FOLLONICA: NO AL PEDAGGIO DELLA VARIANTE E VIA IL CASELLO DI ROSIGNANO

casello rosignano 1

il casello di Rosignano

Follonica (GR) – Il coordinamento territoriale NoSat esprime piena soddisfazione per la posizione unanime del consiglio comunale aperto di Follonica svoltosi il  20 febbraio 2015, e si augura che questa posizione possa essere condivisa al più presto da tutti i comuni della Val di Cornia, bassa Val di Cecina e del territorio percorso dalla Variante Aurelia. Pubblichiamo integralmente il comunicato del Coordinamento Territoriale “NoSat”.

«La mozione, rivolta a tutte le istituzioni locali e che a Follonica ha riunito tutte le forze politica da destra a sinistra, racchiude la sintesi del perché l’attuale progetto autostradale di SAT sia inaccettabile e irricevibile per le comunità locali: dal furto della pubblica Variante Aurelia, alla dichiarazione che le opere complanari sarebbero in “concorrenza” con l’Autostrada e quindi non si fanno, dal pedaggio tra i più cari d’Europa con i 0,18 €/chilometro come abbiamo modo di sperimentare al casello di Rosignano, all’assenza di una viabilità alternativa adeguata che costringerebbe il traffico locale a riversarsi sulla vecchia Aurelia incrementando il rischio di incidenti stradali compresi quelli mortali, per finire con l’assenza di uno studio sull’impatto socio economico dell’opera come anche di uno straccio di dato scientifico che comprovi l’utilità della stessa per l’economia locale.

A tutto questo, nei comuni del nostro territorio, aggiungiamo l’assurdo casello di Rosignano, una gabella da 60 centesimi e trappola strozzatura per confondere gli automobilisti che si ritrovano senza accorgersene in un autostrada a pedaggio.

I punti importanti da cui ripartire sono quindi: la revoca della concessione a SAT, la manutenzione della Variante da parte di Anas, e l’eliminazione del casello-daziario di Rosignano, atto da noi richiesto già un anno fa in occasione del pubblico confronto tra i candidati a Sindaco di Cecina e che ci auguriamo il Sindaco Lippi voglia ratificare al più presto.

L’attuale blocco del progetto annunciato da Sat è un occasione per coinvolgere tutto il territorio, a partire dai Sindaci, nella valutazione di cosa serva effettivamente da Livorno a Grosseto passando per Piombino, per una viabilità che guardi al futuro e non al passato e con un chiaro elenco delle opere prioritarie oltre a ribadire che le pubbliche opere, grandi o piccole, devono tutelare prima di tutti i cittadini e la loro sicurezza e non i soli interessi dei grandi gruppi finanziari».

 

Coordinamento Territoriale “NoSat”

Nodo Val di Cecina
A.Lucibello Piani

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.2.2015. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “FOLLONICA: NO AL PEDAGGIO DELLA VARIANTE E VIA IL CASELLO DI ROSIGNANO”

  1. Ubaldo Giardelli

    Siamo contenti, la mozione presentata NON è esattamente quella che il Coordinamento NON SAT avrebbe scritto, ma fa suoi molti dei punti a noi cari, ed il fatto che sia stata approvata all’unanimità dai Gruppi Consiliari la dice lunga sia sul lavoro che è stato fatto nelle commissioni che nelle riunioni dei capigruppo in costante contatto con Associazioni e Comitati.

    Un primo riassunto a memoria stenografica (aspettando di poter pubblicare il testo completo):

    c’è l’impegno per il sindaco e la giunta
    “a chiedere alle Provincie di Livorno e Grosseto e alla Regione Toscana di pretendere la sospensione dell’iter di approvazione del progetto SAT”
    ” a far sì che sia impedito il pedaggiamento di Aurelia e Variante Aurelia garantendone la gratuità per tutti gli utenti, così come previsto dal progetto ANAS del 2001″
    Ora vediamo di operare perché i buoni propositi NON cadano nel nulla, nel dimenticatoio, ma siano messi in atto.

    L’affluenza dei cittadini, nonostante l’ora e il giorno lavorativo, è stata veramente confortate… tutti gli iscritti hanno potuto parlare prima del voto con lo stesso tempo alternando politici a cittadini… una buona giornata e una bella pagina di democrazia…. ce n’era bisogno.

    Ubaldo Giardelli
    NO SAT Nodo di Follonica

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 15 giorni, 11 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it