RENZO MOSCHINI: «RISCHIO NUOVE CEMENTIFICAZIONI»

cemento-armatoVal di Cornia – Il fondatore di Federparchi Renzo Moschini esordisce con: «Sull’ambiente peggio che sull’articolo 18» riferendosi al rischio cementificazioni e alla legge regionale sui parchi attesa da tempo. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Sui rischi di nuove cementificazioni grazie allo Sblocca Italia le denunce ormai dilagano ‒ inizia Moschini ‒. È già uscito anche un libro ‘Rottama Italia’ con una spietata documentazione. Dove invece come in Toscana di ambiente si è tornati a discutere sia pure faticosamente ma seriamente per evitare nuovi danni c’è che chiede di lasciar perdere e non farne di nulla. Che il Foglio consideri le nuove leggi toscane roba da Pol Pot dà la misura del punto a cui si arrivati. Forza Italia toscana si è infatti subito adeguata chiedendo di rimandare il piano del paesaggio alla prossima legislatura.

Anche la buona legge regionale sui parchi attesa da tempo non sembra interessare più di tanto ‒ continua Moschini ‒. Eppure i nostri parchi in Italia peggio non potrebbero passarsela anche se il Foglio non ha mai battuto e non batte ciglio. La politica e con la politica le istituzioni non stanno certo dando il meglio il che è tanto più sconcertante nel momento in cui è tutto un gran parlare di riforme anche istituzionali. Quali? Quella delle province? Quelle che vogliono riportare quasi tutto allo stato e lasciare in braghe di tela regioni e enti locali?

Nel regolamento organizzativo del ministero dell’ambiente del licenziato nel luglio 2014 all’art 6 in riferimento alla protezione della Natura e del Mare si parla delle aree protette , rispunta persino la dimenticata Carta della Natura e persino di biodiversità e assetto del territorio, di gestione integrata delle coste e di coordinamento del monitoraggio dell’ambiente marino il tutto in rapporto alla legge quadro (quella in vigore non quella del senato). Si parla anche della pianificazione del paesaggio notoriamente sottratta da tempo ai parchi. Ecco vorremmo che qualcosa cominciasse a muoversi in questa direzione. Ci sono persino uffici che devono occuparsi della legislazione; perché finora non abbiamo visto nulla riguardo ai pasticci in corso al senato? Bene definire norme e criteri adeguati di gestione ministeriale meglio se poi seguono anche le cose ‒ conclude il fondatore di Federparchi».

Renzo Moschini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.10.2014. Registrato sotto Foto, Lettere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    12 mesi, 15 giorni, 0 ore, 9 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it