NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 4 AGOSTO 2014

MASSARRI (AMI): «PIOMBINO INTITOLI UNA VIA A GIOVANNI SPADOLINI»

Piombino (LI) – Celebrando il Ventennale della scomparsa di Giovanni Spadolini, la locale sezione dell’Associazione Mazziniana intende proporre al Comune di Piombino di dedicargli una via per onorare la memoria e l’impegno culturale, politico e civile dello statista fiorentino, monumentale Uomo delle Istituzioni e fondatore tra l’altro del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, nonché storico insigne dell’epopea risorgimentale.

«Informando la cittadinanza che quest’Autunno partirà un’apposita campagna di raccolta firme a sostegno della proposta, il promotore dell’iniziativa Daniele Massarridice: «Spadolini venne a mancare forse nel momento in cui ci sarebbe stato maggiormente bisogno della sua intransigente morale laica e della sua irreprensibile condotta: erano gli anni dell’Italia appena uscita dalle macerie di Tangentopoli ed in cui muoveva i primi passi l’esperienza berlusconiana. Fu allora che si affermò invece un’idea della politica e delle Istituzioni che seppellì certi ideali liberaldemocratici assieme al vecchio sistema politico. Ciò ha sancito, di fatto, la definitiva rinuncia a “Una certa idea dell’Italia”cui Spadolini dedicò tutta la vita e che Indro Montanelli definì “quel buon odore del pulito di bucato”, richiamandosi all’onestà del Presidente Spadolini. Anche se con notevole ritardo, credo che Piombino non debba più aspettare nel rendere un doveroso omaggio ad un esempio così fulgido di Virtù ed una figura così alta della storia della Repubblica».

Il Presidente dell’AMI Franco Calzolari, approfittando della ricorrenza per augurare buone vacanze e preannunciare l’iniziativa laica del prossimo 20 settembre, ricorda: «Quando venti anni fa morì Giovanni Spadolini, vivemmo la sua scomparsa come un’eclisse fatale; come la perdita dell’ultimo simbolo di un’epoca che concludeva il suo ciclo: quella dei grandi statisti italiani del ‘900, come Pertini, Moro, Berlinguer, La Malfa, Nenni, De Gasperi, Einaudi. Indubbiamente infatti la figura di Spadolini, come leader politico e uomo di cultura, rispecchiava alla perfezione quella passione culturale, morale e civile tipica della democrazia italiana nel suo profilo più alto».

_____________________________________

SIMONCINI SU CIG IN DEROGA: «ORA ASSEGNIAMO LE RISORSE»

Firenze – L’assessore regionale toscano alle attività produttive credito e lavoro, Gianfranco Simoncini, è soddisfatto dei passi avanti fatti dal decreto che stabilisce nuovi criteri per gli ammortizzatori sociali in deroga e chiede risorse imminenti. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il decreto del ministro del lavoro che stabilisce nuovi criteri per gli ammortizzatori sociali in deroga, rappresenta un passo avanti rispetto alle ipotesi precedenti, ma dovrà essere accompagnato in tempi brevissimi dalla assegnazione ai territori delle risorse per garantire la copertura degli ammortizzatori per tutti i lavoratori e in particolare per quelli che aspettano l’indennità dal gennaio di quest’anno». È questo un primo commento “a caldo” dell’assessore regionale toscano alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini alla notizia della firma del decreto da parte del ministro Poletti.

«Riservandomi di valutare meglio il decreto alla luce di una lettura più approfondita – continua Simoncini – credo sia importante aver allungato i tempi massimi di utilizzo annuale. Positiva, anche l’attribuzione alle Regioni della possibilità di deroghe per la gestione mirata di situazioni particolari che possono essere diversificate fra territorio e territorio e l’introduzione di una differenziazione per i lavoratori di aziende coinvolte in processi di reindustrializzazione».

L’assessore saluta positivamente anche l’attribuzione di risorse aggiuntive annunciata dal ministro, che porta lo stanziamento complessivo per il 2014 ad 1 miliardo e 720 milioni, 320 in più rispetto quanto previsto nella legge di stabilità. «Questo è sicuramente un passo avanti – precisa – ma, detto questo, rinnovo a gran voce la richiesta, già più volte fatta dalle Regioni, di assegnazione immediata delle somme già presenti nel bilancio dello Stato e necessarie perché i lavoratori, in attesa da gennaio dell’indennità, la possano riscuotere. Un intervento di giustizia sociale non più procrastinabile».

