NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 5 OTTOBRE 2014

AGGIORNAMENTO:

PIOMBINO: INCIDENTE AL MORTICINO, MUORE ULTRASETTANTENNE

Renzo Marchi ultra settantenne è deceduto in ospedale a Piombino nel pomeriggio dopo esser rimasto coinvolto in un incidente stradale con il suo scooter contro un’auto, guidata da una donna, sulla strada provinciale 23 all’altezza della curva del Morticino. Le condizioni dell’uomo erano apparse subito gravissime ai soccorritori.

Grave la moglie 68enne che era in sella anche lei al due ruote. La donna in serata è stata trasferita con l’elicottero all’ospedale Pisa a causa di un grave trauma al bacino. La dinamica dell’incidente è però ancora al vaglio della polizia stradale di San Vincenzo. Sul posto anche due ambulanze del 118, una della Croce Rossa e l’altra della Misericordia di Piombino.

______________________

SAN VINCENZO:  FINISCE  SOTTO IL TRENO VICINO ALLA STAZIONE

Un anziano di 84 anni è morto nei pressi della stazione ferroviaria di San Vincenzo, investita da un treno, non si esclude il suicidio.

Il decesso è accaduto stamani poco prima delle dieci poco distante dalla stazione, a sud della cittadina, mentre stava transitando il regionale Livorno-Piombino. La linea tirrenica è rimasta interrotta in entrambe le direzioni per i rilievi fino a un quarto a mezzogiorno, quando il traffico ferroviario è stato riaperto.
______________________

M5S SUI QUARTIERI: «IL PD PROPONE REGOLAMENTI RETROATTIVI»

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle piombinese, intitolando l’intervento che riportiamo in modo integrale “Quartieri: ritorno al futuro”, denuncia il fatto che il PD abbia intenzione di discutere in Commissione una modifica al regolamento con valenza retroattiva che gli consentirebbe di riavere i quartieri dopo lo sbaglio commesso. « Liste presentate fuori tempo? Basta modificare il regolamento in modo retroattivo!» incalza il Movimento 5 Stelle, che invita i cittadini a partecipare alla prima commissione che si svolgerà domani, lunedì 6 ottobre alle 9.00 presso la sala consiliare del Comune di Piombino, per vedere con i propri occhi come la questione  sarà affrontata dalle varie forze politiche.

«Un nuovo capitolo si aggiunge alla oramai nota epopea sulle nomine dei  Consigli di Quartiere ‒ inizia il Movimento ‒. Quello che sarebbe un semplice passaggio istituzionale infatti, da effettuare entro 60 giorni dall’elezione del Consiglio Comunale è diventato, a causa delle inadempienze del Partito Democratico, un  fatto politico di estrema importanza, oltre a provocare disagi alla vita dei Quartieri stessi, mettendo a nudo tutte le debolezze e  l’arroganza con la quale il partito di maggioranza intende governare  il nostro territorio.

Il PD, infatti, dopo essere decaduto dai consigli stessi non  consegnando nei tempi previsti i nominativi dei Consiglieri, ha  dapprima provato ad entrarvi ugualmente consegnando una lista con ben  17 giorni di ritardo per poi formulare, messo alle strette, una  ipotesi di riassegnazione che non aggiungeva alcun consigliere del Movimento 5 Stelle, andando a pescare persino fra le forze politiche non presenti in  Consiglio ‒ ricordano i 5 Stelle ‒. Oggi abbiamo oltrepassato ogni limite di tempo e di decenza quando ci è stata inoltrata la nuova intenzione da discutere in Commissione: una modifica al regolamento con valenza retroattiva che consentirebbe al  PD di rientrare in gioco se venisse approvata!

Riteniamo increscioso tale comportamento, pertanto denunciamo  pubblicamente l’atteggiamento arrogante della maggioranza che ancora  una volta, in barba a regolamenti e cittadini, interpreta il risultato  elettorale come un mandato con il quale azzerare ogni dialogo derogando anche ai regolamenti se necessario ad affermare la propria  autorità. Se avessero semplicemente accettato l’applicazione di un regolamento  da loro stessi approvato, ad oggi i Quartieri sarebbero già partiti da  settimane e il grande lavoro dei volontari, impiegati e semplici  cittadini che hanno a cuore la propria città avrebbe già avuto il  riconoscimento che merita. Invitiamo la cittadinanza, gli abitanti dei quartieri, simpatizzanti e non, a partecipare alla prima commissione che si svolgerà il giorno lunedì 6 ottobre 2014 presso la sala consiliare del Comune di Piombino alle ore 9.00 per vedere con i propri occhi come la questione  sarà affrontata dalle varie forze politiche. #tuttiincomune ‒ concludono i Pentastellati».

