PIOMBINO: IL CARTELLONE DELLA STAGIONE TEATRALE 2017/18 AL METROPOLITAN

L’interno del teatro

Piombino (LI) – La nuova stagione teatrale e concertistica 2017/18 prevede come protagonisti del cartellone  Ambra Angiolini, Alessandro Haber, Lucia Poli, Milena Vukotic, Vincenzo Salemme, da Giorgio Pasotti a Violante Placido, Paolo Ruffini, Alex Cendron, dal Balletto di Roma all’Orchestra della Toscana.

Un continuo dialogo fra tradizione e modernità è il filo conduttore della stagione 2017/2018 al Teatro Metropolitan di Piombino. Una combinazione di adattamenti classici e contemporanei, dalla letteratura alle grandi opere teatrali del passato, senza dimenticare il balletto e la commedia napoletana: un mix di titoli che compongono un grande cartellone in grado di eguagliare, per varietà e qualità di offerta gli eccellenti risultati della stagione passata.

Sul palco si alterneranno artisti e compagnie della scena nazionale come Ambra Angiolini, Alessandro Haber, Lucia Poli, Milena Vukotic, Vincenzo Salemme, il Balletto di Roma, Giorgio Pasotti, Violante Placido, Alex Cendron, l’Orchestra della Toscana. Classici e contemporanei, grandi autori, adattamenti e nuova drammaturgia; prosa, danza e musica per un totale di 12 eventi in calendario (otto spettacoli teatrali e 4 concerti ), con  un programma firmato dall’amministrazione comunale, da Fondazione Toscana Spettacolo onlus e dall’Orchestra della Toscana.

La politica dei prezzi è invariata, sempre alla portata di tutti: biglietti da 8 euro; molto conveniente l’abbonamento cumulativo teatro-musica.

_________________________________

L’inaugurazione, lunedì 20 novembre (con inizio sempre alle ore 21.00), è con l’adattamento di un grande classico della letteratura italiana del Novecento LE SORELLE MATERASSI di Aldo Palazzeschi, firmato da Ugo Chiti, drammaturgo e regista di cinema e teatro. La storia delle tre sorelle – Teresa, Carolina e Giselda – è raccontata da un trio di attrici straordinarie, per il pubblico e per la critica, quali Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati, che riportano sulla scena l’affresco ironico e grottesco del mondo borghese, nel quale si intrecciano ipocrisia, egoismo, amore e speranza.

Ancora sulla famiglia e sulle sue dinamiche interne, martedì 5 dicembre, arriva La Guerra dei Roses, tratto dal romanzo di Warren Adler del 1981 e ispirato anche al celebre film di Danny De Vito con Michael Douglas e Kathleen Turner. Matteo Cremon e Ambra Angiolini diretti da Filippo Dini rappresentano la crisi della coppia moderna. Una commedia raffinata, ma anche comica e crudele, caratterizzata da un ritmo intenso e un forte humor nero, sulla spirale di decadenza della borghesia americana.

A sottolineare le atmosfere natalizie è la danza classica: mercoledì 20 dicembre va in scena LO SCHIACCIANOCI, proposto dal Balletto di Roma con le coreografie di Massimiliano Volpini sulla leggendaria musica di Cajkovskij. Il repertorio classico russo diventa terreno di riflessione lucida e poetica sul presente, su una società contemporanea sempre più variegata e globalizzata.

La prima proposta musicale è il Concerto di Natale, giovedì 21 dicembre. Daniele Rustioni dirige l’Orchestra della Toscana nella riproposizione del repertorio concertistico e sinfonico di Beethoven, nel quale spicca la Sinfonia n. 8 in Fa Maggiore.

Il nuovo anno si apre martedì 23 gennaio con una pièce tragica dal carattere post-moderno sulla decadenza dell’individuo: IL PADRE del giovane drammaturgo francese Florian Zeller (vincitore del Premio Molière 2014) con Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere diretti da Piero Maccarinelli.

Per la musica, giovedì 25 gennaio è il turno di Mozart: Michele Campanella al pianoforte propone 4 pezzi del grande musicista austriaco, tra i quali il concerto n.23 per pianoforte e orchestra, tra i più eseguiti a livello mondiale.

Al Metropolitan, febbraio è il mese di Camilleri: IL CASELLANTE, tratto dall’omonimo romanzo del 2008, viene proposto lunedì 5 per la regia di Giuseppe Dipasquale, con Valeria Contadino e Mario Incudine. Qui il dolore viene rielaborato dalla matrice “mitologica” dello scrittore siciliano e analizzato nelle sue declinazioni, dalla maternità negata alla guerra.

Il Concerto di Carnevale è fissato per lunedì 12 febbraio e affidato alla direzione di Eiji Oue: si alternano sinfonie e concerti di Mozart, Dvoràk e Prokof’ev.

Giovedì 1 marzo arrivano Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini con un classico shakespeariano: SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE. Mito, fiaba, e quotidianità s’intersecano in questa originale versione del testo del grande Bardo, intrisa di suggestioni di fonti classiche e del patrimonio folkloristico inglese.

Martedì 20 marzo è il giorno de IL VANGELO SECONDO LORENZO diretto da Leo Muscato, con Alex Cendron nella parte di don Lorenzo Milani. Lo spettacolo, realizzato in occasione del cinquantenario dalla morte del grande educatore fiorentino, vuole sottolineare l’importanza della parola come veicolo di indipendenza intellettuale e libertà dalla schiavitù dell’ignoranza.

Spetta al Concerto di Pasqua, martedì 27 marzo, chiudere la stagione musicale del Metropolitan. Ryan McAdams dirige l’Orchestra in un viaggio attraverso concerti e variazioni di Stravinskij, Bach, Piazzolla e Ginastera.

La stagione si conclude martedì 3 aprile con Vincenzo Salemme e UNA FESTA ESAGERATA!, il suo ultimo lavoro che lo vede ancora una volta nelle vesti di autore, regista e protagonista. Uno spettacolo che risente della grande tradizione comica del teatro napoletano.

La campagna abbonamenti parte il 9 di ottobre con le conferme degli abbonati della passata stagione, cambio posto il 23 ottobre, i nuovi abbonamenti dal 24 ottobre.

Ogni sabato prima del teatro  alle 17 presso la biblioteca Falesiana saranno organizzati gli incontri di introduzione  a cura di Pablo Gorini.

Novità di quest’anno, la possibilità di utilizzare un servizio di babysitting teatrale in occasione di “Le sorella materassi”, “Il padre” e “Sogno di una notte di mezza estate”, presso lo spazio di “Prendi l’arte e mettila ovunque” a pochi passi dal teatro, in via Garibaldi 17. Un servizio gratuito in collaborazione con l’associazione per i bambini a partire dai 3 anni.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.9.2017. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 24 giorni, 16 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it