ENRICO ROSSI A LIVORNO PER «RITROVARE SPERANZA»

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

LIVORNO – “Sono qui per rappresentare la mia personale vicinanza e quella dell’Istituzione che rappresento verso Livorno, una città che ha bisogno di ritrovare la speranza. E quello di oggi è un bel segnale”. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha salutato con queste parole l’arrivo della Al Rawdah, la più grande porta container (ne può trasportare fino a 7.000) mai attraccata nel porto di Livorno, una realtà resa possibile dall’escavo del porto al quale la Regione ha contribuito con 4,5 milioni di euro.

“In testa ai nostri pensieri – ha aggiunto Rossi – c’è Livorno e abbiamo fatto uno sforzo straordinario, con un investimento di 170 milioni di euro per garantire un futuro a questo porto e a questa città. Ci aspettiamo che anche il Governo contribuisca con un pari finanziamento. Credo che quella di oggi sia una bella giornata ed il segno che per Livorno una svolta è possibile”.

La El Rawdah attraccherà a Livorno due volte alla settimana e stima di movimentare ogni volta circa 1.400 container.

“La competitività di questo scalo – ha concluso Il presidente Rossi – non dipende soltanto dagli investimenti. E’ necessario che ciascuno degli attori coinvolti faccia la propria parte. C’è bisogno di un patto per la competitività e lo sviluppo perché a Livorno la ripresa passa innanzitutto attraverso la ripresa delle attività portuali”.

Rossi ha osservato infine che per realizzare la Darsena Toscana ci vorrà tempo e che la Regione punta ad ottenere da Bruxelles ulteriori finanziamenti pari al 30% dell’investimento che verrà realizzato.

_________________________

Rossi: “Faremo una legge per mettere d’accordo Pisa e Livorno”

LIVORNO – “Faremo una legge di una sola riga per mettere d’accordo Pisa e Livorno. La faremo sfidando le leggi della fisica che finora l’hanno impedito”.

Non ha mancato di fare una battuta il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, nel corso del suo intervento alla cerimonia di saluto per l’attracco nel porto di Livorno della più grande porta container mai giunta nello scalo labronico grazie all’escavo che ne ha portato la profondità a 12,5 metri, che presto diventeranno 13, permettendo l’arrivo delle grandissime navi, sia di tipo mercantile che da crociera.

La battuta del presidente è arrivata quando ha parlato della necessità di permettere la chiusura delle porte vinciane, così da impedire l’insabbiamento della Darsena Toscana attraverso il collegamento tra il canale scolmatore dell’Arno e l’area portuale.

_____________

A Livorno nuovo polo logistico, Rossi: “Ringrazio GE per il segnale positivo a questo territorio”

LIVORNO – Il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha partecipato all’interporto di Guasticce all’inaugurazione dell’espansione del polo logistico di General Electric Oil&Gas.

“Ringrazio GE – ha detto Rossi – per aver dato un segnale positivo a questo territorio. L’interporto è stato fortemente voluto dalla Regione che ci ha investito molto. Qui esistono tutte le condizioni perché si possano attrarre ulteriori investimenti e mi auguro che altri investitori si insedino in questa zona e che gli spazi si rivelino non più sufficienti”.

Il presidente ha aggiunto che la priorità è rappresentata dalla realizzazione del cosiddetto “scavalco” ovvero il collegamento tra porto ed interporto i cui lavori punta a far partire entro quest’anno. Entro dicembre si conta che RFI riesca a terminare i lavori per il collegamento tra la Darsena Toscana e la rete ferroviaria e al tempo stesso che così accada per i lavori di allargamento del tunnel ferroviario.

“Insomma – ha precisato il presidente – entro un anno e mezzo questo interporto potrà essere meglio collegato alla rete ferroviaria nazionale. Non si tratta di promesse al vento ma di cose che realizzeremo. Così come sono disponibile a fare come abbiamo fatto a Pisa con Ikea, accelerando e sburocratizzando. Ce n’è bisogno visto che importanti investitori internazionali stanno mostrando interesse verso quest’area”.

Commentando la positiva partnership tra GE e Bcube, il gruppo che si occupa di logistica, Rossi si è dichiarato “orgoglioso che due multinazionali abbiano deciso di investire in quest’area”.

Grazie ad un ampliamento del magazzino del 30% e al nuovo piazzale da 70.000 metri quadrati, GE prevede di aumentare le merci scaricate da 40 a 60.000 tonnellate annue, di raddoppiare quelle spedite e di aumentare i posti di lavoro dagli attuali 270 ai 325 previsti antro il 2015.

____________________________

Il 29 gennaio Rossi a Roma per la People Care

LIVORNO – L’inaugurazione della nuova piattaforma logistica all’interporto di Guasticce è stata anche l’occasione per affrontare la questione della People Care, il call center che ha sede proprio in quell’area.

Il presidente della Regione Enrico Rossi, l’assessore al lavoro Gianfranco Simoncini e il sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci hanno fatto il punto sulla crisi aziendale dopo l’annuncio arrivato alla vigilia di Natale di voler procedere a licenziamenti.

“Ho personalmente scritto all’azienda – ha ricordato Rossi – e il 29 prossimo sarò al Ministero insieme alla proprietà e alle organizzazioni sindacali per trovare una soluzione”.