Movimento 5 Stelle Piombino

________________________

M5S CAMPIGLIA: «ROGHI NOTTURNI NELLE AREE AGRICOLE DANNOSI»

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle campigliese informa del fenomeno dei roghi notturni avvenuti nelle aree agricole delle zone adiacenti a via della Monaca e la loc.Montioncello e chiede ai cittadini, nell’attesa che le forze preposte agiscano, di segnalare tali eventi. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Siamo venuti a conoscenza di roghi che si materializzano come d’incanto nelle ore notturne nelle aree agricole delle zone adiacenti a via della Monaca e la loc.Montioncello ‒ iniziano i Pentastellati ‒. L’emergenza deriva dal fatto, che tali atti sono rischiosi per la salute umana in quanto, presumibilmente a giudicare dall’acre odore che sprigionano in tutta la zona interessata, vengono bruciati oltre agli scarti vegetali, composti derivati dal petrolio (plastiche, teli per pacciamatura, manichette, contenitori per pesticidi usati in agricoltura ecc.) che portati ad alte temperature come la combustione, subiscono trasformazioni chimiche sprigionando sostanze dannose: solventi, clorurati, metalli, idrocarburi, cloruri di vinile, diossine, polveri sottili che risultano altamente cancerogene, considerando anche il danno del deposito di tali sostanze su frutta ed ortaggi.

Insomma una serie di dati, di anomalie che basterebbero da sole a mettere quantomeno in allarme l’amministrazione locale nei confronti di un problema reale ed evidente, perché la tutela della salute pubblica è a nostro avviso il fattore primario che i comuni, nella persona del sindaco, massima autorità sanitaria devono contemplare e perseguire. Alcuni abitanti accorgendosi di tali fenomeni hanno ben pensato di informare le autorità in veste di Carabinieri e Forestale tramite esposti, che presumiamo ed espressamente richiediamo, vengano utilizzati per avviare indagini più approfondite. Richiediamo inoltre una maggiore collaborazione della cittadinanza, anche solo in termini di segnalazione di fenomeni come questo ed altri affini, che fortemente pregiudicano la salubrità ambientale dei nostri luoghi di cui peraltro andiamo fieri. Certi ‒ concludono i 5 Stelle ‒ che nessuno abbia intenzioni di trasformare il nostro bellissimo territorio, in una sorta di “Terra dei fuochi”, invitiamo a non effettuare tali pratiche per garantire un salutare vivere».

Movimento 5 Stelle Campiglia

___________________________

SUVERETO PROTAGONISTA: «LE NOSTRE VITTORIE IN CONSIGLIO COMUNALE»

Suvereto (LI) – Sono state deliberate in consiglio le proposte fatte dal gruppo consiliare Suvereto Protagonista, di cui riportiamo integralmente il comunicato.

«Il terzo Consiglio comunale del Comune di Suvereto del 29 settembre ha visto il Gruppo Consiliare Suvereto Protagonista in primo piano nei primi punti all’ordine del giorno, grazie alle interrogazioni e alle mozioni presentate con l’intento di poter migliorare il proprio Comune ‒ spiega SP ‒. Le prime due interrogazioni trattate dai Consiglieri Federica Nocenti e Luca Dell’Agnello, a cui verrà data risposta scritta nel corso del prossimo consiglio, riguardano

una la possibilità di spostare la comunità felina di via della Bella Ragazza in altro luogo, visti gli atti di vandalismo che hanno interessato la colonia e i reclami di cittadini per questioni di igiene pubblica;

l’altra la richiesta di revisione del progetto dei giardini in Piazza Vittorio Veneto, in quanto per noi possono esserci margini di notevoli migliorie sia funzionali che di risparmio, sempre ringraziando l’ing. Antonio Corbianco e collaboratori per la loro donazione.

