NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 1 GIUGNO 2017

MIGRANTI: NUMERI STABILI, SOLO SUBENTRI E REINTEGRI

Il sindaco del Comune di Campiglia M.ma Rossana Soffritti e l’assessora al sociale Alberta Ticciati, tornano ad intervenire in merito all’accoglienza dei richiedenti asilo politico aggiornando sullo stato dei fatti.

“A seguito della lettera inviata dal Comune di Campiglia M.ma alla Prefetta, e alla richiesta di un confronto diretto, ho ricevuto questa mattina una chiamata – ha dichiarato il Sindaco – dalla stessa Prefetta con la quale ho avuto modo di confrontarmi sulla vicenda di Campiglia M.ma. Gli arrivi che si sono registrati qualche giorno fa sono subentri e reintegri in sostituzione di chi ha lasciato il centro di accoglienza e non vanno ad aumentare il numero delle presenze effettive”.

“Il tema è complesso ed articolato, di non facile gestione né tanto meno risoluzione, proprio in questo contesto però – sottolinea Alberta Ticciati  – è più che mai opportuno analizzare con lucidità ed oggettività la situazione senza lasciarsi trascinare da timori, congetture o supposizioni che rischiano di creare tensioni e malumori che finirebbero per non essere giustificabili. Ciò che mi preme sottolineare è che questa Amministrazione comunale che sin da subito si è resa disponibile per fare la sua parte nella gestione di un fenomeno tanto complesso e articolato, rimarrà attenta e utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione per garantire la sicurezza e la serenità di tutti i cittadini presenti sul territorio”.

L’amministrazione comunale di Campiglia Marittima ringrazia la prefetta Anna Maria Manzone per aver tempestivamente risposto e dato la disponibilità a organizzare un incontro in tempi brevi per un approfondimento dei complessi e delicati temi in campo.

______________________________

I VERTICI DI CEVITAL E AFERPI INCONTRANO CORSINI

Durante un incontro con il presidente dell’Adsp dell’Alto Tirreno, Stefano Corsini, il direttore generale esecutivo della Cevital, Said Benikene, e due dirigenti di Aferpi, Amin Rezig e Riccardo Grilli, hanno mostrato di voler dare seguito alle promesse di rilancio dello scalo piombinese, offrendo rassicurazioni circa la volontà di arrivare entro la fine di giugno con il business plan dettagliato.

I tre si sono soffermati a lungo sui tre pilastri del progetto (siderurgia, agroalimentare, attività di container): alcuni milioni di tonnellate di merce legata all’agroalimentare (crude oil, zucchero, succo d’arancia ), milioni di tonnellate di merce varia e 2 milioni di tonnellate annue di movimentazioni siderurgiche. In particolare, Cevital punta molto sulla possibilità di rafforzare i rapporti commerciali tra Algeri e Piombino. Durante l’incontro, il presidente Corsini ha insistito circa l’urgente formalizzazione del piano finanziario e del relativo progetto, senza i quali non si potrebbe procedere con quanto previsto dall’accordo di programma.

I vertici di Cevital e Aferpi si sono inoltre detti interessati alla nuova realtà costituita dall’Autorità di Sistema Portuale: “Livorno dista meno di cento chilometri dal Piombino – ha dichiarato Benikene – e costituisce una opportunità per sviluppare attività logistiche in sinergia, coinvolgendo Piombino e il suo hinterland. Benikene ha anche messo l’accento sulla necessità di collaborare: ”No one can pull this off on his own (nessuno può farcela con le proprie forze) – ha detto – ma è necessario “get embedded all together”, lavorare insieme per il bene della comunità”.

Fonte: Porto di Livorno

________________________________________

AFERPI, I SINDACATI CHIEDONO CONVOCAZIONE URGENTE A GOVERNO

Piombino (LI) – Mercoledì 31 maggio nel Consiglio di fabbrica Aferpi di Piombino i sindacati hanno chiesto una convocazione urgente a governo: “si faccia chiarezza su trattativa con Cevital.”

I sindacati hanno fatto di nuovo il punto della situazione, anche alla luce dell’audizione del commissario straordinario Piero Nardi in Commissione dell’attività produttive della Camera sulla crisi dell’area di Piombino e sulla situazione Aferpi dalla quale per i sindacati sono emerse solo buone intenzioni. Dal consiglio di fabbrica emerge invece una forte preoccupazione visti i tempi sempre più ristretti per raggiungere o meno un accordo tra governo e proprietà. La scadenza più vicina è quella di metà giugno, data in cui scadono le concessioni portuali, e poi c’è da mettere in sicurezza i lavoratori.

“È necessario che il governo ci convochi quanto prima, entro metà giugno – ha detto Lorenzo Fusco della Uilm – per dettagliarci lo stato della trattativa con Cevital, altrimenti metteremo in atto le iniziative necessarie e ci stiamo attivando per arrivare entro giugno ad uno sciopero generale confederale di Cgil-Cisl-Uil”.

“Non ci accontenteremo solo di avere proroghe degli ammortizzatori sociali – aggiunge il sindacalista – E’ indispensabile che nell’eventuale accordo, non ci si limiti più a stilare relazioni tri-mestrali, ma si mettano dei vincoli e paletti ben precisi con apposite penali a garanzia del rispetto degli impegni e tempi che saranno sottoscritti, fino ad una risoluzione del contratto qualora tali impegni non venissero rispettati. Altro passo fondamentale sarà accelerare la ricerca di un partner siderurgico per stilare un piano industriale dettagliato e garantire la fornitura di semi prodotti e quindi la necessaria attività produttiva dei tre treni di laminazione, unico modo per riuscire a riconquistare clienti e mercato che non resteranno ancora a lungo in attesa che lo stabilimento risolva le proprie problematiche”.

______________________________

FOLLONICA: RAMON HA OFFERTO LA COLAZIONE ALLA ZINGARA

Gli ha offerto anche la colazione. L’ex dipendente della Lidl di Follonica Ramon Zurita, licenziato dopo aver pubblicato un video su Facebook dove si vedevano rom chiuse nel gabbione dei rifiuti del supermercato, ha fatto colazione con una delle due vittime. E ha ripreso l’incontro pubblicando poi la foto sul suo profilo social.

Il ragazzo ha sempre sostenuto che il video, che diventò virale nel giro di poco tempo, era “solo uno scherzo e non c’era alcuna intenzione di sequestrare nessuno”. Intanto per questa vicenda il ragazzo ha perso il lavoro…

______________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.6.2017. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 20 giorni, 16 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it