AFERPI: LE RSU DI PIOMBINO LOGISTICS CHIEDONO CONTINUITA’ SUL PORTO

una proiezione del futuro porto di Piombino

Piombino (LI) – La RSU Aferpi e Piombino Logistics, nel corso dell’ultimo Consiglio di Fabbrica del 5 gennaio, ha deciso di intraprendere, in attesa della convocazione al Ministero dello Sviluppo Economico, tutta una serie di incontri con le varie Istituzioni, tra cui la Regione, il Sindaco e l’Autorità Portuale di Piombino ed i vari partiti politici e liste civiche.

«Ad oggi la Rsu Piombino Logistics esprime una grande preoccupazione per il futuro dei lavoratori, con l’avvicinarsi del 15 febbraio 2017, data di scadenza delle concessioni portuali di cui l’azienda é titolare. In questa fase di completa incertezza, in cui chiediamo risposte certe e concrete da tutti i soggetti rispetto all’intera realizzazione del Progetto Cevital di cui il Governo é garante, esprimiamo con forza la necessità che le concessioni affidate a Piombino Logistics siano mantenute in essere, sia pur in regime provvisorio auspicando che, attraverso le dovute garanzie, vengano concesse in maniera definitiva con tempistiche pluriennali».

«Nessuno chiede cambiali in bianco ma la continuità va garantita fino a quando il governo non avrà stabilito se il Progetto Cevital è ancora credibile e potrà essere attuato nella sua interezza, come noi tutti auspichiamo per il bene dei lavoratori e di questo territorio, o viceversa fino a quando il Governo riterrà sia venuta meno la fiducia nell’imprenditore e decida di proporre una valida alternativa. Riteniamo che non é infatti ammissibile che oltre 160 lavoratori possano essere espulsi dal ciclo produttivo, con conseguenti drammatiche ricadute sociali, mentre l’area portuale si trova in una fase di piena espansione, senza che il governo si esprima in proposito».

«In questa fase è necessario stringere l’imprenditore a rispettare tutti gli accordi firmati a Palazzo Chigi almeno fino a che non si abbia in mano una valida alternativa. La Rsu Piombino Logistics vogliono mettere in guardia dai contraccolpi che la perdita delle concessioni potrebbe produrre anche nella continuità produttiva dell’intero stabilimento Aferpi, giacché non sarebbe più garantito l’imbarco e lo sbarco di semilavorati e prodotti finiti. Come affermato infatti in maniera unitaria dal Consiglio di Fabbrica – concludono – per le organizzazioni sindacali i lavoratori della Piombino Logistics sono ad oggi i soli titolati all’esercizio delle attività portuali dello stabilimento».

RSU Piombino Logistics FIM-FIOM-UILM
Piombino. 17 gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.1.2017. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 18 giorni, 22 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it