Il quarto punto ha interessato la discussione della Mozione, presentata dal Consigliere Massimo Tosi, per la realizzazione della “Casa dell’Acqua”, fontanelle di distribuzione dell’acqua di Alta Qualità, sia per “salvaguardare il portafoglio dei consumatori” con un risparmio stimato in €. 220,00 all’anno per una famiglia di 3 persone, sia per “tutelare l’ambiente”, con la diminuzione di bottiglie di plastica da smaltire ‒ continua SP ‒. La mozione emendata è stata approvata all’unanimità dal Consiglio.

Il quinto e sesto punto hanno interessato la risposta ad interrogazione in merito alla gestione della chiusura del Centro Storico e la discussione sulla mozione relativa all’utilizzo della PEC (posta elettronica certificata) per invio di documenti e convocazioni ai consigli e alle commissioni invece di recapito a domicilio da parte di messo comunale, per operare uno snellimento e minori costi a carico dell’Amministrazione. Entrambe relate dal Capogruppo Francesco Lolini. La mozione emendata è stata approvata all’unanimità.

Piccoli passi verso una collaborazione con l’Amministrazione, portando avanti il nostro programma, andando incontro alle esigenze dei cittadini proponendo soluzioni per permettere maggiori risparmi, pensare più in grande affinché il nostro Comune ricerchi sempre di più strade per la tutela del Territorio e dell’Ambiente e auspicando che un domani sia dotato di un Sistema di Gestione Ambientale funzionale ‒ conclude SP».

Gruppo Consiliare Suvereto Protagonista

_________________________

CROWDFUNDING CIVICO: UN INCONTRO PER I CITTADINI

Piombino (LI) – L’amministrazione comunale propone ai cittadini un incontro con Alessio Barollo per discutere del “crowdfunding civico” mercoledì 8 ottobre alle 9.30 presso la saletta rossa del palazzo comunale.  Riceviamo e pubblichiamo.

In un momento di scarsità di finanziamenti dei governi locali, si parla sempre di più di crowdfunding come forma di autofinanziamento da parte delle comunità per progetti o campagne specifiche; un fenomeno che, oltre a raggiungere l’obiettivo del reperimento di risorse per delle finalità collettive, può aiutare effettivamente a migliorare la società. Per parlare di questo, e presentare delle esperienze specifiche ormai diffuse, l’amministrazione comunale ha organizzato un incontro pubblico con Alessio Barollo, architetto e promotore di molte iniziative in questo senso nonché membro dell’Italian Crowdfunding Network. L’incontro, promosso dall’assessore ai lavori pubblici  Claudio Capuano, si svolgerà la mattina di mercoledì 8 ottobre alle 9.30 presso la saletta rossa del palazzo comunale.

Il crowdfunding si può riferire a iniziative di qualsiasi genere, dall’aiuto in occasione di tragedie umanitarie al sostegno all’arte e ai beni cultirali, a campagne per la difesa di diritti, fino all’imprenditoria innovativa e alla ricerca scientifica. È spesso utilizzato per promuovere l’innovazione e il cambiamento sociale, abbattendo le barriere tradizionali dell’investimento finanziario. In questo caso, Barollo parlerà del civic crowdfunding, che può essere proposto da cittadini e associazioni per un progetto comune ed è  basato su quattro elementi fondamentali: la forza che un’idea porta con sé; la scarsità di finanziamenti dei governi locali; il valore affettivo verso il territorio e la comunità, oltre che il senso di appartenenza che un progetto comune contiene; il rafforzamento dei legami, del senso di appartenenza dei luoghi pubblici del cittadino.

Questi punti, a parte il primo, prevedono un diverso approccio al crowdfunding, in quanto tentano di colmare una crescente sfiducia verso l’amministrazione pubblica, andando verso una nuova forma di governo partecipativo legato a una maggiore “trasparenza”. Il modello si inserisce nel mondo della pianificazione urbana, proponendo sia una possibile soluzione all’alfabetizzazione digitale dei cittadini sia migliorando i feedback fra i portatori d’interesse. Il corwdfunding dunque può essere anche uno strumento di cittadinanza attiva. È questa la declinazione del mezzo di finanziamento collettivo di cui si parlerà in questa occasione.

