PIOMBINO: CONAD E MODIFICHE AL REGOLAMENTO URBANISTICO

il palazzo comunale di Piombino

Piombino (LI) – Pianificazione urbanistica e rilancio dell’economia. Incontro positivo ieri in Comune con le associazioni di categoria, Confesercenti, Confcommercio, Cna, per condividere le scelte strategiche dell’amministrazione. Un momento di confronto costruttivo, convocato dal vicesindaco e assessore allo sviluppo economico Stefano Ferrini e dell’assessore all’urbanistica Carla Maestrini, su due procedimenti importanti che interesseranno la città nei prossimi mesi.  

Il tavolo è stato infatti l’occasione per una prima presentazione  di due varianti urbanistiche  che probabilmente verranno portate in adozione in consiglio comunale alla fine di maggio, da sviluppare parallelamente attraverso un percorso di incontri e di confronti con soggetti interessati e con la cittadinanza.
La prima variante, cosiddetta di “manutenzione” al Regolamento Urbanistico vigente,  ha l’obiettivo di favorire e promuovere occasioni di investimento e di sostegno alle imprese nei diversi settori dell’economia locale, favorire gli interventi di recupero e di riconversione del patrimonio edilizio esistente e l’attuazione degli interventi di trasformazione già previsti nel regolamento urbanistico attuale.

Con una campagna d’ascolto promossa nel settembre/ottobre 2016 rivolta alla cittadinanza, ai professionisti e agli operatori economici, sono stati raccolti infatti contributi e proposte adeguatamente valutati compatibilmente con gli obiettivi strategici del  Regolamento urbanistico e la non incidenza sul quadro previsionale strategico. In tutto sono stati 159 i contributi, proposte e segnalazioni pervenuti; di questi ne sono stati accolti il 75% perché coerenti con i criteri compatibilità al Regolamento urbanistico. I temi affrontati sono diversi, così come i luoghi interessati dalle modifiche: cambi di destinazione d’uso del patrimonio edilizio esistente, di destinazione urbanistica con nuove previsioni di trasformazione, alcune modifiche al piano particolareggiato della costa urbana, di Baratti, al piano degli insediamenti produttivi Apea e altro.

In conclusione, per snellire il procedimento e portare a compimento la parte più cospicua della variante in tempi brevi, lo strumento urbanistico verrà articolato in due fasi temporali: una prima fase, che tratta la maggior parte delle segnalazioni pervenute nel corso della campagna d’ascolto, riguardante temi e previsioni all’interno del territorio urbanizzato che non hanno incidenza sui beni paesaggistici e quindi soggetti a un procedimento semplificato; una seconda fase, che sarà attivata successivamente con il procedimento ordinario e quindi più lungo, che riguarda previsioni esterne alla città che necessitano di conferenza paesaggistica regionale.

La prima fase sarà quella che potrebbe essere portata in adozione alla fine di maggio e che sarà oggetto di una campagna di informazione e partecipazione con professionisti, operatori turistici, cittadini e quartieri. L’incontro di ieri era il primo appuntamento in calendario.

La seconda variante riguarda invece un intervento privato e cioè il trasferimento del supermercato Conad poco più a Nord rispetto all’attuale supermercato, in località Buca del Bisaccino. Il piano attuativo ha come punti cardine la riqualificazione di questo comparto di città attraverso la realizzazione di una nuova struttura commerciale, la realizzazione di una nuova  rotatoria, il completamento e la riqualificazione del parcheggio e del parco antistante, vicino alla scuole elementare del Perticale e alla palestra, la realizzazione di una pista ciclabile che colleghi via della Pace con il Perticale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.4.2018. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 13 giorni, 3 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it