CAMPIGLIA M.MA: LA STAZIONE IMPRESENZIATA DA OTTOBRE 2015

campiglia_marittima4

La stazione di Campiglia Marittima

Campiglia M.ma (LI) – Anche lo snodo ferroviario della Val di Cornia rischia di diventare impresenziata. I progetti delle Ferrovie dello Stato prevedono infatti che a partire da ottobre 2015 anche la stazione di Campiglia Marittima divenga completamente automatizzata e che quindi nessun personale delle ferrovie sia più li a presidiare la stazione.

Il complesso sistema di gestione del traffico ferroviario sarà quindi gestito dalla stazione di Pisa, tutta la linea, eccetto le stazioni di Livorno e Grosseto saranno senza personale FS. La strategia di RFI  avrà a quel punto completato l’opera, e dopo Follonica e San Vincenzo tutte le stazioni della direttrice tirrenica, anche quelle ad alta presenzadi turisti e con fermate di Intercity saranno prive di capostazione, e per parlare con un ferroviere si dovrà andare a Livorno o Grosseto.
L’Apparato Centrale Computerizzato (ACC) gestira quindi tutta la linea, ed è uno dei sistemi di più alto livello tecnologico nel settore del segnalamento ferroviario. L’ACC controlla e gestisce segnali e scambi, e grazie ad un utilizzo più flessibile dei binari, una semplificazione e maggiore rapidità delle operazioni e un’ottimizzazione della circolazione in caso di criticità – assicura, almeno sulla carta, un miglioramento della qualità del servizio in termini di efficacia e regolarità e consente un aumento della potenzialità (quote di traffico) della linea ferroviaria.

Di fatto i servizi offerti alla stazione di Campiglia nel tempo, così come il numero dei treni che vi fermano, sono tutt’altro che aumentati. Speriamo che questa ottimizzazione, oltre all’ovvia mancanza di personale in caso di qualsiasi bisogno da parte dei viaggiatori, non trasformi Campiglia Marittima, che a differenza di San Vincenzo e Follonica non si trova in mezzo ai rispettivi paesi, in una vera e propria “Stazione fantasma”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.5.2015. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “CAMPIGLIA M.MA: LA STAZIONE IMPRESENZIATA DA OTTOBRE 2015”

  1. ciuco nero

    Quanti ricordi… Nel 1992 ero militare ed essere arrivati a Campiglia voleva dire essere a casa.
    Maledetta ottimizzazione.

  2. Augusto

    Noooooooo. !!!!! Anche quella noooooo !!!!!!! Ma possibile che il mondo debba divenire tutto automatico !!!!!!! Ma che palleeee !!!! Anche la stazione di Campiglia diventerà una schifezza come quelle di Piombino, Populonia, Vignale, Follonica, San Vincenzo ecc …

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 15 giorni, 0 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it