SUVERETO: IL SINDACO PARODI IN PRIMA LINEA CON L’A.I.L.

il sindaco Giuliano Parodi

il sindaco Giuliano Parodi

Suvereto (LI) – In attesa che la Regione Toscana rende nota la sua decisione in merito all’attuazione del referendum sulla legge regionale sulla sanita’, con modifica del quesito, il Comune di Suvereto continua a sottolineare le gravi mancanze che il nostro territorio sta soffrendo a causa dei tagli che negli anni passati e futuri si abbatteranno sui nostri servizi ospedalieri e non.

“Come Sindaco appoggio in pieno la battaglia della sezione AIL di Piombino che nei giorni scorsi ha raccolto firme per l’apertura di un servizio di ematologia” interviene Giuliano Parodi “qualche anno fa c’era un servizio di ematologia, portato avanti da ematologi di Livorno, che venivano una volta a settimana ad espletare questo servizio a Piombino presso l’ospedale di Villamarina. Tale servizio è stato poi tolto, probabilmente, anzi soprattutto per mancanza dei medici, ed e’ inaccettabile che la Val di Cornia ne sia sprovvista, per questo e’ necessario ripristinare il servizio anche con le stesse modalita’ di un tempo a breve. “

In un contesto di maggiore efficienza per la “rete ospedaliera”, il ritorno di un ematologo a Piombino una volta a settimana sarebbe assolutamente auspicabile.

“Bisogna aggiungere e anche ricordare” continua il sindaco di Suvereto “che fino a poco tempo fa c’era anche un altro servizio anche questo di competenza ematologica, che serviva per i pazienti che dovevano fare i controlli in corso di trattamento con terapia anticoagulante orale (TAO). Anche questo è stato tolto, senza colpo ferire.”

In fase di riorganizzazione di servizi, e’ necessario che i sindaci si facciano carico delle esigenze dei cittadini e del territorio, chiedendo urgentemente alla Direzione generale ASL area vasta di costituire al centro Tao di Villamarina un ambulatorio con apertura al pubblico di almeno due ore alla settimana. L’affidamento ai medici di medicina generale delle prescrizioni della terapia senza l’effettiva creazione di un collegamento organizzativo col centro Tao, come era previsto soprattutto per i pazienti a elevata variabilità potrebbe determinare situazioni di grave rischio clinico.

“Anche il problema della Breve osservazione da me sollevato qualche giorno fa” conclude Parodi “ e che ha visto l’intervento deciso del direttore generale e’ stato parzialmente risolto, in realtà la breve osservazione è stata riaperta con soli due posti letto, di cui devono farsi carico gli stessi medici del Pronto Soccorso ormai in grossa sofferenza nell’attesa che sia indicato un medico dedicato”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.1.2016. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “SUVERETO: IL SINDACO PARODI IN PRIMA LINEA CON L’A.I.L.”

  1. Ciuco nero

    Unico sindaco in tutta la val di cornia che perlomeno solleva critiche al sistema e cerca di tutelare i propri cittadini…i vari giuliani e company invece si limitano solo ad eseguire le direttive del PD anche se queste vanno contro gli interessi degli stessi cittadini. Demagogia?/propaganda? Opportunismo?? Io la chiamò umiltà e voglia di far bene .

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 20 giorni, 9 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it