NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 12 MAGGIO 2014

PIOMBINO: ON LINE IL VIDEO INTEGRALE DELL’INCONTRO CON MARTIN SCHULZ

Per quelli che non hanno avuto la possibilità di vedere dal vivo l’intervento dell’Eurodeputato Martin Schulz, il Corriere Etrusco rende disponibile il video integrale di tutto l’incontro con gli interventi completi.

Il video è disponibile su You Tube, oppure all’indirizzo dell’articolo sull’argomento a questo indirizzo:
http://www.corriereetrusco.it/2014/05/09/martin-schulz-puntiamo-sullacciaio-eco-sostenibile/

_______________________

VENTURINA: RICOVERATA UNA PERSONA PER UN CASO DI CHIKUNGUNYA

La sera del 9 maggio il servizio d’igiene dell’Asl ha informato il comune di Campiglia Marittima che un cittadino residente in via Piemonte a Venturina Terme, affetto da chikungunya era stato ricoverato all’ospedale di Livorno presso il reparto di malattie infettive.

Il paziente è rimasto nella sua abitazione solo poche ore essendo rientrato dall’estero, dove ha contratto l’infezione, in data 7 maggio 2014 ed essendo stato ricoverato il giorno successivo. Il comune di Campiglia ha effettuato immediatamente dopo la comunicazione e, l’indicazione dell’Asl, la disinfestazione della zona in via precauzionale per evitare qualsiasi pericolo per la popolazione. La chikungunya si trasmette attraverso la puntura di zanzare preferibilmente del genere aedes (zanzara tigre) che nel giro di poco tempo abbiano punto un soggetto malato dopodiché un soggetto sano. Ad oggi il pericolo di trasmissione si considera scongiurato e l’informazione tende quindi a mettere a conoscenza la popolazione della vicenda e ad assicurare che la procedura seguita ha messo in sicurezza l’incolumità pubblica.

______________________

PD VENTURINA: «L’ACQUA NON PUò ESSERE LASCIATA ALLE LISTE CIVICHE»

Venturina Terme (LI) – Il Circolo PD di Venturina scrive in merito ai danni provocati dall’attività abusiva di escavazione di ghiaie sul Milia. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Le notizie delle indagini della Magistratura ‒ scrive il Circolo PD Venturina ‒ sulle attività abusive di escavazione di ghiaie sul Milia, apparse ieri sulla stampa locale, confermano le denunce già fatte da tempo dal circolo PD di Venturina che in questi anni ha dedicato competenze ed energie a questa questione; sono stati fatti prelievi delle acque, sopralluoghi nelle zone delle cave, prodotti documenti e sollecitazioni a più soggetti competenti. Quegli scavi, oltre a ridurre l’apporto di sabbie sulla costa, hanno distrutto gli alberi presenti nell’alveo che hanno l’importante funzione di rallentare la violenza delle acque durante le piene. Ma i danni provocati dalla sconsiderata attività autorizzativa del Comune di Monterotondo sono ben maggiori.

In questi anni sono state autorizzate quattro gigantesche cave di ghiaia nell’alveo del Cornia ed è stato consentito il lavaggio del materiale escavato con le acque del fiume senza neppure una Valutazione di Impatto Ambientale. È così che le acque di lavaggio, cariche di limi ed argille in sospensione, sono state scaricate nel Cornia, con il pieno consenso del Comune di Monterotondo, con conseguente impermeabilizzazione dell’alveo e riduzione del naturale processo di ravvenamento delle falde idriche della Val di Cornia .

Più volte abbiamo denunciato ‒ continua il Circolo Pd ‒ la superficialità con la quale è stato diretto il Comune di Monterotondo dalla prima, e speriamo ultima, amministrazione comunale espressione di una “lista civica” che non ha nessuna visione territoriale dei beni naturali e li gestisce in modo miope e campanilistico a scapito delle altre parti del territorio.

Siamo a chiedere, come ormai facciamo da qualche anno, che le autorizzazioni rilasciate dal Comune di Monterotondo per le cave di ghiaia in Cornia siano sottoposte a VIA e che sia completamente proibito il rilascio delle melme nel fiume che siano ripristinati i naturali processi di ravvenamento delle falde e che siano utilizzate acque superficiali di ottima qualità e perfettamente potabili per gli usi potabili nella Val di Cornia. Questo potrà portare a ripristinare i livelli della falda idrica della Val di Cornia per dare più acqua dolce all’agricoltura e renderla disponibile per nuove industrie, tra cui quelle per la trasformazione e lavorazione dei prodotti agricoli della nostra zona. L’acqua è un bene naturale, ma anche una leva importante per lo sviluppo del nuovo lavoro e non può essere lasciata nelle mani di “liste civiche” che, per loro natura, hanno una visione circoscritta, limitata e ‒ conclude il Pd ‒ parziale del territorio che li circonda».

____________________

SAN VINCENZO: INCONTRO SUL BILANCIO CON AS

Assemblea Sanvincenzina invita tutti i cittadini a partecipare all’evento sul bilancio comunale.

«Parleremo – spiegano da AS – dei soldi dei cittadini, delle tasse, delle spese, degli investimenti e degli sgravi fiscali con la presenza dell’ex Assessore al bilancio, Franco Guidoni.  Vi aspettiamo mercoledì 14 alla saletta delle esposizioni in Piazza Mischi, ore 21:00».

____________________

PIERINI: «LA DELEGA DELLA POLITICA SUGLI INTERVENTI DEL TERRITORIO»

Riceviamo e pubblibblichiamo integralmente da Fabrizio Pierini (lista L’alternativa).

