PIOMBINO: I COMMENTI DI M5S E PD SUI QUARTIERI

La conferenza stampa del Movimento 5 Stelle sui quartieri

La conferenza stampa del M5S  sui quartieri

Piombino (LI) – Sui quartieri ecco i commenti del PD e del Movimento 5 Stelle. Certo che questa vicenda, che si basa sulle battaglie di principio e non sulla risoluzione dei problemi della città,  continua a far parlare e discutere i cittadini e le forze politiche locali.

______________________

M5S: «ECCO COSA SUCCEDE ADESSO»

«Nella giornata di ieri – inizia il comunicato del Movimento 5 Stelle – il TAR della Toscana si è pronunciato sul nostro ricorso in merito alla vicenda dei quartieri, accogliendo pienamente le motivazioni dei ricorrenti, come già era avvenuto l’anno scorso in occasione del primo ricorso.

All’epoca il TAR annullò la delibera con la quale, attraverso un’”interpretazione autentica” del Segretario Generale, la maggioranza aveva nominato nei consigli i rappresentanti del PD che però, come stabilito dal regolamento, avevano perso tale diritto in seguito ai ben noti ritardi nella consegna dei nominativi.

Per effetto della prima sentenza fu presentata in Consiglio la nuova delibera che vedeva esclusi i nominati del PD,  ma lo stesso PD ( Sindaco, Spirito Libero, Sinistra per Piombino ed il consigliere Belmonte del PD si astennero), scopriamo ora in maniera non legittima, si rifiutò di ratificare le nomine nonostante fosse una sentenza di un tribunale a sancire che doveva essere fatto. Per questo tornammo alle vie legali.

La mancata ratifica dei consigli di quartiere non trova motivazione amministrativamente valida, questo dice in sostanza la seconda sentenza.
I consigli di quartiere DEVONO essere ratificati.

Ci aspettiamo quindi già nel prossimo consiglio comunale che la maggioranza ottemperi a quanto stabilito facendosene finalmente una ragione: le sentenze vanno rispettate.

Ricordiamo che tutte le spese legali che abbiamo sostenuto per i due procedimenti legali sono state autofinanziate dagli attivisti e dai cittadini che, appoggiando questa battaglia di democrazia, hanno contribuito con piccole offerte a mettere insieme il denaro necessario. Al contrario, l’amministrazione e il Partito Democratico hanno utilizzato per ben due volte risorse pubbliche per difendersi e dovranno, sempre secondo la sentenza, rimborsare le spese legali stimate dal giudice in circa € 5000.

Ringraziamo i cittadini che ci hanno sin qui sostenuto e li invitiamo a rimanere aggiornati sui prossimi passaggi istituzionali, ai quali chiederemo di presenziare numerosi per manifestare, ora come non mai, che con la perseveranza e la condivisione i risultati prima o poi arrivano.

Ribadiamo – conclude il comunicato – ancora una volta la speranza che l’iter istituzionale sia finalmente compiuto nei tempi più brevi possibili, in modo da consentire ai piombinesi di riappropriarsi di un diritto fin troppo a lungo negato dal PD: quello di partecipare alla vita del proprio Comune ed incidere nelle scelte attraverso i quartieri».

MoVimento 5 Stelle Piombino

 

______________________________

PD: «ASCOLTIAMO TUTTI CON ATTENZIONE»

Rinaldo Barsotti

Rinaldo Barsotti

Riportiamo il commento del Presidente del gruppo PD in Consiglio Comunale a Piombino Rinaldo Barsotti.

«Quanti consigli giungono oggi al PD sulla questione dei quartieri !  persino da chi in giunta aveva l’opportunità di lavorare per un diverso corso di questa difficile situazione, conoscendola so che avrà tentato e che forse non ce l’ha fatta, ma un po’ di bon ton istituzionale non guasterebbe.

In ogni modo siamo qua e ascoltiamo con attenzione tutti, anche a noi preme uscire da questo impasse possibilmente mantenendo e garantendo la nostra presenza democraticamente garantita dal nostro ordinamento istituzionale verso la cittadinanza nella partecipazione alla vita cittadina dei quartieri.

Forse in futuro saremo solo ospiti nei quartieri cittadini, chissà, ma di sicuro saremo presenti come sempre, anzi con maggiore vigore e passione nella vita della città, è vero sig. Gelichi dalle sconfitte occorre ripartire e possibilmente migliorare, noi ripartiremo e miglioreremo ed in quanto al richiamo sull’umiltà lascio a lei la valutazione sul suo grado di umiltà e soprattutto di rispetto, almeno quello, verso un partito che un giorno le affidò il compito di guidarlo, come ella ci ricorda.

Riguardo a possibili “atti di disponibilità” peraltro guardandosi bene dal definirli, siamo pronti ad ascoltare, ma se tali atti fossero ancora una volta l’esclusione o la cancellazione del nostro partito tout-court, beh se lo scordi il Gelichi, questo non avverrà né oggi che siamo in maggioranza né tantomeno un giorno, speriamo molto lontano, in cui il nostro partito fosse all’opposizione.

Non ci pentiamo affatto di avere difeso un nostro diritto anche a sostegno delle azioni che l’amministrazione ha giustamente condotto, personalmente sarei pronto a rifarlo mille e mille volte prima di abbandonare il campo.

Per quanto riguarda le nostre risoluzioni, ci confronteremo nel gruppo consiliare e nel partito e decideremo la nostra linea di azione nel rispetto della sentenza e a difesa del nostro ruolo e della nostra responsabilità verso la città che non abbandoneremo mai».

Presidente gruppo PD
Rinaldo Barsotti

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.2.2016. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 21 giorni, 1 ora, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it