Tornando ai criteri, l’assessore Simoncini spiega di nutrire «fortissimi dubbi e contrarietà» rispetto ai tetti di anzianità aziendale introdotti come requisito per poter accedere all’ammortizzatore. «Rischiano paradossalmente – spiega – di penalizzare le aziende che hanno meno problemi e che solo occasionalmente fanno ricorso, in modo temporaneo, alla Cig, perché non investite da crisi di lungo periodo, e giovani da poco entrati a lavoro. Questo punto sarebbe ancora più grave se il requisito dell’anzianità dovesse essere applicato retroattivamente, mettendo a rischio l’equilibrio di molte piccole e micro aziende sane». Forte contrarietà, anche, sul punto che esclude dal beneficio degli ammortizzatori in deroga i dipendenti degli studi professionali e altre tipologie di imprese. «È un provvedimento in contraddizione con lo stesso Job Acts, che per il futuro punta ad estendere la copertura universalistica della cassa e quindi anche a questi lavoratori».

Nei prossimi giorni l’assessore Simoncini contatterà le parti sociali toscane per definire un atto d’indirizzo a livello regionale che recepisca le novità del decreto. Sul piano nazionale, invece, l’assessore, nella veste di coordinatore delle Regioni per il settore lavoro, proseguirà il confronto con gli altri assessori regionali per valutare ulteriori proposte da presentare alla Conferenza dei Presidenti, sia sui contenuti del decreto che attengono alla copertura dei lavoratori che sulle procedure autorizzative e sul mantenimento o meno di un ruolo delle regioni su esse.

___________________________

ANDREA PARODI E FULVIO RENZI AL GATTAROSSA

Piombino (LI) – Il concerto del duo Andrea Parodi (chitarra armonica e voce) e Fulvio Renzi (violino) andrà in scena oggi, lunedì 4 agosto, alle 19.30 presso il locale Gattarossa in località Calamoresca, Piombino. Ingresso libero.

____________________________

TREKKING IN NOTTURNA NELLE COLLINE DI RIOTORTO

Riotorto (LI) – La notte di San Lorenzo è talmente speciale da essere considerata magica, sicuramente per la pioggia di stelle, ma anche, per chi ha la fortuna di trovarsi lontano dall’inquinamento luminoso, per la possibilità di ammirare un cielo pieno di stelle. Un trekking in notturna nelle colline di Riotorto nelle notti di San Lorenzo l’11 e 12 agosto, con merenda, aperitivo e cena. A conclusione osservazione della volta celeste.

Si consigliano scarpe adatte ad un terreno accidentato, abbigliamento idoneo alle condizioni climatiche previste ed è obbligatoria una torcia portatile.

Scheda tecnica: Difficoltà: media. Durata: circa 7 ore. Ritrovo: ore 17.00 presso il Bar Sport a Riotorto. Costo: € 13 adulti – € 9 bambini fino a 14 anni. Iscrizione: entro il 7 agosto (iniziativa a numero chiuso). Info e iscrizioni: cell. 333-4971780

________________________

CONGRESSO SPELEOLOGI IN TOSCANA

Campiglia M.ma (LI) – Toscana Ipogea annuncia il congresso della Federazione Speleologica Toscana il 27 e 28 settembre presso il Parco Archeo­­-Minerario di San Silvestro.

Nella magnifica cornice del Parco Archeo­­-Minerario di San Silvestro, nel Comune di Campiglia Marittima, gli speleologi di tutta la Toscana si incontreranno dal 27 al 28 di settembre per dare vita ad un weekend ricco di dibattiti, presentazioni delle nuove scoperte in campo ipogeo e dei progetti promossi e realizzati in collaborazione con le Università della Toscana. Vedi programma su : www.toscanaipogea.org

_______________________

I MATTI DELLE GIUNCAIE A PIOMBINO

Piombino (LI) – La band maremmana “I Matti delle Giuncaie” farà tappa a Piombino, nell’ambito del  tour estivo tra Toscana, Lazio, Puglia e Calabria, sabato 30 agosto.

Estate ricca di concerti per la band hard-folk maremmana de I Matti delle Giuncaie uscita pochi mesi fa con il nuovo album“Cignal Patchanka” ottimamente accolto da pubblico e critica (vrec/Audioglobe). Segno che la band, che attinge dalla tradizione della musica popolare unendo rock, folk, tarantella, cantautorato, gode della fiducia del pubblico sempre più numeroso anche fuori dalla regione di provenienza (come hanno dimostrato anche le recenti date in Friuli e Veneto). Merito anche della prestigiosa collaborazione artistica di Erriquez (Enrico Greppi), leader della Bandabardò, che figura come autore in due brani del disco: “Pizza Taxi”e “Bagno nella Canapa” (dove presta anche la voce). Si riparte ad agosto con una serie di nuovi concerti tra Toscana, Puglia, Lazio e Calabria. Di Particolare rilievo l’apparizione a Roma al Festival di Marte Live (3 agosto), la grande occasione di Festambiente (15/8) a Grosseto e le apparizioni pugliesi del 16  e 17 agosto (Bari), regione da sempre attenta al genere musicale proposto dalla band.

