COPPOLA: «PARCHI, PIOMBINO UNA FRAZIONE DI VENTURINA»

il consigliere comunale dell'UDC Luigi Coppola

il consigliere comunale dell’UDC Luigi Coppola

Riceviamo e pubblichiamo dall’UDC di Piombino in relazione al trasferimento della sede della Parchi Val di Cornia presso la SEFI di Venturina.

«Abbiamo ricevuto la risposta – inizia il consigliere UDC Luigi Coppola – alla nostra interpellanza (come da allegato) in merito al trasferimento della sede della società parchi presso la Sefi di Venturina nel comune di Campiglia e prendiamo atto che le voci ventilate di fatto sono confermate.

Avremmo preferito che vi fosse stata maggiore chiarezza fin dall’inizio e che fossero perlomeno informati i cittadini di questa prospettiva, invece abbiamo avuto la netta sensazione che il tutto sia avvenuto volutamente nel silenzio più assoluto.

Pur comprendendo e condividendo le scelte di abbattere i costi in funzione delle misure di spending review a cui devono attenersi gli enti pubblici, ci chiediamo se il trasferimento nel comune di Campiglia non abbia anche implicazioni diverse sotto il profilo della promozione di quel territorio nell’ambito dell’unione con Suvereto e con l’opportunità di affermarsi come località termale.

In effetti, se pur il costo dell’affitto è minore e garantisce un risparmio effettivo, ci chiediamo se non fosse possibile mantenere la sede della parchi a Piombino cercando un’ubicazione nelle disponibilità del comune più economica, visto che i locali di Via Lerario devono essere liberati per essere alienati, come si evince nella risposta all’interpellanza.

Ci risulta che gli ex locali della Polizia Municipale fossero disponibili e forse avrebbero avuto un affitto più accessibile, ma ovviamente è stata fatta una scelta diversa.

Oggettivamente ci sembra strano che società partecipate con oltre il 60% di proprietà del nostro comune si trasferiscano altrove, visto che soluzioni di questo tipo non sono nuove, basti pensare al fatto che anche ASA ha gli uffici a Venturina e non a Piombino, nonostante il numero di utenze superiore al resto di della Val di Cornia.

Lo diciamo con una battuta, ma non si può accettare che Piombino rischi di diventare una frazione di Venturina-Campiglia, al di là di come e da chi sia esercitato il potere, la nostra città è pur sempre il centro principale del comprensorio, nonostante qualcuno faccia finta di niente.

Vi sono anche questioni di opportunità per i dipendenti, anche se tali questioni sono di competenza sindacale e non nostra, ma visto che la maggior parte di costoro, oltre l’80%, sono nostri concittadini,  riteniamo che far muovere giornalmente una piccola carovana di lavoratori da Piombino verso Venturina,non sia ottimale.

Questa è solo una riflessione, visto che oggi avere un posto di lavoro, anche se distante alcuni km da casa, è comunque un privilegio, ma visto che si parla di persone che vivono nella nostra città riteniamo opportuno entrare nel merito della questione.

Apprezziamo lo sforzo dell’amministrazione nel far tornare i conti alienando gli immobili comunali, chiaramente auspichiamo – conclude Coppola – che vi siano precise e specifiche richieste per la oramai quasi ex sede della società parchi di Via Lerario, visto che ad oggi, per quel che ci risulta, tutto il patrimonio immobiliare comunale non ha riscontrato interesse da parte di privati e le uniche operazioni commerciali hanno riguardato la società patrimoniale con implicazioni pesanti sul bilancio, come certificato dai sindaci revisori».

Luigi Coppola

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.8.2013. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “COPPOLA: «PARCHI, PIOMBINO UNA FRAZIONE DI VENTURINA»”

  1. lino

    Una cosa è certa il Sig. Coppola è l’unico che tenta di fare opposizione alla giunta presentando via via temi di un certo interesse pubblico.
    Gli altri dove sono ?.
    L’avvocato di Cecina, capogruppo PDL, non apre bocca nemmeno se lo buchi, Rifondazione Comunista sparita dalla circolazione, Gelichi ascolta piombino e pesta l’acqua nel mortaio, Amerini non pervenuto.
    Nel frattempo il Caltagirone di Venturina manda a quel paese Sindaco e Giunta continuando a fare gli affari suoi, per giunta contro le leggi dell’ urbanistica.
    398, Concordia, Corex , Ospedale, provincia GR, Piscina, Città Futura, Licei, Regolamento Urbanistico, frane, Chiarei che non trova più i soldi per Baratti, bonifiche e ……………….
    Ne riparliamo dopo le elezioni di maggio 2014 o lasciamo perdere definitivamente ?
    Forza Piombino, ci vuole coraggio, tanto.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 16 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it