CAMPING CIG: LETTERA APERTA AI LAVORATORI DELLA SIDERURGIA E AI SINDACATI

Piombino (LI) – Riportiamo integralmente un comunicato del Camping CIG sulla attuale situazione economico-sociale della città di Piombino e della Val di Cornia.

«Siamo un gruppo di lavoratori della fabbrica siderurgica di Piombino, di varia estrazione sindacale o politica o “senza tessera”,  riuniti in un coordinamento che dal 2015 lotta per mantenere l’industria siderurgica a Piombino, riassorbire i posti di lavoro perduti e creare nuove possibilità di sviluppo e di occupazione nella nostra zona.

La nostra storia, nella sua drammaticità, è molto semplice: nel 2012 il precedente proprietario dichiara fallimento. Interviene il governo che mette la fabbrica sotto tutela: nomina un commissario straordinario per la liquidazione dei debiti e per la vendita del complesso industriale. Dopo una serie di manifestazioni d’interesse (tra cui quella di un truffatore internazionale già colpito da condanne, ma fortemente caldeggiato da forze politiche e sindacali locali), nel giugno 2015 si è arrivati a firmare un contratto di vendita con un imprenditore algerino senza nessuna esperienza nel settore.

Costui ha fatto promesse mirabolanti, senza mai presentare un piano industriale e/o garanzie finanziarie. In cambio ha però preteso (e ottenuto!) un accordo sindacale che tagliava tutta la contrattazione di 2° livello, con una perdita di salario di circa il 30% e l’annullamento di buona parte dei diritti. A causa delle inadempienze dell’imprenditore, recentemente il Governo ha avviato le procedure per rescindere il contratto di compravendita cosa che peraltro noi chiedevamo da un anno e che oggi chiedono gli stessi sindacati. Come vedete, una storia molto simile alla vostra o a quella che potrebbe diventare la vostra. Tra i nostri maggiori rimpianti c’è quello che nessuno ha mai voluto unificare le lotte dei siderurgici ed ogni fabbrica è stata lasciata da sola.

Noi riteniamo sia giunto il tempo di rompere questo isolamento costruendo dal basso un fronte coerente che spinga   le forze politiche e sindacali  ad assumersi loro responsabilità.

Per quanto riguarda la nostra realtà, buona parte del futuro si deciderà nelle prossime settimane.

Proponiamo quindi di organizzare a Piombino una giornata di dibattito, come forma di solidarietà ai lavoratori che hanno tempi stretti davanti a loro e come prima forma di costituzione di un fronte  all’interno del quale discutere di rivendicazioni, metodi di lotta e quant’altro.

Speriamo vivamente che raccogliate il nostro invito».

Camping CIG

_________________________________

Per comunicare con il Camping CIG per adesioni, date possibili, proposte, informazioni questi sono i contatti:

Claudio Gentili: gentiliclaudio2@gmail.com; cell 3201426613

Paolo Francini: cell 3341474905

Francesco Pappalardo: fr.pappalardo@gmail.com; cell 3471271998

Maurizio Rossi: mauricciolo11@libero.it; cell 3471736781

Paolo Gianardi: pgianardi@yahoo.it; cell 3477074986

Pagina Facebook: Coordinamento Art. 1 – Camping CIG

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.1.2018. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 17 giorni, 16 ore, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it