PARTITO DEMOCRATICO: ARRIVANO I «RENZIANI NEL SOLCO DELLA CONTINUITA’»

Il logo del Partito Democratico

Il logo del Partito Democratico

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato dei “Renziani” di governo legati alla Federazione “Piombino-Val di Cornia-Elba”. E così dopo i renziani della prima, seconda, terza… ed ennesima ora, oggi ci sono, almeno nella nostra federazione, i “Renziani Cambiaverso” e i “Renziani nel solco della continuità”. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa di tutto questo Matteo Renzi… 

____________________

«Avevamo deciso  di non entrare in una serie infinita di comunicati e contro comunicati, perché riteniamo che le persone siano molto più interessate all’azione politica di un partito che alle proprie beghe interne. Visto, però, il risalto dato dalla stampa locale alle vicende degli ultimi giorni, è nostra intenzione fare chiarezza, spiegando definitivamente la nostra posizione.

La non adesione alla neonata associazione “Costa Toscana #cambiaverso” non è frutto di una scelta personale del Vice-Segretario della Federazione Pd Valdicornia Elba Carla Maestrini, ma una scelta politica fatta da un ampio gruppo di persone che, pur avendo condiviso le battaglie di Matteo Renzi per il rinnovamento del Pd e per il cambiamento del nostro Paese, non si riconoscono nell’associazione. Troppo diverso il clima politico nazionale e locale da quello di tre anni fa, quando per molti di noi è cominciata un’avventura politica – che ha conosciuto momenti di scontro con la Federazione, anche piuttosto duri.

Cambiare verso, a nostro avviso, non vuol dire cambiare la linea di rinnovamento che ha caratterizzato l’identità dei Renziani negli ultimi anni e proprio per questo non condividiamo la scelta fatta da coloro che nei mesi scorsi hanno abbandonato, ad esempio, la nostra idea di   rinnovamento per arroccarsi su altri principi a noi diametralmente opposti.

Non abbiamo mai creduto che il tasso di “renzismo della prima ora” fosse un dato fondamentale (peraltro parecchio annacquato all’interno dell’associazione). Tuttavia #cambiaverso non esaurisce la voce dei renziani nel nostro territorio e non accettiamo che questo aggettivo venga accaparrato in esclusiva da chi in passato ha sostenuto candidati diversi sia per la segreteria nazionale del Pd che per quella locale.

Dopo le ultime elezioni per il Consiglio Regionale della Toscana e con un appuntamento congressuale ancora lontano, non è possibile ignorare i passi avanti fatti dalla nostra area politica a ogni livello, ma è necessaria un’assunzione di responsabilità, se si vuole fare politica e, in alcuni casi, dirigere il Partito Democratico.

La Federazione locale, anche grazie alle nostre battaglie degli ultimi anni, si è aperta a un confronto e a una collaborazione preziosa. Matteo Renzi è il Segretario del PD Nazionale e noi che abbiamo lottato per questo risultato vogliamo essere protagonisti e collaborativi.

Riteniamo che per essere “Renziani di Governo” il principale obiettivo da mettere al centro della nostra azione politica debba essere il bene del territorio, portando il nostro contributo nelle sedi preposte. Abbiamo, ad esempio, collaborato alla stesura del documento relativo alla Parchi Valdicornia, portato in discussione nell’ultima direzione del partito e dopo aver sottolineato all’assemblea la nostra posizione, abbiamo partecipato alla votazione del documento. Non è per noi un “cambiare verso” tacere in quella sede preposta al confronto, per poi esprimere una posizione critica, seppur legittima, sulla stampa.

Questo modo di agire ci ricorda molto da vicino il comportamento che una parte minoritaria del PD spesso mette in atto nei confronti delle scelte portate avanti dal Segretario Nazionale.

Gli obiettivi che abbiamo da sempre perseguito e nei quali ci riconosciamo si possono sintetizzare nel rinnovamento della classe politica (no al riciclo) e nella collaborazione interna al partito.

Non rinunceremo mai a far presenti eventuali posizioni critiche, quando necessario, ma eviteremo per quanto possibile di creare fratture “di comodo”, più simili alle posizioni di una lista civica che a quelle di una corrente di partito.

Abbiamo deciso di proporre questa “sfida” al Segretario di Federazione e dal 24 ottobre saremo presenti a tutti i tavoli dove si lavorerà con il metodo della partecipazione, che noi Renziani abbiamo sempre sostenuto, per costruire un nuovo modello di sviluppo del nostro territorio incentrato sulla diversificazione, la salvaguardia dell’ambiente e l’innovazione.

Anche e soprattutto l’Isola d’Elba, fiore all’occhiello del turismo balneare toscano, dovrà essere presente e protagonista in questo processo di cambiamento del modello di sviluppo ed è a nostro avviso fondamentale aver riaperto un rapporto di dialogo e collaborazione con i compagni e amici dell’Isola d’Elba che si era deteriorato in seguito alla diatriba legata alle candidature regionali.

Non possiamo, prima di concludere, che rinviare al mittente le accuse che ci sono state rivolte da Costa Toscana #cambiaverso su presunti personalismi e sulla volontà di occupare “poltroncine importanti” (si ricorda per i non addetti ai lavori che il ruolo di vice segretario non dà diritto ad alcun emolumento e neanche a rimborsi spese!), ritenendo che gli incarichi politici, attuali e passati, ricoperti parlino da soli.

Nelle prossime settimane ci ritroveremo in un incontro pubblico per confrontarci su queste tematiche».

 

Firmato: Carla Maestrini, Roberto Peria, Roberto Scaffai, Lucrezia Della Lena, Fabio Tiberi, Sara Tognoni, Paolo Andreoli, Alessandro Leporatti, Michela Corsini, Claudia Ceccanti, Cristina Gasparri, Guido Cionini, Nedo Bertini, Renzo Demi, Luca Carrara, Vincenzo Maestrini, Claudia Carnesecchi, Laura Toninelli, Angiolo Ciani, Stefania Eusebi, Stefano Nobili, Manuela Giorgerini, Domenico Sanna, Francesco Vanni, Riccardo Verdura, Adriana Gianneschi, Roberta Castagnini, Cristiana Leporatti, Massimo Leporatti, Giafranco Serrais, Erica Foggi, Loriano Incrocci, Dunia Toninelli, Maria Luisa Della Schiava, Vladimiro Antoni, Cosetta Pellegrini.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.10.2015. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “PARTITO DEMOCRATICO: ARRIVANO I «RENZIANI NEL SOLCO DELLA CONTINUITA’»”

  1. fabio

    ma basta con questi simboli del pd che infestano la pagina del corriere etrusco! meglio la foto di un mare agitato o di un uccello nel vento o di un pugile sonato. Sennò mettetetici la foto di un neonato visto che l’ultimo regalo del pd a Piombino è chiudere il reparto di maternità all’ospedale

  2. Ciuco nero

    Concordò !! Basta PD sono 50 anni di peste.bastaaaa. voterei Lucifero in persona prima di dare il voto a questi arrampicatori sociali mangia pane.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    31 mesi, 26 giorni, 16 ore, 52 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it