NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 AGOSTO 2015

IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE CHIAREZZA SULL’EX ILVA

In data 12 agosto 2015, il Movimento 5 Stelle di Follonica ha depositato un’interrogazione al Sindaco per avere chiarezza sui passaggi che stanno portando alla riqualificazione dell’intera area Ex-Ilva.

L’intenzione del Movimento è capire quanto gravi su ciascun cittadino follonichese il recupero dell’area. Abbiamo ricostruito la vicenda ed è emerso come, per scelta politica, l’area Ex Ilva sia strettamente legata alla realizzazione della nuova caserma dell’Arma dei Carabinieri, due progetti di cui riconosciamo sicuramente l’importanza. Riteniamo altrettanto importante e doveroso verso la cittadinanza stabilire se la scelta dei tempi e modalità siano state le più opportune.

I passaggi amministrativi e i relativi atti ufficiali, che hanno portato alla situazione attuale, iniziano nel 2007 attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra il comune di Follonica, Agenzia del Demanio e Ministero delle Finanze fondato sul principio della permuta, quindi ipoteticamente senza pesare sulle casse comunali, in cui il Comune, in cambio dell’intera Area Ex-Ilva, avrebbe ceduto allo Stato l’attuale sede dei Carabinieri, il terreno dove sorge la nuova Caserma e provveduto, a spese del Comune, alla realizzazione della stessa. Successivamente si decide che la costruzione della Nuova Caserma dei Carabinieri sia finanziata, non con un mutuo, ma attraverso un contratto di Leasing che di fatto impedisce di attuare la strategia della permuta poiché la proprietà del bene, diversamente dal mutuo, per 20 anni sarà della società di leasing, costringendo il Comune, non potendo più trasferire la proprietà della caserma allo stato, a stipulare una concessione. Infatti a distanza di tre anni tale Protocollo viene di fatto stralciato, soppiantando il principio della permuta con una Concessione che viene firmata nel 2010. Evidenziamo che il Comune ha la necessità di avere la proprietà o un atto come la Concessione per avere la piena disponibilità dell’area affinché possa accedere al finanziamento del PIUSS. Con questa Concessione il Comune di Follonica si impegna per 50 anni a pagare allo Stato un canone “provvisorio” iniziale di € 96.150,00 e raddoppiato in soli due anni, a € 182.685,00, presumibilmente destinato ad aumentare negli anni anche perché soggetto a rivalutazione annuale. A giugno 2015 il Comune, Demanio e Ministero degli Interni stipulano un Accordo Procedimentale, in cui viene regolarizzato il contratto di locazione della Nuova Caserma facendo un’operazione di scomputo tra somme di denaro che il Comune deve allo Stato a titolo della concessione dell’area Ex-Ilva e che lo Stato deve al Comune per la locazione della nuova Caserma.

Analizzando l’intero iter risulterebbe che, tra tutti gli enti coinvolti, il Comune sia quello più penalizzato economicamente. I follonichesi pertanto si ritroveranno, per molti anni, un carico economico cui fare fronte costituito dalle rate del leasing per la realizzazione della nuova caserma, dal canone di concessione per avere la disponibilità dell’area Ex-Ilva, dal mutuo sostenuto per la riqualificazione degli edifici ubicati nell’area in questione (Teatro, Museo Magma, Centro Fieristico) per la parte non coperta dal finanziamento PIUSS. Questi beni immobili difficilmente saranno, anche in futuro, di proprietà del Comune di Follonica.

Chiediamo al Sindaco pertanto la massima trasparenza e precisione nel fornire le adeguate motivazioni alle decisioni assunte, e più precisamente:

  • perché è stato preferito il Leasing ad un’altra forma di finanziamento;
  • perché non è stato perseguito il progetto originario della permuta;
  • come mai è stato stipulato un contratto di locazione per soli sei anni a fronte di impegni decennali sempre per il contratto di leasing e per la concessione dell’area ex-Ilva e soprattutto come intenderà procedere questa amministrazione all’acquisizione dell’area stessa.

La vicenda dell’Area ex Ilva è stata gestita nel corso di tre mandati amministrativi, tutti targati Centro Sinistra, che tuttavia hanno preso decisioni discontinue e contraddittorie, il cui oneroso costo economico ricadrà sulla città e quindi sui cittadini e durante il periodo economico più buio degli ultimi decenni.

Forse era bene aprire un’ampia riflessione: l’opera era proprio così prioritaria per i Follonichesi? Non era maggiormente necessario attuare la tanto auspicata “spending review” (revisione della spesa pubblica) e adottare una politica tributaria/fiscale a sostegno delle famiglie? Oppure realizzare altre opere pubbliche, di cui ha effettivamente urgente bisogno la città, come la riqualificazione del sistema fognario, del patrimonio scolastico e della sicurezza stradale?

