i lavoratori sul nuovo assetto dello stabilimento dal prossimo primo ottobre.

«Il sindacato — spiegano i rappresentanti dei metalmeccanici — ha dichiarato inevitabile e giusta la soluzione contrattata con l’azienda, di utilizzare i contratti di solidarietà per mantenere tutti i 530 lavoratori in forza, a fronte di una decisione presa dall’Azienda in una prima fase, di collocare 320 lavoratori in Cassa Integrazione Straordinaria».

I sindacati tuttavia «ritengono che i contratti di solidarietà siano una soluzione temporanea che garantisca la tenuta occupazionale ma che da sola non possa essere la soluzione del problema. Un assetto industriale privo della laminazione non può avere una prospettiva di competitività e di autonomia produttiva.

Anche un eventuale decreto governativo per abbattere il costo dell’energia, avrebbe ben poco impatto economico sul gruppo in assenza dell’attività della laminazione, che da sola consuma più del 60% dell’energia dell’intero stabilimento.

Quindi per dare un futuro alla Magona c’è bisogno di investire ora nelle produzioni e nel prodotto, a partire dalla Laminazione e c’è bisogno di dare massima autonomia commerciale all’Azienda locale affinchè, svincolata dalla stretta della filiera di approvvigionamento esterno, rivelatasi negativa, possa comprare a prezzi competitivi sui mercati mondiali, consentendoci di recuperare terreno sui profitti. Non è accettabile confrontarsi con la crisi riducendo a zero le potenzialità e l’autonomia di uno stabilimento».

Le segreterie e la RSU pensano che «Mittal non dia futuro alla Magona». «Rispetto a ciò è determinante il sostegno e l’intervento delle istituzioni locali, Regionali ,della politica e del governo, affinchè si possano determinare condizioni esterne che favoriscono il rilancio del territorio e dello stabilimento (costo delle bonifiche, infrastrutture, costo della energia) e che possano determinare l’acquisizione dello stabilimento, in tutta la sua interezza, da parte di chi abbia una prospettiva di sviluppo e di innovazione sugli impianti e sui prodotti».

_________________________________

 

PIOMBINO:  LE PREOCCUPAZIONI DI FABIO EVANGELISTI DELL’IDV PER IL FUTURO LUCCHINI

L’IDV preoccupata per il futuro della Lucchini, dopo il nuovo allarme lanciato dai sindacati, torna ad invocare «un piano nazionale per la siderurgia». «Condividiamo le preoccupazione dei lavoratori delle Acciaierie Lucchini di Piombino: non è accettabile che l’unica strategia di presunto rilancio sia fondata unicamente sui continui stop all’altoforno. Di questo passo, l’azienda non può andare avanti e si continueranno soltanto ad accumulare debiti senza nessuna strategia di ripresa. Per questo torniamo a chiedere una decisa e chiara presa di posizione da parte del Governo, che deve finalmente dire ai lavoratori e al territorio della Val di Cornia che cosa intende fare dell’industria siderurgica italiana e quale politica industriale vuole mettere in campo per risollevare questo settore strategico per il Paese».

A dichiararlo sono l’onorevole Fabio Evangelisti, segretario Idv Toscana, e Roberto Rizzo, responsabile del dipartimento lavoro Idv Toscana. «I risultati di questa strategia al ribasso sono sotto gli occhi di tutti – incalzano Evangelisti e Rizzo – se è vero che il primo trimestre del 2012 si è chiuso con una perdita di circa cento milioni di euro. Tempo fa, avevamo salutato con favore l’insediamento del nuovo Consiglio d’Amministrazione. Invece, si continua a perseguire la via del ridimensionamento, della scarsa produzione, degli stop all’altoforno».

«In questo scenario desolante, continuiamo a registrare la totale assenza del Governo e del Ministero dello Sviluppo Economico”, spiegano i dirigenti Idv. “Per scongiurare una catastrofe sociale e occupazionale della Val di Cornia è necessario che il Governo presenti un Piano nazionale per la siderurgia e attivi un Tavolo per Piombino capace di disegnare una strategia di crescita fondata sul rilancio industriale, sulla bonifica delle aree, sul potenziamento infrastrutturale della Val di Cornia».

___________________________

FOLLONICA LIBERA: SOLO POLEMICHE PRETESTUOSE NEI NOSTRI CONFRONTI

Riceviamo e pubblichiamo dalla lista civica follonichese.

