AUTOSTRADA TIRRENICA: FABIANI MENTE SAPENDO DI MENTIRE?

Questa sera, 10 maggio, alle 21 presso la sala del Perticale a Piombino si terrà la prima vera iniziativa che illustra ai cittadini le molte problematiche per la realizzazione della “nuova” autostrada Tirrenica, dove i difetti sono di gran lunga maggiori dei pochissimi pregi e dove “l’accanimento terapeutico” degli attuali vertici del PD può essere compreso solo pensando in “mala fede”.

Ci scusiamo con l’occasione con i nostri lettori che hanno dovuto leggere la replica del segretario Fabiani su “La Nazione” di oggi, ma per l’ennesima volta l’ufficio stampa del locale PD si è “dimenticato” di inviarlo anche alla nostra testata, nonostante per ben due volte abbiamo fatto richiesta d’inserimento nell’indirizzario delle testate giornalistiche, pensando in buona fede ad un errore. Mentre gli ignari iscritti al PD potrebbero invece pensare che questa testata è faziosa, e che non pubblica volutamente i comunicati del loro partito.

A titolo personale informo i lettori del Corriere Etrusco e gli amici iscritti del PD, che ho voluto essere il primo firmatario della famosa petizione contro  un autostrada realizzata a queste scellerate condizioni, pur non essendo iscritto al movimento NO SAT  anche se ne condivido pienamente le motivazioni. La petizione ha raccolto in 8 giorni quasi 700 firme e 2.400 “Mi Piace” su Facebook. E’ Firmabile facilmente a questo indirizzo:  http://www.firmiamo.it/tirrenica–no-sat-su-aurelia-con-pedaggio .

Il PD, pur perdendo voti, ha retto meglio all’ultima tornata elettorale rispetto al dramma del PDL, perché il suo elettorato ex comunista ha un senso forte delle istituzioni e dei corpi intermedi – partiti, sindacati – che le incarnano. Ma se il burocrate Rossi, e i burocrati locali, continueranno a considerare i NO SAT un’allergia passeggera, lo tsunami dell’indignazione popolare sommergerà presto anche loro.

Giuseppe Trinchini

_________________________________

LE STRANEZZE DEL PD. SI SVEGLIA TARDI E ACCUSA GLI ALTRI DI NON SOSTENERLO.

 Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato stampa della lista civica campigliese  “Comune dei Cittadini”.

«Il segretario del PD Fabiani auspica il sostegno di tutti per evitare che si paghi il pedaggio per percorrere la strada che c’è.  Gli ricordiamo semplicemente che siamo stati tra i primi, nel 2009, nel silenzio delle amministrazioni locali,  a sollevare questo problema e da allora abbiamo fatto molte iniziative per informare i nostri cittadini su quello che stava per accadere. Cosa che non ha fatto il PD e le amministrazioni nelle quali è maggioranza. Vogliamo ricordargli anche che in un Comune, Campiglia, nel 2011 è stato votato all’unanimità un ordine del giorno che impegnava la Giunta a illustrare ai cittadini il progetto dell’autostrada, compresa la partita dei pedaggi, e che nulla di nulla è stato fatto. Non pensa che violare platealmente un voto unanime sia un atto grave di scorrettezza verso il Consiglio, compresa la propria maggioranza,  ma soprattutto verso i cittadini che hanno il diritto di sapere, dai propri amministratori (e non solo dalle liste di opposizione), come stanno davvero le cose?

Se ritardi e incongruenze ci sono in questa vicenda, queste riguardano proprio il PD che non ha informato correttamente sui pericoli, preferendo la propaganda a sostegno dell’autostrada, giudicata opera strategica per lo sviluppo di questi territori anche quando i dati sui traffici, l’esosità delle tariffe  e la mancanza di opere complementari per la viabilità locale, testimoniano più a favore dei danni che dei benefici. Senza considerare che l’Europa, per la costa tirrenica, invita a investire per potenziare porti e ferrovie.

Il PD non ha mai chiesto al Consiglio comunale di prendere una posizione critica sull’operato della SAT, del Governo e ora anche della stessa Regione.

Come giudica il PD locale la richiesta della Regione, avanzata recentemente al Governo, di esentare i soli residenti per 20 km di percorrenza in una sola direzione, per i soli veicoli di classe A e semprechè imbocchino l’autostrada dal casello più “adeguato”?  Con questa esenzione andata e ritorno nel tratto Venturina- Rosignano costerebbe  13 euro anziché 17. Il PD considera adeguato questo sconto? Come giudica che per ottenere non meglio precisati sconti anche per i pendolari (chi sono?) la Regione propone che la SAT non paghi le tasse e i canoni all’ANAS per l’uso di una strada pubblica? Perché, fino ad oggi, il PD non ha sentito il bisogno, anche solo per fugare ogni minimo dubbio sul conflitto d’interessi, di chiedere che siano separate le cariche di presidente della SAT e di Commissario governativo per l’autostrada?