____________________________

RENZO MOSCHINI: «IL PIANO AMBIENTALE DEI PARCHI NON PUO’ SOSTITUIRE QUELLO DEL PAESAGGIO»

Val di Cornia – Il Presidente del Gruppo San Rossore Renzo Moschini propone una questione su piano ambientale e piano del paesaggio. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Prendo spunto dagli articoli su Repubblica di Firenze di Leonardo Rombai e Marzia Magrini sul piano del paesaggio per porre una questione che mi pare rimasta finora troppo in ombra ‒ inizia Moschini ‒. Tralascio le critiche non nuove sugli appesantimenti burocratici e così via che in ogni caso molto dipendono dal rapporto che si riuscirà a stabilire tra i diversi livelli istituzionali. Rapporti  che oggi risultano piuttosto complicati vuoi dal venir meno di un ruolo delle province che avevano un loro piano di coordinamento territoriale e da un ‘ritorno’ invece rilevante delle Sopraintendenze mentre sono state ridimensionate quelle dei parchi proprio sul paesaggio.

La domanda  molto semplice è questa: il piano del paesaggio è il piano che riguarda tutti gli aspetti della pianificazione e programmazione territoriale della Toscana? Per capirci meglio: mentre i parchi devono oggi fare solo il piano ambientale e non quello del paesaggio, il piano del paesaggio deve fare anche quello ambientale? È vero che in virtù anche della Convenzione europea esso deve guardare giustamente al ruolo e conoscenze delle comunità locali, ma può per questo sostituire anche gli aspetti ambientali? Nel caso delle Apuane il piano ambientale del parco può essere sostituito da quello del paesaggio a cui il parco fa appena capolino? Certo che no. Eppure stando al dibattito sembrerebbe così e non solo naturalmente nel caso delle cave. Mi sembra che ridurre il tutto o quasi al Gallo Nero più che riduttivo sia assolutamente fuorviante. Tanto più che abbiamo in discussione anche la nuova legge regionale sui parchi ‒ conclude Moschini».

On. Renzo Moschini, Presidente Gruppo di San Rossore

____________________________

BANDI PER CONTRIBUTI DIRITTO ALLO STUDIO

Piombino (LI) – Sono stati pubblicati i bandi per accedere ai contributi del Pacchetto scuola da presentare entro e non oltre il 31 ottobre.

Via libera ai contributi economici previsti dal cosiddetto “Pacchetto scuola” finalizzato a sostenere le spese necessarie per la frequenza scolastica. Entro il 31 ottobre, le famiglie interessate potranno presentare domanda per l’assegnazione dei contributi economici, utilizzando un modulo unico da ritirare e riconsegnare presso la sede della scuola di appartenenza. Per poter accedere ai due contributi è necessario rientrare all’interno di un determinato parametro di reddito ISEE, che quest’anno è pari a 15.000 euro.

L’importo del pacchetto è quantificato diversamente per ordine e grado di istruzione e per anno di corso. Il contributo è pari quindi a 120 euro per gli studenti che frequentano la scuola elementare con un importo minimo di 84,00 euro. Per le prime classi della scuola media + pari a 210,00 euro (importo minimo 147) e per le 2° e 3° a 150,00 euro. Per la scuola superiore i contributi vanno da 196 a 280 euro per la 1° classe, da 119 a  170 per le 2°, da 133 a 190 per le 3°, le 4° e le 5°.

La graduatoria delle domande ammesse provvisoriamente ai contributi sarà affissa presso l’ufficio Pubblica Istruzione del comune di Piombino il 22 dicembre 2014 e pubblicata sul sito internet www.comune.piombino.li.it. Per eventuali errori presenti nella graduatoria sarà possibile fare ricorso nell’arco temporale che va dal 23 dicembre 2014 al 9 gennaio 2015 compreso. La graduatoria definitiva sarà pubblicata il 6 febbraio 2015. Per informazioni: Servizio Pubblica Istruzione tel. 0565-63297, 0565-63219, email: pubblicaistruzione@comune.piombino.li.it;. www.comune.piombino.li.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.10.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 21 giorni, 23 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it