I Matti Delle Giuncaie sono Francesco Cerial mandolino e voce, Lapo Marliani alla chitarra classica e voce, Andrea Gozzi alla chitarra acustica e voce, Mirko Rosi alla batteria. Nel 2010 esordisco con “Iappàpà!” ed iniziano a girare tutta l’Italia aprendo i Modena City Ramblers, GogolBordello,MarcoCalliari (con i quale vanno in tour in Canada), Bandabardò dove in diverse occasioni si guadagnano la stima Erriquez che entra come autore e produttore artistico di alcuni brani. Nel 2013 esce “Il Bagno nella Canapa EP”, 5 brani inediti ottimamente accolti da pubblico e critica che preludono alla realizzazione di “Cignal Patchanka” (Vrec/Audioglobe).

Ecco nel dettaglio tutte le date dal vivo:

03/8 – MARTE LIVE – TOLFA ROMA
08/8 – ARNO VIVO – PISA
14/8 – FESTIVAL DELLA MUSICA – MONTE SAN GIACOMO (GE)
15/8 – FESTAMBIENTE – GROSSETO
16/8 – LOCOROTONDO (BA)
17/8 – MONDOPOLITANI – MONOPOLI (BA)
22/8 – RADICAZIONI – ALESSANDRIA DEL CARRETTO (CS)
29/8 – CAVA DI ROSELLE – ROSELLE (GR)
30/8 – TEATRO DEL MARE – PIOMBINO (LI)

__________________________

DOPPIA SERATA A CAPALBIO LIBRI

Capalbio (GR) – Lunedì 4 agosto, alle 19, Annalisa Chirico presenta “Siamo tutti puttane” (Marsilio) con Myrta Merlino, Maria Teresa Meli, Tommaso Cerno in piazza Magenta a Capalbio, e alle 22 ci sarà il concerto de L’Orchestra Operaia diretta dal Maestro Massimo Nunzi con Andrea Purgatori.

Secondo Annalisa Chirico, “Siamo tutti puttane” è una constatazione lucida e per niente amara. Non va preso alla lettera. «Piuttosto è un grido di coscienza ‒ sostiene l’autrice ‒  un’affermazione disinibita del sacro e inalienabile diritto di arrabattarsi ciascuno come meglio può, di sgomitare per farsi largo in una società competitiva ricorrendo a ogni mezzo lecito».

Annalisa Chirico scrive per il settimanale Panorama, cura il blog “Politicamente scorretta” per la testata online e si definisce «femminista pro sesso, pro porno e pro prostituzione». L’autrice discuterà di questi temi sul palco rosso di Capalbio Libri, il festival sul piacere di leggere ideato e diretto da Andrea Zagami, oggi in piazza Magenta a Capalbio – con Myrta Merlino, volto del giornalismo de La7, Maria Teresa Meli, giornalista del Corriere della sera, e Tommaso Cerno, firma de L’Espresso. Durante la presentazione l’attrice Lilli Adriana Franceschetti leggerà alcuni brani del libro.

Alle 22 un secondo appuntamento speciale: il concerto dell’Orchestra Operaia diretta dal maestro, trombettista, compositore Massimo Nunzi. L’incredibile storia di questo eclettico ensemble che lotta contro la crisi con i fatti sarà raccontata durante la serata da Andrea Purgatori, firma dell’Huffington Post e sceneggiatore di cinema e televisione, con il Direttore Massimo Nunzi e tutta l’Orchestra Operaia. Il concerto è organizzato con il contributo della Siae, società Italiana Autori e Editori, e sarà anche l’occasione per sottolineare l’importanza del diritto d’autore, unico principio che tutela la libertà di chi crea in ogni settore dell’arte.

Otto fiati (due trombe, due tromboni e quattro sax), un piano, una chitarra, un basso, una batteria e una voce, quattro arrangiatori e un direttore d’orchestra racconteranno in musica e a parole questa storia straordinaria in piazza Magenta, a Capalbio. Con questo appuntamento in seconda serata a Capalbio Libri si apre il ciclo de “Le storie di Piazza Magenta” per raccontare frammenti di realtà, temi importanti che ancora non sono racchiusi in un libro.

Capalbio Libri 2014 è organizzato dall’agenzia di comunicazione Zigzag in collaborazione con il Comune di Capalbio e ha il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo, di Regione Toscana, Provincia di Grosseto e Comune di Capalbio. Perfettamente inserito nel suo territorio, inoltre, Capalbio Libri fa parte de La Toscana del Libro, un’iniziativa della Regione Toscana che riunisce i più importanti festival letterari della regione. Da quest’anno Capalbio Libri partecipa al progetto del Centro per il Libro e la Lettura (Cepell) del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Le Città del Libro: una rete di 75 località italiane che ospitano i più importanti festival e manifestazioni sui libri. Sarà possibile seguire tutta la manifestazione anche su Facebook e Twitter (#CapalbioLibri). Tutte le informazioni e gli aggiornamenti su www.capalbiolibri.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.8.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 6 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it