PIOMBINO: RIGASSIFICATORE, PRESENTATO RICORSO AL TAR CON SOSPENSIVA

il sindaco Francesco Ferrari

Piombino (LI) – Il Comune di Piombino ha notificato il ricorso al Tar del Lazio predisposto dall’avvicato Michele Greco di Orbetello contro l’autorizzazione concessa dal commissario straordinario Eugenio Giani per la realizzazione del rigassificatore nel porto di Piombino.

Il Sindaco di Piombino Francesco FErrari ha così commentato: “Come avevamo preannunciato abbiamo presentato il ricorso, che contiene una lunga serie di contestazioni sull’autorizzazione rilasciata dal Commissario incentrate principalmente sulla tutela della salute e dell’incolumità pubblica, oltre che sulla inidoneità della nave Golar Tundra, dal punto di vista strutturale, ad operare in sicurezza nel porto di Piombino. Lo riteniamo un atto doveroso al fine di demandare alla Magistratura la verifica sulla sicurezza di quest’opera”.

“Siamo consapevoli dell’emergenza energetica e del carattere di interesse nazionale delle nuove misure di approvvigionamento del gas ma ciò non può prescindere dalle garanzie sulla sicurezza della comunità piombinese. – ha spiegato il sindaco – Il recente avvio dei cantieri, inoltre, ha imposto che il ricorso includesse una richiesta cautelare di sospensiva che determinerà anche un’accelerazione dei tempi del giudizio. Abbiamo fiducia nella Magistratura e siamo convinti che in breve tempo giungeremo alla risoluzione della vicenda”.

___________________________________________

Gas: Comitati Piombino, invitiamo organi a controllo cantiere: ‘Prendiamo atto inizio lavori Snam, costante azione vigilanza’

“Dopo un sopralluogo vicino all’area di cantiere di Snam, in cui sono state portate ruspe per scavare, prendiamo atto dell’inizio dei lavori per la realizzazione del metanodotto. Dal momento che i lavori interesseranno il Sin di Piombino per 3,8 km in terra e in mare, e che i lavori dovranno essere eseguiti rispettando tutte le prescrizioni degli enti competenti, invitiamo tutti gli organi preposti al controllo ad attivarsi fin da subito e a rendere pubblici i risultati”.

Così in una nota i comitati di Piombino contrari al rigassificatore. Oggi il comitato Liberi insieme, La Piazza, Gazebo 8 giugno e Salute pubblica si sono riuniti per fare il punto della
situazione. “Da parte nostra – aggiungono – sarà svolta una costante azione di vigilanza sul territorio e sugli esiti dei controlli”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.11.2022. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    65 mesi, 6 giorni, 12 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it