CONVEGNO/DIBATTITO SUL FUTURO DELLA SIDERURGIA A PIOMBINO

sciopero camping cigPiombino (LI) – Sabato 9 gennaio 2016 a partire dalle ore 15 e 30 presso l’Auditorium del Centro Giovani di Piombino situato in Viale della Resistenza, il gruppo “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” organizza un incontro pubblico con i lavoratori e la cittadinanza tutta sul tema “Siderurgia A Piombino: C’e’ un Futuro? A Quali Condizioni?” , a cui è invitata la cittadinanza tutta e gli addetti ai lavori (giornalisti della stampa e TV locale, tecnici del settore , Sindaci e Consiglieri comunali della Val di Cornia; Commissario Autorità Portuale; Cgil, Cisl, Uil, Slai Cobas, Ugl, Fim, Fiom, Uilm ,RSU Aferpi/Lucchini), per esaminare nella maniera più oggettiva possibile il futuro della siderurgia a Piombino.

Per pubblicizzare questa iniziativa e prepararla al meglio, “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” ha deciso di incontrare prima i lavoratori e cittadini con dei punti di incontro che organizzeranno per il giorno 30 dicembre (ore 9:00 – 12:00 nei pressi del mercato settimanale) e nei giorni 2 – 5 – 7 gennaio (ore 16:00 – 19:30 in Piazza Gramsci) dove sarà richiesta anche la firma per una petizione che “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” rivolge a FIM, FIOM, UILM, UGL affinché organizzino una grande manifestazione di lavoratori e cittadini a Roma per il 19 gennaio, giorno dell’ennesima riunione al MISE sul Progetto Piombino.

Enrico Rossi con i rappresentanti sindacali

Enrico Rossi con i rappresentanti sindacali

Questo perché nell’ultima manifestazione tenuta a Piombino il 2 dicembre, i segretari nazionali di FIM, FIOM, UILM, nelle conclusioni hanno fatto affermazioni chiare e precise: “il tempo delle chiacchiere è finito, servono atti concreti” e “se le risposte non arrivano le mobilitazioni continueranno: andremo fino a Roma”.

«A distanza ormai di un mese – commenta “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” le risposte non sono arrivate: poche decine di cassintegrati sono rientrati in fabbrica, nessun aumento della produzione, nessuna fissazione di tempi per bonifiche e installazione forno elettrico. Anche dal governo la stessa manfrina: vedremo, apriremo un tavolo di discussione, fissiamo una nuova riunione…», e per “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” è l’ora di dire “basta”.

Il 19 gennaio poi a Roma si terrà l’ennesima riunione con Aferpi, Governo, Regione, Comune e Sindacati.

«Noi vogliamo che sia la definitiva» commenta “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig”. «Vogliamo che da quell’incontro si esca con fatti concreti che vadano nella direzione del mantenimento degli accordi. Soprattutto vogliamo esserci anche noi, i lavoratori, i cittadini per far sentire la nostra voce ed imporre i nostri diritti».

un momento dello sciopero del 2 dicembre 2015

un momento dello sciopero del 2 dicembre 2015

«Chiediamo ai sindacati – continua “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” – ed alle istituzioni di organizzare una forte mobilitazione in preparazione di una forte presenza di lavoratori e cittadini a Roma per quella data sotto la sede dell’incontro e per questo avviamo una petizione affinché sia realizzata una mobilitazione a Roma per il 19 gennaio».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.12.2015. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 19 giorni, 4 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it