«La notizia della consegna di una lettera da parte dei soci dei villaggi a Bersani insieme a parte del giornalino “Liberiamo Follonica!” e’ confermata dalla risposta del PD cittadino che ammette il successivo interessamento diretto sulla questione da parte del segretario regionale. Per noi l’importante e’ sapere che dopo questo episodio la segreteria cittadina riconosca che una soluzione debba essere trovata. Siamo felici di constatare che dopo tanti anni di ostinata contrarieta’, finalmente in casa PD abbiano cambiato idea.

Al di la’ di queste considerazioni, notiamo che questa uscita del PD follonichese e’ stata il pretesto per fare provocazioni alla nostra lista civica accusandola di berlusconismo. Non ci interessa entrare in una inutile polemica con un partito che e’ comunque parte di un Sistema di potere. Non e’ di certo prendendosela con noi di Follonica Libera che riuscira’ di nuovo a convincere le molte persone ideologicamente formate a sinistra che non si sentono piu’ rappresentate a continuare a votare PD. Vorremmo solo far presente che la parola liberta’ non ha nulla a che vedere col populismo. Sosteneva Cicerone che la liberta’ non consiste nell’avere un buon padrone (come credono di avere quelli del PD), ma nel non averne affatto».

___________________________

SILVIA VELO: «NOI FACCIAMO LA NOSTRA PARTE, SULLA SIDERURGIA GI AUGURIAMO PIU’ STIMOLI DA PARTE DELLE IMPRESE»

 Riceviamo e pubblichiamo da Silvia Velo deputato PD in parlamento.

“Il dottor Simeone, vice presidente del Cda della Lucchini Siderurgica, dice che le istituzioni e la politica non hanno affrontato la crisi del settore a Piombino: si tratta di accuse ingenerose”. Lo afferma Silvia Velo, deputata Democratica, la quale aggiunge: “Le istituzioni se ne sono occupate con grande autorevolezza e impegno, in primo luogo gli enti locali, come ha già spiegato il sindaco Anselmi, e il presidente Rossi che ha sempre seguito la vicenda anche compiendo atti concreti come la richiesta d’inserimento del sito di Piombino nelle aree di crisi industriale complessa. Stupisce che il dottor Simeone si riferisca al decreto Taranto, dimenticando completamente che quel provvedimento è nato da una pesantissima vicenda giudiziaria che non ha niente a che vedere con la situazione della fabbrica piombinese.

Del resto, in sede di conversione del decreto il parlamento ha approvato un odg a mia firma – spiega ancora Velo – che impegna il governo a inserire Piombino nelle aree di crisi industriale complessa, alla stregua di Taranto, argomento che è al centro di una risoluzione da me proposta che verrà discussa domani nella commissione Attività produttive di Montecitorio. Insomma, noi stiamo facendo la nostra parte. Piuttosto, ci auguriamo che le dichiarazioni di Simeone rappresentino un cambio di passo della rappresentanza del mondo delle imprese che fino ad oggi ha dato pochi stimoli al governo, tacendo sulla crisi dell’industria siderurgica italiana e sull’assenza di politiche industriali a sostegno del settore”.

________________________________

PIOMBINO: INTERVENTO DI CATALOGAZIONE DEI BENI STORICO-ARTISTICI DELLA CITTÀ

Il patrimonio storico artistico di Piombino. In occasione delle Giornate europee del patrimonio, sabato 29 settembre alle 17 al Castello di Piombino si svolgerà una conferenza di presentazione dell’intervento di schedatura e catalogazione dei beni storico-artistici della città.

Un progetto promosso dal Comune di Piombino e condotto da Cristina Bernazzi in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici di Pisa e Livorno.

All’iniziativa partecipano Riccardo Belcari dell’Università di Pisa, Roberta Martinelli, Soprintendenza di Pisa, Cristina Bernazzi storico dell’arte e Andrea Baldocchi critico d’arte.  Sarà presente inoltre l’assessore alla cultura del Comune di Piombino Ovidio dell’Omodarme.

Nel corso della conferenza verrà illustrata nei dettagli la scheda catalografica utilizzata in modo da spiegare al pubblico la quantità e la qualità dei dati per ogni monumento o opera d’arte. Saranno proiettate inoltre immagini relative al patrimonio culturale di Piombino.

_________________________________

 

VENTURINA:  TORNA “SPORT PER TUTTI” AL PARCO ALTOBELLI

Il comune di Campiglia Marittima ha organizzato anche quest’anno in collaborazione con il Comitato provinciale del Coni la 16^ Giornata dello Sport per tutti, in calendario per giovedì 27  settembre ai giardini e nella palestra delle scuole Altobelli a Venturina.