«La politica fino ad oggi ha delegato senza fare una pianificazione di interventi sul territorio efficiente ed efficace.
Se c’è una situazione di disagio sociale la cultura, purtroppo, da sola non dà da vivere. Per questo non ho apprezzato molto lo show dentro la Lucchini con Schulz. Una iniziativa mirata alla campagna elettorale con tutto il PD dentro un capannone senza alcun confronto. L’incontro di oggi, qui al “Centro di Arti visive”, invece lo apprezzo molto perché è un confronto reale e leale, dal quale si possono evincere i pensieri di tutti i candidati a Sindaco in merito alla programmazione, agli interventi e agli strumenti che si vogliono mettere in piedi all’interno di questo territorio.

La società dei Parchi non si integra con le associazioni per fare sistema. Non credo abbia mai incontrato le associazioni per fare una programmazione finalizzata alla cultura e alla ricchezza del nostro territorio. Mi ha dato fastidio vedere delegata all’istituto “Sant’Anna” di Pisa la programmazione del nostro territorio, con un costo di 250.000 euro a carico della comunità. E’ la politica che deve mettere in piedi quegli strumenti di pianificazione
per quanto riguarda la conoscenza reale del nostro territorio. Se c’è una carenza alla quale bisogna sopperire, prima di rivolgersi all’esterno bisogna delegare alle nostre associazioni che sono quelle che conoscono i territorio meglio di ogni altro. Così c’è un modo di agire politico frammentato e disarmonico e non c’è una programmazione reale degli
interventi.

C’è questa situazione di confusione. Non c’è chiarezza e la politica deve riappropriarsi del proprio ruolo e del timone
degli interventi sul territorio. La situazione che stiamo vivendo è drammatica e si può risolvere solo con una grande
volontà e capacità politica».

Fabrizio Pierini
Candidato Sindaco
Lista Civica «L’Alternativa»

_______________________

MARINA RICCUCCI: «ALTRO RINVIO PER LA LUCCHINI?»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Marina Riccucci (lista Un’altra Piombino).

«Sul Corriere Etrusco leggiamo di una notizia, che se confermata,  aggiunge ulteriori preoccupazioni: sembra cioè  che la vendita dello stabilimento  Lucchini venga  posticipata  al 15 giugno. E’ così?

Ci chiediamo perché  una notizia del genere viene sottaciuta e perchè questo ennesimo rinvio. Nel percorso stabilito per la Lucchini questa è una tappa cruciale ed è importante anche per l’evoluzione degli adempimenti relativi all’accordo di programma. C’era già  stato un primo rinvio dal 20 maggio a fine maggio e ora si parla del 15 giugno:  l’impressione è che si voglia scantonare le elezioni e per maggior sicurezza, nell’eventulità dii un ballottaggio che non tutti  credono di poter scongiurare,  la data certa viene fatta slittare a  metà giugno.

Se questo fosse vero,  saremmo di fronte a un fatto gravissimo, perché si gioca sulla pelle dei lavoratori , delle  lavoratrici della  fabbrica e delle loro famiglie. Noi crediamo che si debba mettere fine  alle  enunciazioni e ai propositi:  i cittadini vogliono fatti,  coerenza e trasparenza.  Altro che Renzi a Piombino!  Dopo aver sentito Grillo ci basta! Il governo deve intervenire con urgenza per far  rispettare le scadenze e la trasparenza di tutta la procedura di  vendita dello stabilimento.

Ai miracoli noi non crediamo.  Ne sono già stati annunciati troppi negli anni passati. Non ultima la mirabolante offerta dell’arabo miliardario, defilatosi nel silenzio.  Se, per tornare alla dotta citazione del Corriere Etrusco, nessuno si bagna due volte nello stesso fiume, noi pensiamo che di acqua poco trasparente, sotto questo ponte ne sià già passata troppa».

Lista civica UN’ALTRA PIOMBINO
Marina Riccucci

_______________________

COPPOLA: «A BARATTI BUS FANTASMA?»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Luigi Coppola (lista Svolta Popolare).

«Ho appreso notizia di un contrattempo avvenuto sabato scorso ad un gruppetto di ragazzi in escursione a Baratti che sono rimasti a piedi per il mancato arrivo del bus che sarebbe dovuto passare secondo i programmi dell’azienda di trasporto ad un preciso orario. Peraltro il responsabile del gruppo aveva telefonato preventivamente agli uffici competenti della Tiemme ed aveva avuto conferma.

Purtroppo però il bus non è passato e pertanto sono rimasti tutti a piedi. Fortunatamente si trattava di piombinesi e pertanto sono riusciti a tornare a casa senza grandi problemi, ma se si fosse trattato di turisti, a parte il disagio, il risultato sarebbe stato estremamente negativo per l’immagine della nostra comunità. Episodi simili accadono spesso e nonostante le continue segnalazioni non si ottengono risultati rilevanti.

Si può comprendere che vi siano problemi di risparmio e continui tagli di risorse al trasporto pubblico locale, oltre ad errati strumenti regionali, di cui paghiamo le conseguenze, ma la pianificazione e gli orari esposti vanni rispettati, altrimenti si modificano. In questo territorio si parla di turismo, ma alla base mancano tante piccole cose che andrebbero sviluppate, in primis una adeguata formazione culturale che permetta un’analisi del rapporto fra servizi di sostegno e pianificazione attraverso un attento marketing territoriale.

L’improvvisazione è sempre negativa e nell’ambito turistico è molto diffusa e non aiuta, visto che oramai la concorrenza è sempre maggiore ed il confronto è con le mete più disparate del continente europeo e non solo.
Ovviamente auspichiamo che la Tiemme verifichi l’errore e corra al riparo, affinchè situazioni simili non si verifichino più».

Luigi Coppola

(SVOLTA POPOLARE Piombino per tutti)

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.5.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 22 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it