Noi avvertiamo il bisogno di informare i cittadini e valutare con loro gli effetti di un progetto che consideriamo non rispondente ai bisogni reali di questi territori.  Se il PD farà altrettanto troverà alleati tra i cittadini e nei consigli comunali. Intanto cessi di fare prediche a chi si è svegliato parecchio prima di lui».

Comune dei Cittadini

_____________________

Tratto da “La Nazione” del 10 maggio 2012

PIOMBINO IL SEGRETARIO DEL PD FABIANI RISPONDE ALLE CRITICHE
«Autostrada, sì con garanzie: il nostro impegno è totale»
«L’esenzione dal pedaggio resta un punto fermo»
— PIOMBINO —
«SE L’INTENTO di un gruppo di politici locali che si sono ritrovati per ribadire la propria contrarietà rispetto al completamento dell’autostrada tirrenica è quello di informare i cittadini, occorre che l’informazione sia completa altrimenti diventa disinformazione e in quel caso non avrebbero certo fatto un buon servizio ai cittadini».
COSÌ Valerio Fabiani segretario Pd della Val di Cornia e dell’Elba commenta gli articoli di ieri delle minoranze sull’autostrada. «Il Partito Democratico della Val di Cornia è stato il primo partito del territorio ad essere perfino sceso in piazza insieme ai nostri sindaci per chiedere che il progetto proposto da Sat tenesse conto delle reali esigenze dei cittadini e soprattutto dei lavoratori e delle imprese locali. La prima di queste esigenze è indubbiamente collegare il territorio alla principale viabilità nazionale ed internazionale completando la Tirrenica e quindi colmando il buco che insiste fra Rosignano e Civitavecchia e realizzando la 398 fino al Porto di Piombino. Oltre a questo abbiamo chiesto che fosse prevista un’esenzione per i residenti capace di garantire il diritto alla mobilità in quei territori nei quali non è presente un’adeguata viabilità alternativa e in cui l’attuale variante Aurelia rappresenta l’unica strada di accesso anche a servizi fondamentali come scuole e ospedali.
A DIFFERENZA di altri non ci siamo limitati a denunciare un problema ma ci siamo messi a lavorare». «Dal momento che non siamo gli unici a far parte della maggioranza che governa la Regione e non siamo i soli ad avere rappresentanti in Parlamento – conclude Fabiani – ci auspichiamo che anche tutti gli altri che tardivamente, per loro stessa ammissione, si sono accorti che ci sono dei problemi da risolvere, finiti i volantinaggi, deposti i banchetti e spenti i riflettori dei media locali, si mettano a lavorare. Di certo non saremo noi a rifiutare un loro aiuto che, purtroppo, fino ad oggi non è pervenuto».
m. p.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.5.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “AUTOSTRADA TIRRENICA: FABIANI MENTE SAPENDO DI MENTIRE?”

  1. ASTUTO CACCIATORE

    Fabiani ha ancora poca esperienza, in termini temporali, come funzionario di partito, ma si vede come è già diventato bravissimo a esprimere, con un abile retorica, quelli che sono i tipici metodi imbonitori verso il popolo e denigratori verso gli avversari, del nostro caro vecchio “Partito”. Bravi, alla scuola di partito siete molto in gamba nel formare le nuove generazioni.

  2. Luca

    Questa volta scrivo per spezzare una lancia a favore di Trinchini che si ritrova a sopportare tutte queste angherie da un partito che si proclama “democratico”.

    Democraticamente il partito manda i comunicati solo a che vuole lui, determinando così di fatto una classifica di stampa amica e stampa nemica.

    Ma se così è, cari lettori di altri giornali cartacei tanto cari al PD, state attenti… l’informazione a cui attingete è probabilmente “geneticamente modificata”, e stata credendo, come in una famosa barzelletta, “che gli asini volano” perché l’avete letto su quel giornale…

  3. mario

    ma è pù grave che il segretario del pd dica queste cose perché non sa o perché dice volutamente il falso? a me sembra un goffo tentativo di stare coi frati e zappare l’orto… ma ora non c’è più nemmeno l’orto dei frati a Piombino

  4. Andrea Serni

    Ogni intervento parte da zero come se il tempo passato e le dichiarazioni fatte nn avessero chiarito la situazione :Niente complanari ne pedaggio gratis(Bargone)il pedaggio si paga (Ex ministro Matteoli)il contributo x la 398 dal governo se prima c’era la priorita ora e’ cambiato e chissa’;x la parte che riguarda SAT non e’ stato presentato nemmeno il piano finanziario chissa da cosa si vede il contributo ,l’unica cosa certa e la fregatura del pedaggio ,pericoli ,e disagi x i cittadini.
    Noi ci siamo mossi tardi x fare informazione ;ma chi la sostiene ancora non l’ha fatta anzi sembra che voglia farci trovare davanti al fatto compiuto.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 10 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it