SANITA’: BOTTA E RISPOSTA TRA PARODI E SOFFRITTI

ospedale_villa_marina_1Val di Cornia (LI) – La discussione sulla riforma sanitaria vede in questi giorni da parte del PD una nuova discesa in campo e un alzata di scudi rispetto ai clamorosi annunci che invece riempivano la stampa e le assemblee di qualche mese fa. Riportiamo un commento del sindaco di Suvereto Giuliano Parodi e la contro replica del presidente della salute e sindaco di Campiglia Rossana Soffritti. Siano poi i lettori a farsi una idea in proposito a partire dal fatto che queste discussioni rimangono tra sindaci, mentre i consigli comunali, che rappresentano la popolazione, sono sempre assenti nella discussione.

«La legge regionale 28 del marzo 2015 – inizia Parodi – che cittadini e comitati in difesa della Sanita’ pubblica abbiamo contestato, e sottoposto a referendum e’ stata annullata e modificata in un modo antidemocratico che non ha precedenti dalla Giunta Toscana a guida PD producendo in fretta e furia la legge 84 del dicembre 2015, che incompleta come era e’ stata integrata e corretta dal DL 67 votato in questi giorni dal Consiglio regionale.

In questo scenario confuso ed autoritario da parte della Regione, si inserisce la discussione e l’approvazione del PAV (piano di area vasta) .E’ bene ricordare che e’ la conferenza aziendale dei sindaci della USL Toscana nord ovest che il 5 luglio scorso ha approvato  a Pisa il Piano di Area Vasta (PAV) 2016-2020 dell’area vasta nord ovest. Gli amministratori presenti alla riunione, in rappresentanza delle 12 Zone Distretto hanno espresso 10 voti favorevoli e due contrari, quelli di Zona Livornese e Zona Alta Val di Cecina.

I sindaci dei vari comuni non votano il piano stesso ma ne prendono solo visione, per eventuali note da trasmettere poi alla Regione.  “Resta il fatto” commenta il sindaco Parodi “ che consegnare venerdi’ 1 luglio  tutta la documentazione fatta di oltre 500 pagine tra schemi ed allegati agli amministratori e pretendere lunedi’ 4 luglio all’assemblea della Societa’ della salute di esprimere un parere o un suggerimento sia ridicolo e palesa il metodo del PD e del Governatore Rossi: ovvero la Regione decide e i comuni devono solo alzare la mano”

“ Come da me piu’ volte sottolineato” continua il sindaco di Suvereto “ gli standard del Decreto Balduzzi, che nessun amministratore PD ne segretario ha mai messo in discussione in questi anni, e che il sottoscritto ha sempre fortemente osteggiato, hanno prodotto un PAV devastante per il futuro del Servizio sanitario e degli ospedali in Toscana e in particolar modo nella nostra zona. Con reparto Maternita’ e Pediatria di Villamarina a rischio chiusura, tenuto aperto per il momento da una richiesta temporanea di deroga chiesta al Ministero dalla Regione Toscana in attesa di risposta. Inoltre nel PAV non si soluzione il problema che la Val di Cornia non ha un Emodinamica e che, siamo ad oltre 80 km sia a sud che a nord rispetto al primo Ospedale attrezzato.”

Fa sorridere la goffaggine con cui il PD locale incapace ed incompetente cerca di rassicurare i cittadini continuando a millantare un lavoro per il miglioramento dei servizi che in realta’ non esiste, ma e’ solamente l’attesa delle decisioni che prendera’ la Regione Toscana.

L’accorpamento delle zone distretto e’ slittato al 2017 con il DL 67/2016, ma anche qui non c’e nessun progetto reale solo una disposizione della Regione che ha imposto la diminuzione delle zone, resta da parte nostra un incarico da 35 mila euro che le Societa’ della salute di Val di Cornia e val di Cecina hanno dato a Federsanita’ per fare la fotografia dell’esistente, palesando ancora una volta l’inutilita’ di certi organi intermedi che dovrebbe, in quanto gia’ remunerati dai cittadini, produrre studi e risultati a supporto dei sindaci.

“Incapacita’ di agire in maniera autonoma” conclude Parodi “questo hanno dimostrato i sindaci del PD, sudditi delle decisioni di Rossi e Saccardi, senza la volonta’ di mettere in discussione gli standard imposti dal Decreto Balduzzi. La sanita’ non e’ fatta di numeri e medie statistiche ma e’ fatta di persone e territori, ognuno con la sua specificita’. Standardizzare portera’ gravi danni ai cittadini. La conclusione e’ che questa malsana riforma sanitaria ha lo scopo di indebolire il servizio pubblico e spingere i cittadini verso il servizio privato, tanto caro al nostro Governatore.”

