MARINA DI SALIVOLI: 30% DI COSTI IN PIU’, MA A CAUSA DI CHI?

il porto turistico Marina di Salivoli

il porto turistico Marina di Salivoli

Il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa l’Ormeggio ravvisa la necessità di chiarire le inesattezze riportate nell’articolo uscito lo scorso 22 dicembre  sulla testata “Il Tirreno”.

«Il giorno 21 dicembre si è tenuta l’assemblea dei soci della Coop. L’ormeggio. Al secondo punto dell’ordine del giorno era prevista  “l’Analisi bozza Statuto Sociale” che dovrà essere approvato nel prossimo mese di gennaio.  In questa sede era previsto il solo ascolto delle osservazioni, delle proposte e delle richieste dei soci, passaggio che il Consiglio ha ritenuto utile ed indispensabile per garantire la corretta partecipazione alla vita sociale di una cooperativa quale la nostra.

Al terzo punto dell’ordine del giorno era prevista l’approvazione del “Preventivo delle spese di funzionamento ed investimento esercizio  2014”. Quindi non è stato approvato nessun “bilancio” con un “disavanzo” di un milione e 350 mila euro. Tale importo non è altro che la parte delle spese correnti  da richiedere ai soci quale corrispettivo per i servizi portuali e d’investimento previsti per l’anno 2014. Il preventivo è stato così approvato dai soci.

Peraltro non risulta corretta neppure l’affermazione  “30% in più del rosso accumulato nel 2012” in quanto le spese di funzionamento previste per il 2014 ammontano ad un milione e 900 mila contro un preventivo spese 2013 di due milioni e 362 mila  anche se comprensivo del disavanzo cassa 2012 di euro 340 mila. Da considerare poi che nel preventivo 2014  gravano costi straordinari conseguenti alla questione  ICI ed altri oneri relativi agli anni precedenti che insieme ad altre problematiche hanno determinato la revoca di due noti consiglieri di amministrazione.

In ultimo – conclude il comunicato del Marina di Salivoli – preme sottolineare che il dott. Tommei ha rassegnato per iscritto le sue  dimissioni  dichiarandole irrevocabili e  “per motivi personali”  e non per “continue divergenze all’interno del c.d.a” così come riportato nel predetto articolo».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.12.2013. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “MARINA DI SALIVOLI: 30% DI COSTI IN PIU’, MA A CAUSA DI CHI?”

  1. lino

    Ma è vero o è falso che molta marmellata era appiccicata nelle mani dei vecchi amministratori ?
    In entrambi i casi ci dovrebbero essere conseguenze penali perchè o la denuncia parte dai nuovi verso i vecchi consiglieri o al contrario dai vecchi verso i nuovi.
    Più probabilmente le accuse si incroceranno nel nome del nobile spirito cooperativistico.
    I soldi sono come un fiore per le api o meglio una cacca per le mosche.
    A Salivoli siamo nel secondo caso.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 0 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it