 

 

VELA/ELBA: EUROPEO L’EQUIPE L’EQUIPAGGIO CVMM VINCE ANCORA
Marciana Marina, 16 agosto 2015 – Continua la scalata alla classifica dell’equipaggio portacolori del Circolo della Vela Marciana Marina al Campionato Europeo della classe L’Equipe in corso di svolgimento a Los Alcazares, Spagna.
Nella quarta e penultima giornata di gare i fratelli Marinesi Giulia e Paolo Arnaldi hanno messo a segno un altro primo di manche e un ottavo posto che hanno permesso loro di risalire nella classifica generale, dopo otto prove disputate, dal terzo al secondo posto, a pari punteggio con un team francese. Nelle due prove portate a termine nella giornata di ieri un vento da levante ha soffiato con regolarità sul campo di regata a intensità comprese fra 10 e 14 nodi, al vertice della classifica ci sono sempre le ragazze polacche che hanno finora letteralmente dominato la classifica
Più attardati gli altri due equipaggi CVMM soprattutto a causa di avarie che ne hanno limitato le prestazioni: Antonio Salvatorelli e Dennis Peria hanno subito un’avaria al piede dell’albero e perciò la loro giornata li ha visti finire al 18° e 20° posto facendoli scivolare di ulteriori posti in classifica e ora si trovano in decima posizione; Matteo Di Pede e Lorenzo Marzocchini a causa di avarie al piede dell’albero che alla drizza del fiocco  hanno dovuto rinunciare a partire nella prima prova del giorno e hanno concluso al 26° posto nella seconda posizionandosi ora al 21° posto della classifica generale.
Oggi la giornata conclusiva con ulteriori due manche per arrivare a un totale di 10 prove.
Questi i risulati degli altri equipaggi che compongono la Squadra Italiana: 9° Gazzarri/Gazzarri (9-2); 14° Bellando/Burlando (16-9); 16° Lausdei/Giusti (7-15); 17° Serecchia/Trifaro (15-17); 19° Alampi/Polla (27-22); 28° Di Giovine/Tomaselli (30-25); 29° Montorsi/telese (22-35);  31° Bucaneve/Mattiacci (29-31); 34° Vannini/Lottici (37-UFD); 36° Ribigini/Caloni (39-32); 39° Napoli/Bartolini (32-DNF).
La classifica è visibile sul sito:
http://eulequipe2015.blogspot.com.es/
http://eulequipe2015.blogspot.com.es/

 

 _______________________

APRITIBORGO CHIUDE IN BELLEZZA CON OLTRE 22.000 PRESENZE

Campiglia M.ma (LI) – Chiusa come da tradizione con la performance itinerante “Bandita” della BadaBimBumBand, l’undicesima edizione di Apritiborgo a Campiglia Marittima ha registrato un successo senza mezzi termini pareggiando le presenze della decima edizione.

“Siamo certamente soddisfatti, il festival è piaciuto, ha avuto tanti spettatori e anche un pizzico di fortuna con il bel tempo che per l’intera durata ha fatto la sua parte – afferma la sindaca Rossana Soffritti – mi sembra che Apritiborgo si sia caratterizzato per gli spettacoli raffinati molto in sintonia con la bellezza del centro storico, e da una qualità che è stata percepita dal pubblico che è arrivato da molte città toscane, oltre che dalle zone limitrofe dove sono tanti i turisti presenti in questo periodo”.

“Uno dei festival di strada più importanti nel panorama nazionale – commenta l’assessore alla cultura e turismo Jacopo Bertocchi – che ha dimostrato con questa undicesima edizione di essere una manifestazione solida in grado di soddisfare anche un pubblico esperto e quindi esigente, così come quello più casuale che rimane incantato dalla bella atmosfera che si respira nell’intreccio di vicoli, vie e piazze del borgo. Insomma credo che abbiamo ben investito il contributo del Mibac e il patrocinio di Padiglione Italia di Expo 2015”.

Dopo l’anno scorso, considerato il record della decima edizione, i risultati del 2015 sono stati una bella sorpresa che stimola a fare ancora di più per il futuro. “Non che ci si aspettasse un calo di presenze – dice Bertocchi – ma una riflessione se la formula abbia necessità di una qualche rivisitazione è stata fatta e possiamo dire oggi che si tratta di una manifestazione matura, che regge molto bene, ma che ha ancora spazi per crescere, vedremo poi con quali modalità e in quali direzioni”. Commenti positivi anche dalla parte più tecnica e artistica, il dirigente del settore cultura e turismo e il direttore artistico Alberto Masoni, che rappresenta una figura autorevole nel settore dei festival di teatro di strada.

E poi, alimentato dalla poesia delle cose piccole e semplici e al tempo stesso di grande espressività, Apritiborgo, dall’anno scorso, è su Facebook con una pagina che ha sommato in questa edizione 20.000 contatti, un numero importante come è importante è il numero degli spettatori, stimati, come nel 2014, superando i 22.000. E’ piaciuto anche il concorso fotografico Apriticlick! Anch’esso lanciato dalla pagina FB. Insomma un bilancio del tutto positivo dal quale si può già dire che ci sarà una dodicesima edizione del festival e che Apritiborgo dà a tutti appuntamento al 2016.

________________________________

 

 

VENTURINA: AL CALIDARIO JUKEBOXE LIVE CON I RETROTRIO

Mercoledì 19 agosto alle ore 21,30 tornano i Retròtrio: un gruppo di tre componenti, formato da artisti di alto livello, intratterrà gli ospiti della struttura con musica e canzoni di anni e stili differenti.

Il gruppo, proprio come un vero Jukeboxe, interpreterà le canzoni che verranno richieste dagli ospiti. Tutti i presenti avranno la possibilità di scegliere da una lista il brano che preferiscono e di sentirlo cantato dal vivo!
Lo stile della serata? Lo creeranno gli ospiti, a seconda delle canzoni che sceglieranno.
L’ingresso all’evento è libero con la possibilità di prenotare tavoli sulla terrazza del Calidario per assistere alla serata.

Per informazioni e prenotazioni contattare il Servizio Cortesia del Calidario Terme Etrusche 0565.853411

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.8.2015. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 22 giorni, 12 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it