SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’ PER UNA OCULATA GESTIONE DEL TERRITORIO

Riportiamo integralmente un intervento della locale SEL sulla disputa relativa a cemento e territorio in atto in Toscana.

«La disputa che si è aperta tra l’ Assessore regionale Marson ed esponenti del PD e PSI locale, non può essere liquidata come una semplice polemica estiva – iniziail comuicato – ma deve dar luogo, al più presto ad una seria verifica politica non escludendo modifiche alla stessa legge 1/2005 . L’obbiettivo prioritario è il riuso dei volumi esistenti tendendo al consumo zero di nuovi suoli e che ridia alla Regione un forte azione di indirizzo e controllo nei confronti di comuni e province.

Riteniamo quindi corretti gli indirizzi dell’ Assessore Marson  ritenendo necessario mantenere la coerenza del  piano strutturale dentro il regolamento urbanistico ( nel nostro comune in corso di elaborazione ) proprio sul principio della sostenibilità operando il recupero e la riqualificazione di aree degradate, marginali o dismesse e di contenere il consumo di nuovo suolo.

Crediamo che molto ci sia da fare nel favorire vere politiche di area vasta che superino i limiti angusti dei singoli comuni, nel prevedere criteri premianti che agevolino tali processi, nel considerare la pianificazione urbanistica come atto che comprende l’equilibrio tra costruito e non costruito, come un tutt’uno con l’ambiente e il paesaggio in tutti i suoi aspetti.

In sede locale riteniamo che vi sia un punto che potrebbe  dar luogo ad appetiti speculativi sul  territorio; ci riferiamo all’ipotesi della strada Fiorentina-Ghiaccioni. Per noi è scontato quanto scritto nel programma di maggioranza e  cioè che quell’asse viario non potrà mai essere una direttrice di sviluppo urbanistico.

Ci pare serio anche discutere sulle novità che stanno producendo effetti positivi sulla viabilità: la doppia corsia di marcia e le rotatorie sulla provinciale in entrata in città. Ciò induce a riflettere  se mantenere una previsione come la Fiorentina-Ghiaccioni ( oltrettutto costosa),  o ragionare su soluzioni meno impattanti ed onerose. Per SEL la priorità rimane comunque la realizzazione della SS398  come fattore fondamentale dell’assetto infrastrutturale della Val Di Cornia».

Per Sinistra Ecologia Libertà

Coordinamento Piombino-Val Di Cornia

Ilio Benifei

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.8.2010. Registrato sotto politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 14 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it