CONVEGNO/DIBATTITO SUL FUTURO DELLA SIDERURGIA A PIOMBINO

sciopero camping cigPiombino (LI) – Sabato 9 gennaio 2016 a partire dalle ore 15 e 30 presso l’Auditorium del Centro Giovani di Piombino situato in Viale della Resistenza, il gruppo “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” organizza un incontro pubblico con i lavoratori e la cittadinanza tutta sul tema “Siderurgia A Piombino: C’e’ un Futuro? A Quali Condizioni?” , a cui è invitata la cittadinanza tutta e gli addetti ai lavori (giornalisti della stampa e TV locale, tecnici del settore , Sindaci e Consiglieri comunali della Val di Cornia; Commissario Autorità Portuale; Cgil, Cisl, Uil, Slai Cobas, Ugl, Fim, Fiom, Uilm ,RSU Aferpi/Lucchini), per esaminare nella maniera più oggettiva possibile il futuro della siderurgia a Piombino.

Per pubblicizzare questa iniziativa e prepararla al meglio, “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” ha deciso di incontrare prima i lavoratori e cittadini con dei punti di incontro che organizzeranno per il giorno 30 dicembre (ore 9:00 – 12:00 nei pressi del mercato settimanale) e nei giorni 2 – 5 – 7 gennaio (ore 16:00 – 19:30 in Piazza Gramsci) dove sarà richiesta anche la firma per una petizione che “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” rivolge a FIM, FIOM, UILM, UGL affinché organizzino una grande manifestazione di lavoratori e cittadini a Roma per il 19 gennaio, giorno dell’ennesima riunione al MISE sul Progetto Piombino.

Enrico Rossi con i rappresentanti sindacali

Enrico Rossi con i rappresentanti sindacali

Questo perché nell’ultima manifestazione tenuta a Piombino il 2 dicembre, i segretari nazionali di FIM, FIOM, UILM, nelle conclusioni hanno fatto affermazioni chiare e precise: “il tempo delle chiacchiere è finito, servono atti concreti” e “se le risposte non arrivano le mobilitazioni continueranno: andremo fino a Roma”.

«A distanza ormai di un mese – commenta “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” le risposte non sono arrivate: poche decine di cassintegrati sono rientrati in fabbrica, nessun aumento della produzione, nessuna fissazione di tempi per bonifiche e installazione forno elettrico. Anche dal governo la stessa manfrina: vedremo, apriremo un tavolo di discussione, fissiamo una nuova riunione…», e per “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” è l’ora di dire “basta”.

Il 19 gennaio poi a Roma si terrà l’ennesima riunione con Aferpi, Governo, Regione, Comune e Sindacati.

«Noi vogliamo che sia la definitiva» commenta “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig”. «Vogliamo che da quell’incontro si esca con fatti concreti che vadano nella direzione del mantenimento degli accordi. Soprattutto vogliamo esserci anche noi, i lavoratori, i cittadini per far sentire la nostra voce ed imporre i nostri diritti».

un momento dello sciopero del 2 dicembre 2015

un momento dello sciopero del 2 dicembre 2015

«Chiediamo ai sindacati – continua “Minoranza Sindacale” – “Camping Cig” – ed alle istituzioni di organizzare una forte mobilitazione in preparazione di una forte presenza di lavoratori e cittadini a Roma per quella data sotto la sede dell’incontro e per questo avviamo una petizione affinché sia realizzata una mobilitazione a Roma per il 19 gennaio».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.12.2015. Registrato sotto Foto, sociale, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 17 giorni, 22 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it