CAMPIGLIA 2019: IL 26 OTTOBRE A VENTURINA L’ALTERNATIVA DI GOVERNO

Il logo del gruppo “Campiglia 2019”

Campiglia M.ma (LI) – Il 19 ottobre, si è tenuto il primo incontro del “Gruppo 2019”, che nel panorama politico locale e nell’agone della futura sfida elettorale per le amministrative del maggio 2019 a Campiglia nell’ex Mannelli a Campiglia ha fatto il suo primo confronto con la cittadinanza. Il prossimo appuntamento, forse il più importante e di sicuro interesse per i residenti nel comune di Campiglia, si terrà venerdi 26 ottobre a Venturina, presso la sala della Fiera alle ore 21.
Già numerose le adesioni di partiti politici e liste civiche, provenienti da tutta la Val di Cornia.

«Qualche volta è stata una già convinta adesione  – inizia la nota del “Gruppo 2019” –  qualche altra un interesse misto a curiosità e volontà di capire. L’esordio del “Gruppo 2019” nel panorama politico locale e nell’agone della battaglia elettorale per le amministrative del prossimo anno a Campiglia Marittima non è passato inosservato.

Lo ha reso evidente la prima iniziativa della nuova organizzazione che si è tenuta nell’ex cinema Mannelli a Campiglia. Tra i presenti, ha fatto in particolare presa la volontà di scegliere, per la partecipazione al voto, lo strumento della Lista civica senza connotazioni partitiche, in aperta contrapposizione alla maggioranza che da sempre regge il Comune e con l’unico legame di un programma fatto di pochi realizzabili punti da costruire direttamente ascoltando la gente.

Negli interventi, seguiti all’introduzione di Barbara Piras e Sara Gabrielli, è stato generalmente accolto il concetto legato alla presenza, già tra i promotori, di personaggi con connotazione e storie politiche diverse. Che, se hanno senso a livello di  orientamenti politici generali, rivestono invece un’importanza relativa nell’amministrazione di piccole realtà come Campiglia dove non è difficile, con buon senso e senza pregiudizi, trovare consensi sulle cose su cui intervenire.

Prova ne è che già dall’incontro nell’ex cinema sono uscite le prime richieste e le prime proposte che, nella fattispecie per Campiglia, sono state orientate verso la volontà di far rivivere un centro storico abbandonato all’inedia, il bisogno di puntare su economie legate al turismo, l’urgenza di organizzare servizi primari adeguati, l’offerta di una istruzione primaria in loco senza la quale una comunità è destinata al declino, infine l’importanza di salvaguardare la ricchezza di un patrimonio storico ed archeologico oggi in gran parte trascurato».

___________________________

MA CHI E’, E COSA VUOLE IL GRUPPO “CAMPIGLIA 2019”?

“Siamo un gruppo di cittadini delusi dall’operato della nostra amministrazione. – si legge nella presentazione sulla pagina Facebook – Nel 2019 ci saranno le elezioni comunali. Sentiamo il dovere civile di trasformare l’insoddisfazione in proposte per migliorare la qualità della vita e valorizzare al meglio le risorse di cui disponiamo. Stiamo vivendo momenti difficili, la crisi perdura da un decennio, manca il lavoro, troppi giovani se ne vanno, si sono ridotte le risorse pubbliche e le poche che restano spesso vengono sprecate. Più in generale ci pare che la nostra amministrazione si sia allontanata dai cittadini e dai loro concreti bisogni, finendo per perdere di vista le priorità. Sui temi dello sviluppo locale manca da tempo una visione del futuro di Campiglia Marittima e della Val di Cornia, dalla quale non si può prescindere se vogliamo davvero programmare il nostro futuro”.

Per questo il Gruppo è già al lavoro per stilare un programma e un percorso al di là dell’appartenenza partitica.

“Per questo chiediamo ai cittadini di farsi parte attiva per le prossime elezioni amministrative. – hanno aggiunto – Ci rivolgiamo a coloro che non votano, a chi è deluso dai partiti o da chi, pur identificandosi con un partito, ritiene che a livello locale sia più utile il confronto per affrontare meglio i problemi che abbiamo. Ci rivolgiamo a chi ha idee e proposte da avanzare. Il nostro obiettivo è unire e non dividere i cittadini perché dal confronto scaturiranno le soluzioni più rispondenti ai bisogni”.

Attualmente le persone che hanno aderito al Gruppo 2019 sono:
Nicola Bertini, Fiorenzo Bucci, Lucilla Buccianti, Stefano Donati, Sara Gabrielli, Mario Galleri, Lirio Gentili, Roberta Grassi, Simona Lecchini Giovannoni Luciano Quarati, Niccolò Pini, Barbara Piras, Alberto Primi, Franco Sgherri e Massimo Zucconi.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.10.2018. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 11 ore, 18 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it