FERRARI: ESPOSTO AL PREFETTO AFFINCHÉ COLMATA SIA CENTRO ABITATO

Francesco Ferrari

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle Piombino e un’Altra Piombino hanno presentato due mozioni nell’ultimo consiglio comunale per richiedere la trasformazione di Colmata in centro abitato, entrambe bocciate dal PD che in base “alla convenienza” in quanto il piano delle bonifiche della Regione toscana fa riferimento, per determinare la distanza minima fra abitazioni e discariche, a quanto stabilito dal codice della strada che definisce come centro abitato “L’insieme di edifici, delimitato lungo le vie di accesso dagli appositi segnali di inizio e fine. Per insieme di edifici si intende un raggruppamento continuo, ancorché intervallato da strade, piazze, giardini o simili, costituito da non meno di venticinque fabbricati e da aree di uso pubblico con accessi veicolari o pedonali sulla strada”. Questi parametri sono ampiamente rispettati dall’abitato di Colmata. Il Candidato Sindaco FRancesco Ferrari, assente al momento del voto, ha inviato una nota durissima sull’argomento che pubblichiamo integralmente.

«Il Partito Democratico ha perso un’altra occasione – inizia Ferrari – l’ennesima, per impedire il raddoppio dei volumi di discarica; non che pensassimo che potesse ravvedersi alla fine del mandato ma credevamo almeno che venisse rispettata la normativa del codice della strada.

Ed invece la maggioranza, nell’ultimo Consiglio utile, ha respinto le legittime mozioni di Un’altra Piombino e del Movimento 5 Stelle volte proprio a riconoscere Colmata come centro abitato, circostanza che impedirebbe di diritto il raddoppio della discarica.

Già mesi addietro avevamo manifestato la nostra volontà di impedire questo progetto nefasto e lo abbiamo ribadito recentemente, specificando che la strada per farlo è quella di una variante urbanistica che trasformi l’area in questione.

Tuttavia – continua il candidato Sindaco – anche la proposta delle due forze di opposizione ha un suo perché ed è apprezzabile oltre che funzionale; personalmente, sono dispiaciuto che l’orario dei lavori consiliari non mi abbia permesso di esprimermi a riguardo nella sede deputata. Se la legge deve essere rispettata, come ci auguriamo che tutti pensino, l’area di Colmata deve essere considerata centro abitato, avendone le caratteristiche dettate dalla normativa.

È per questo – conclude Francesco Ferrari – che vogliamo presentare un esposto al Prefetto di Livorno dove si chieda che l’Amministrazione comunale venga richiamata al rispetto di questa normativa e venga invitata a catalogare quella zona come centro abitato. Riteniamo doveroso ed opportuno invitare le altre forze di opposizione, ed a maggior ragione quelle due che hanno promosso l’iniziativa, a sottoscrivere insieme a noi l’esposto. Valuteremo, infine, anche l’opportunità di adire le autorità giudiziarie amministrative».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.3.2019. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 19 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it