Giuliano Parodi- Sindaco

_____________________________

Il commento del PD -Federazione Piombino-Elba sulla sanità:

«Sulla Sanita’ il PD locale da  piu’ di un anno e’ impegnato per sostenere  la riqualificazione e ristrutturazione della sanita’ locale nel tentativo di arginare i danni che potrebbe provocare  la rigida applicazione del Decreto Balduzzi.

L’ impegno  e’ stato costante al fine del raggiungimento dell’obiettivo della riorganizzazione e gestione della rete ospedaliera e del territorio.

Nel regolamento aziendale della Usl Toscana nordovest  vediamo scritta la rete Ospedaliera Piombino Cecina.

Questo risultato e’ stato possibile grazie anche al continuo impegno del PD locale che ha lavorato in sinergia con il nostro consigliere regionale  Gianni Anselmi  e l’Assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie della Toscana, Stefania Saccardi.

IL lavoro sara’ continuato al fine di raggiungere al piu’ presto la fattiva integrazione ospedaliera e territoriale.

Il ridisegno della rete ospedaliera  per un ospedale unico organizzzato nei due presidi di Piombino e Cecina consentira’ la possibilita’ di un’offerta complessiva migliore anche di quella precedente.

L’impegno del PD locale e’ stato  di aiuto anche ai Sindaci della Val di Cornia nell’aver suggerito note da aggiungere ad integrazione della proposta del  Piano  di Area Vasta Nord Ovest.

L’immobilismo non fa parte del  Partito Democratico Locale ,tanto meno per quel che riguarda l’argomento sanita’.Il lavoro fatto dal PD ,in questo periodo di cambiamento epocale sul fronte sanitario e’ stato notevole . Si sottolinea che ,per contro ,da parte di tutte le altre forze politiche della Zona sono state fatte critiche,ma mai ci sono state proposte alternative a quelli che vengono definiti, da Forza Italia Val di Cornia  “roboanti  quanto fumosi progetti di ristrutturazione e riqualificazione della sanita’ locale”  .

Il PD  della Val di Cornia e’ stata l’unica forza politica a proporre alternative per arginare i danni che  avrebbe potuto provocare nella Nostra Zona L’applicazione del Decreto Balduzzi  .E continura’ la battaglia ,perche’  essa e’ ancora in corso. Cercando di vincerla nel migliore dei modi per salvaguardare  un servizio sanitario efficiente per i cittadini di tutta la Val di Cornia.

Certamente il compito e’ arduo ed il cammino e’ lungo. C’e’ la consapevolezza di questo ma l’impegno non manchera’».

Federazione PD  Val di Cornia Elba

__________________________________

SOFFRITTI: SOCIETA’ DELLA SALUTE E AREA VASTA

La sindaca di Campiglia Marittima Rossana Soffritti e presidente della Sds Val di Cornia interviene per ribadire il lavoro positivo e congiunto sul piano di area vasta:

“I sindaci della società della salute hanno analizzato e discusso il piano d’area vasta. Prova ne è la nota congiunta condivisa da tutti i presenti, senza distinzione di appartenenza politica, su indirizzi e raccomandazioni da tener presente nel proseguire un lavoro che in realtà è all’inizio e che ci vedrà occupati ancora per molti mesi nella programmazione sanitaria.

La Toscana è una delle poche Regioni che il Piano d’area vasta lo condivide con i rappresentanti dei territori. Non solo ma lavora fianco a fianco dei territori, prova ne è l’ultima riunione di stamane insieme all’assessore Saccardi nella quale siamo scesi nel merito di molte questioni importanti, incontrato i coordinatori dei medici di medicina generale per avviare al meglio una nuova stagione della medicina d’iniziativa e delle case della salute.

Abbiamo parlato delle nuove strategie regionali sull’abbattimento delle liste d’attesa, investimenti sul territorio, immigrazione, servizi sociali per poi andare ad incontrare gli operatori dell’ospedale.

Lungi dalle dichiarazioni sterili di propaganda, noi lavoriamo per dare un futuro di servizi efficienti e innovativi . Se poi qualcuno, come Parodi alla stampa piace raccontare una storia diversa con l’atteggiamento proprio uguale di chi (Sindaco di Volterra)  in conferenza dei Sindaci dopo aver lodato l’operato della direzione sanitaria dell’attenzione ricevuta per il proprio ambito territoriale, poi vota contro quei provvedimenti significa che la visibilità per qualcuno sta molto più a cuore di ogni altro interesse concreto per i propri cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.7.2016. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 21 giorni, 0 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it