L’evento vede protagonisti anche la regione Toscana, la provincia di Livorno, l’Ufficio scolastico Provinciale, le Federazioni, delle Società, le Associazioni Sportive e l’Istituto comprensivo Marconi di Venturina che ha affidato il ruolo di coordinamento al docente di educazione fisica Paolo Chesi. L’iniziativa d’interesse regionale ha lo scopo di favorire  la pratica sportiva intesa come servizio e come diritto di tutti i cittadini, senza distinzioni di età, sesso, condizione sociale, stato fisico o psichico.

Nell’area Altobelli saranno predisposte postazioni, dove tutti i ragazzi potranno conoscere e provare direttamente le diverse discipline sportive proposte (ciclismo, equitazione, tennis, calcio, basket, pallavolo, arti marziali, rugby, bocce, agility dog).

Dalle 9.00 alle 12.00 di giovedì parteciperanno gli studenti delle scuole elementari Marconi, Altobelli di Venturina e Amici di Campiglia, per questi ultimi l’amministrazione comunale mette a disposizione il servizio autobus. Il pomeriggio dalle 14.00 invece tutti potranno prendere parte alla manifestazione. Queste le associazioni sportive presenti per far sperimentare ai ragazzi la loro attività: ASD Calcio Venturina Settore giovanile, ASD Basket Venturina, Associazione Equestre Il Felciaino, Rugby Rufus ASD S. Vincenzo, Pallavolo Libertas Venturina, Circolo Tennis Venturina, Arti marziali Arci Uisp, Unione Ciclistica Arci Uisp Venturina, Associazione Bocciofila Venturina, Agility Dog Snoopy Venturina.

_________________________

LA MARCIA DELLA SOBRIETA’ A VENTURINA

L’Arcat, associazione regionale dei club alcologici territoriali, mercoledì 26 settembre organizza un’iniziativa con la scuola in occasione della Marcia della Sobrietà che farà tappa nel comune di Campiglia, a Venturina. Gli eventi avranno inizio alle 11.30 nella sala Sefi, dove si terrà un incontro tra i marciatori, gli organizzatori, le autorità locali e gli studenti delle classi seconda e terza della scuola secondaria di primo grado “G. Carducci”.

La marcia partirà alle 15.00 dal Centro Commerciale Coop in direzione San Vincenzo seguita da alcune associazioni sportive locali che si uniranno all’Arcat condividendo lo spirito dell’associazione che lotta contro la dipendenza dall’alcool puntando soprattutto sulla solidarietà, sul dialogo, sul ruolo della famiglia, sul confronto tra esperienze dirette diverse.

Il programma dell’incontro con i ragazzi a Venturina prevede alle 11.30 il saluto delle autorità  e l’apertura dei lavori a cura del presidente Arcat Manfredo Bianchi. Interverranno quindi Luciano Barbieri come referente della Marcia per l’Aicat, Manuela Gori docente della scuola media Carducci di Venturina, Francesco Bardicchia medico psichiatra Asl 9 Grosseto.

______________________________

 “PULIAMO IL MONDO” CON LE ELEMENTARI DI CAMPIGLIA E VENTURINA

Quest’anno l’appuntamento con Puliamo il Mondo, la manifestazione internazionale dedicata all’ambiente promossa da Legambiente, è fissato per venerdì 28 settembre prossimo e vi parteciperanno gli studenti delle elementari di Campiglia “Amici” e Venturina “Altobelli”.

Il comune di Campiglia sostiene l’iniziativa acquistando i kit di Legambiente che contengono: cappellini, guanti, sacchi, palette e pettorali, utili e graditi ai bambini,  per comporre una pacifica truppa all’attacco dei rifiuti che rovinano il verde cittadino. Il progetto consiste nel prendersi cura di un luogo pubblico, quindi i ragazzi di Venturina puliranno i giardini Altobelli circostanti la scuola e quelli di Campiglia opereranno nel Parco della Rocca.

L’iniziativa ogni anno vede impegnati l’amministrazione comunale e i bambini e le maestre delle scuole dell’Istituto Comprensivo e si pone la finalità di far capire ai ragazzi il valore del rispetto per l’ambiente e per gli spazi pubblici. Le elementari di Venturina Altobelli e Marconi aderiscono alternandosi ogni anno l’una all’altra.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.9.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    13 mesi, 15 giorni, 9 ore, 13 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it