“prima di tutto – ha aggiunto l’assessore Simoncini – è necessario che la proprietà si attivi per ricercare e ottenere nuove commesse. E’ infatti impensabile che ritenga di poter contare sulla sola, sia pur importante, commessa di Seat”.

Della questione si parlerà dunque a fine mese a Roma al Ministero dello sviluppo economico.

Fonte: Toscana Notizie

______________________

GE Oil & Gas: piano di sviluppo per il centro logistico di Livorno

Il presidente Enrico Rossi: “Un’occasione importante per lo sviluppo dell’area e dell’intera Regione”

 

Firenze, 23 gennaio 2015 – GE Oil & Gas ha annunciato oggi, alla presenza del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, un importante piano di sviluppo strategico del centro logistico di Guasticce, situato nel comune di Collesalvetti nei pressi di Livorno, dove vengono svolte le attività di logistica legate al business del Turbomachinery Solutions di GE Oil & Gas.

Gli investimenti sul sito, garantiti da GE Oil & Gas e realizzati da BCUBE, porteranno già entro quest’anno ad un ampliamento dei volumi dei materiali gestiti, che si stima passerà da 40 mila (dato 2014) a 60 mila tonnellate, degli spazi dedicati all’imballaggio e allo stoccaggio delle merci, con un incremento rispettivamente di circa il 25% e il 15% e delle merci spedite, che raddoppieranno. Per supportare questo progetto di ampliamento di ampio respiro, BCUBE, che ha realizzato il sito per supportare GE Oil & Gas, prevede di assumere nuovi addetti nel corso del 2015, grazie all’incremento delle attività attualmente gestite come partner per la logistica di GE Oil & Gas.

“Il progetto che viene presentato oggi – ha detto il Presidente Enrico Rossi – promette di rendere la zona di Livorno uno degli hub italiani più importanti per la logistica, può trasformarsi in un volano per lo sviluppo dell’intera area e può avere importanti ricadute positive in termini occupazionali. Si tratta di uno dei più significativi e recenti segnali di vitalità del porto labronico. Un segnale al quale vanno affiancati i lavori di escavo, di illuminazione del canale di accesso e di realizzazione di una vera e propria stazione ferroviaria all’interno dello scalo, che permetterà a Livorno di essere l’unico porto italiano senza rottura di carico, con i container direttamente avviati sulla rete ferroviaria e che rappresenterà un grande vantaggio competitivo”.

Il polo di Guasticce a partire dal 2001 ha conosciuto un’importante crescita, divenendo negli anni l’unica piattaforma di GE Oil & Gas in Italia dedicata alle attività logistiche correlate al settore dell’oil & gas. Il Presidente del Nuovo Pignone, azienda capofila del gruppo GE Oil & Gas, Massimo Messeri, intervenendo oggi a Guasticce all’evento di presentazione del polo logisitico, ha commentato: “È con orgoglio che presentiamo oggi questo progetto che, grazie al ricorso a professionalità qualificate e tecnologia avanzata, ci consente di realizzare un polo “best in class” nell’ambito della logistica”. Ha voluto sottolineare, inoltre, come “con questo programma di sviluppo di Guasticce diamo ulteriore forza al triangolo dell’eccellenza produttiva, che vede negli impianti di Firenze e Massa gli altri due poli protagonisti. Il nostro profondo legame con il territorio e con il suo sviluppo si arricchisce oggi di un nuovo importante tassello, che contribuirà di certo a renderci ancora più competitivi sui mercati internazionali grazie all’eccellenza Made in Italy”.

Nel polo di Guasticce, a testimonianza di come la logistica giochi un ruolo strategico per GE Oil & Gas, tutto è teso a garantire la massima efficienza verso i clienti dell’azienda, tra cui figurano i maggiori operatori mondiali del settore petrolifero. “Il connubio tra l’ottimizzazione degli spazi e l’utilizzo delle ultime tecnologie applicate alla logistica consentirà un aumento complessivo della capacità del sito mentre l’uso congiunto di QR code, reti wi-fi e dispositivi portatili permetterà la gestione in tempo reale di tutto lo spettro dei processi logistici, dall’imballo alle spedizioni, dallo stoccaggio alla quarantena”, ha affermato Lorenzo Romagnoli, Direttore Logistica GE Oil & Gas – Nuovo Pignone.

“Il polo di Guasticce è ragione di grande orgoglio per BCUBE, non solo per gli enormi sviluppi realizzati su questo sito, ma anche perché testimonia la relazione di lunga data con Nuovo Pignone e General Electric, iniziata negli anni ’80 in Italia e proseguita con successo anche in ambito internazionale. E’ un caso esemplare dell’approccio di BCUBE, teso a realizzare partnership durature con i propri clienti, con risultati di eccellenza”, ha affermato Piero Carlo Bonzano, Presidente di BCUBE.

“Il modello di logistica industriale di GE Oil & Gas, di cui BCUBE ha sviluppato la realizzazione e che gestisce da circa 15 anni, ha una storia di crescita e di successo sia per la forte diversificazione e integrazione dei servizi, sia per la posizione geografica strategica del sito livornese. Riteniamo che la specializzazione di BCUBE nei servizi customizzati, la propensione all’innovazione e al miglioramento continuo siano i punti di forza che ci hanno consentito di creare insieme a GE questo modello di riferimento per la logistica industriale”, ha dichiarato Enrico Bazzi, Amministratore Delegato di BCUBE.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.1.2015. Registrato sotto Foto, Toscana-Italia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 11 giorni, 19 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it