PIOMBINO: IL TRIBUNALE SARÀ DESTINATO AD ATTIVITÀ CULTURALI E SPORTIVE

la conferenza stampa della giunta piombinese

la conferenza stampa della giunta piombinese

Piombino (LI) – Approvato nei giorni scorsi dalla giunta municipale il progetto definitivo che prevede il riutilizzo dell’edificio del tribunale di via Fucini per attività sportive e culturali. Si tratta di un primo stralcio funzionale dei lavori, che, nell’immediato, prevede la realizzazione delle misure più urgenti per adattare gli ambienti all’utilizzo da parte dell’associazione judo, che da tempo ne faceva richiesta, e delle attività culturali (Unitre).

Inutilizzato dal settembre 2013, l’edificio, che risale agli anni ’50, è stato fruito fino al settembre 2013 come sede della sezione distaccata del Tribunale di Livorno e degli ufficiali giudiziari. Al piano terra è utilizzato dal 1965 come palestra per arti marziali, mentre altri locali al secondo piano sono utilizzati per gli uffici della sottocommissione elettorale circondariale.

Da tempo l’amministrazione comunale si era posta il problema del suo riutilizzo e nel 2014 era stato approvato un progetto preliminare che, oltre alle opere necessarie per la manutenzione e la sicurezza dell’edificio, prevedeva la suddivisione dell’intervento in più stralci funzionali, con l’obiettivo anche di dare delle risposte immediate alle esigenze di diverse associazioni.

Questo primo intervento, stimato in circa 160mila euro, prevede quindi di intervenire al piano terra dell’edificio, blocco centrale ed ovest, per una superficie complessiva di circa 168 mq. Questa parte verrà destinata ad attività culturali dell’Unitre. Il blocco est del piano terra invece, che occupa circa 45 mq, sarà destinato ad attività motorie (judo) e verrà completamente ristrutturato e messo a norma e in sicurezza. Il primo piano, per circa 167 mq, e il secondo piano per altri 123 mq saranno destinati alla pratica delle cosiddette discipline ed espressioni filosofiche che comportino attività motoria e discipline come ballo e danza.

Tempo previsto per la realizzazione del progetto un anno circa, comprensivo della conclusione dell’iter amministrativo (approvazione progetto esecutivo, gare d’appalto) ed esecuzione dei lavori.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.9.2015. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 16 giorni, 13 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it