VAL DI CORNIA; FERMENTO NEL PD CON «COSTA TOSCANA #CAMBIAVERSO»

Una parte del pubblico in sala

Martina Pietrelli con Mazzeo e Maestrini

Martina Pietrelli con Mazzeo e Maestrini

Martina Pietrelli con Mazzeo e Maestrini

Val di Cornia (LI) – Dopo la nomina di Carla Maestrini, che era già nella segreteria regionale, il mese scorso a vicesegretaria della Federazione Val di Cornia Elba al fianco di Francesco Lolini, e l’ingresso di Matteo Tortolini (insieme a Michela Cecchi, ndr.) nella direzione regionale del Pd all’indomani dell’incontro di Venturina, possiamo affermare che i Renziani stanno guadagnando campo anche in Val di Cornia.

A Piombino diversi mesi fa, per l’avvio di «Piombino #cambiaverso», non erano tantissimi presso la Lega Navale quando «i Renziani della prima ora» tennero a battesimo la loro associazione per difendere una posizione allora minoritaria. Venerdì sera il salone del Calidario era invece pieno. Circa 140-150 persone numerose ma, anche «qualificate», visto che erano presenti anche consiglieri comunali, imprenditori e anche  Riccardo Gelichi di “Ascolta Piombino” che è sempre più vicino ai renziani “#cambiaverso”.

Ha iniziato l’ospite Antonio Mazzeo, vicesegretario regionale per il quale «non è tempo di divisioni ma di riunire esperienze e capacità per costruire non tanto il Partito della nazione ma un partito per la nazione.

Nel successivo intervento Carla Maestrini si è soffermata in particolare su due temi, quello delle unioni civili e dell’immigrazione. Carlo Canaccini, presidente di «Piombino #Cambiaverso», ha invece  rifatto la storia del gruppo auspicando che lo sforzo di Renzi «possa attecchire» anche nel noststro territorio.

Molto ottimismo nell’intervento di Fabiani che ha invitato il partito a predisporsi alle prossime sfide. «Siamo in una fase in cui per il comprensorio è possibile scrivere una pagina di storia». Fabiani ha parlato di «fase avvincente ed affascinante» e di «un ottobre scoppiettante» nei quali il partito non giocherà una «partita a rimorchio», anche se in molti nel pubblico sono rimasti perplessi per le parole del Segretario.

Matteo Tortolini ha disegnato il «manifesto» dell’associazione («Un partito riformista, maggioritario e vincente») e, rivendicando il ruolo dei privati nell’azione economica, ha chiarito che ormai «non ci sono più cortine elettorali neanche nei territori dove la sinistra è vincente da sempre».

Martina Pietrelli ha infine sostenuto la necessità di offrire, uniti, un sostegno a Renzi anche nei comuni e in tutta la Val di Cornia.

«Vogliamo vivamente ringraziare  – commenta in una nota il Comitato promotore “Costa Toscana# cambiaverso ” – tutti coloro che venerdi scorso erano presenti all’iniziativa di lancio dell’associazione riformista, “ costa toscana#cambiaverso”. Venerdi eravamo piu di 150 e tra quelli che hanno già aderito e quelli che non sono potuti intervenire ma ci  hanno contattato su Facebook, solo in Val di Cornia piu di 200 persone hanno già manifestato consenso o aderito alla nostra iniziativa e senza omettere le significative adesioni che stanno arrivando da uomini e donne impegnate nelle istituzioni locali. Un successo per certi versi inaspettato se consideriamo che, fino ad ora, la nostra iniziativa si è limitata alla presentazione di un documento che ha individuato principi di fondo e obiettivi ma che, proprio per questo, ci fa ben sperare per il futuro. Grazie a tutti ma il lavoro inizia ora. Nei prossimi giorni il comitato promotore si incontrerà per organizzare la “fase 2” insieme a  tutte le altre realtà del territorio provinciale.

Fisseremo la data di convocazione degli aderenti per eleggere gli organismi e individuare, fin da subito, un programma di iniziative e una campagna di radicamento in tutte le realtà che si svilupperà intensamente fino alla fine dell’ anno. Buona parte di quelli che si sono avvicinati alla nostra iniziativa sono iscritti al PD ma hanno aderito anche non iscritti ai partiti  e appartenenti a liste civiche, a riprova che questa iniziativa va nel verso giusto ed esprime una chiara volontà di sostegno largo ad un PD marcatamente riformista e votato al futuro, che sente l’esigenza di aprire una fase di cambiamento e di apertura anche nei territori.

Per fare questo lavoreremo sodo cercando competenze specifiche, giovani, rappresentanti del mondo del lavoro e del sapere  che condividono l’impostazione generale della nostra associazione che ha l’ambizione e l’obiettivo  di diventare un contenitore aperto a tutti coloro che vogliono dare un contributo per il futuro e la crescita del nostro territorio».

Giuseppe Trinchini

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.9.2015. Registrato sotto Foto, politica, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “VAL DI CORNIA; FERMENTO NEL PD CON «COSTA TOSCANA #CAMBIAVERSO»”

  1. lino

    Ma vi sembra possibile credere a questa specie di costola del PD quando a farne parte c’è anche uno come il Gelichi.
    L’uomo più confuso ( politicamente ) di Piombino dovrebbe portare un contributo a questa corrente del PD. Uno che non ha capito un cazzo di cosa vuol dire opposizione, che parla così contorto e scontato da fare pena ai morti.
    Ora dopo il fallimento della sua impalpabile lista si butta con Renzi. Anche lui è alla ricerca di un posticino, di una poltroncina in terza fila. Pensi a lavorare e si occupi della famiglia, non perda tempo con cose troppo difficili per lui.
    Anche se non lo capirà comunque questo resta un consiglio da amico.

  2. fabio

    nel partito non ci crede più nessuno, tanto è vero che sentono il bisogno di fare un’associazione. Ammettono così che la partecipazione non può più passare dai partiti, staccati dalla realtà e ispirati solo da logiche di potere. E’ evidente che non rappresentano più i cittadini

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 22 giorni, 11 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it