NOTIZIE DELLA COSTA ETRUSCA DEL 21 AGOSTO 2013

PIOMBINO: IN PIAZZA BOVIO TORNA “AGOSTO CON GUSTO”

Piombino (LI) – Prende il via in piazza Bovio da giovedì 22 fino a venerdì 23 agosto la tredicesima edizione di “Agosto con Gusto”, la tradizionale kermesse enogastronomica basata sulla degustazione di vini e piatti tipici di Piombino e del suo territorio. La manifestazione è organizzata dall’assessorato al turismo di Piombino insieme all’Azienda di Valorizzazione Turistica e inserita nel cartellone delle Città del Vino.

Con un biglietto di 12 euro i visitatori, oltre a ricevere in regalo il tradizionale calice e il portacalice, potranno degustare i vini Doc e Igt dei produttori locali (4 degustazioni di vini) e i piatti tipici (tre assaggi) preparati dal ristorante La Rocchetta. Possibile anche l’acquisto di ticket separati per le degustazioni di cibo e per il vino.

Una novità di quest’anno, oltre alla diminuzione del costo del ticket, è anche l’esposizione e la vendita di prodotti artigianali gastronomici locali, con bancarelle valorizzate da un’illuminazione retrò per creare un’atmosfera particolare.
“Quest’anno Agosto con gusto torna in piazza Bovio, con l’obiettivo di valorizzare la piazza e di creare un’atmosfera particolare intorno alla manifestazione – dice l’assessore al turismo Luca Pallini – Un evento che riesce a calamitare l’attenzione di numerosi turisti, vista la qualità e tipicità dei prodotti che rappresentano il fulcro dell’evento e all’importanza del rilancio delle eccellenze che sono riconosciute anche a livello internazionale.”

Alla manifestazione partecipano le seguenti aziende vinicole: Tenuta Poggio Rosso, azienda agricola Santagnese, azienda agricola San Giusto, azienda agricola Tuttisanti.

Per informazioni ufficio turismo Comune di Piombino tel. 0565 63352 63457 www.turismopiombino.it.

______________________

L’ASSESSORATO TOSCANO CHIARISCE DISTRETTO TURISTICO DELL’ELBA

Firenze – In riferimento all’articolo apparso ieri su “Il Sole 24 Ore” in merito alla costituzione di un distretto turistico dell’Isola d’Elba, l’assessorato competente ritiene utile fornire alcuni chiarimenti e informazioni aggiuntive. Di seguito le dichiarazioni in merito

«In primo luogo non è da imputare in alcun modo ad una scelta della Regione Toscana il fatto che al 30 giugno non sia stato costituito un Distretto dell’Isola d’Elba o dell’Arcipelago toscano. La legge 106/2011, infatti, non affida alle Regioni la competenza di tali distretti distretti poiché prevede espressamente che questi siano istituiti con decreto del Presidente del Consiglio, su richiesta delle imprese interessate. Compito delle Regioni – d’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze e con i Comuni interessati – è la perimetrazione di questi distretti. Di fatto la procedura, piuttosto complessa, definita dall’articolo 3 della legge, non è mai stata formalmente attivata da imprese dell’Arcipelago. E questa è la condizione indispensabile per avviare i procedimenti. Nel luglio dello scorso anno, un’associazione di categoria, la Confcommercio elbana, ha indirizzato una nota per segnalare l’utilità di avviare il percorso per l’istituzione di un distretto per l’Elba o per l’Arcipelago toscano, comunicata anche ai Sindaci dell’Isola d’Elba. Sono state dunque fornite dalla Regione le indicazioni da seguire riferite alla procedura prevista dalla legge nazionale, senza però alcun riscontro successivo formale.

Va inoltre specificato, come “IlSole24Ore” evidenzia in apertura, che purtroppo l’istituzione dei distretti turistici previsti dalla citata legge nazionale, contrariamente a quanto previsto per quelli a carattere industriale e manifatturiero, non prevede stanziamenti e finanziamenti. La legge ha previsto una procedura burocratica molto complessa che rinvia ad una serie di possibili vantaggi in termini di semplificazione amministrativa che ad oggi non hanno avuto seguito. Si rinvia infatti alla istituzione delle cosiddette “zone a burocrazia zero” riferite principalmente alla razionalizzazione degli uffici delle Agenzie fiscali e dell’Inps che può essere fatta però a condizione che non ci siano oneri aggiuntivi per le casse dello Stato.

“Non si tratta quindi di avere accesso a stanziamenti o finanziamenti per turismo o attività economiche”, ha sottolineato l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti. “Ad oggi, tra l’altro, anche a livello nazionale, pochissime imprese hanno promosso la costituzione di questi distretti. Lavoreremo dunque come Toscana insieme alle altre Regioni e al Governo per ottenere un quadro legislativo e di sostegno economico diretto per i sistemi delle imprese turistiche e in questo caso non potrebbe che prevedersi una riapertura dei termini per la creazione dei distretti accrescendone l’interesse”.

Va aggiunto inoltre che, contrariamente a quanto riportato nell’articolo, i contatti e i rapporti con le associazioni di categoria delle imprese turistiche dell’Elba e con i Comuni sono costanti e frequenti, sia con l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti e i suoi uffici, sia con l’agenzia regionale “Toscana promozione”. Incontri che si sono svolti sempre con l’intento di valutare o sollecitare idee progettuali al fine di fornire, quando possibile, anche forme di sostegno finanziario da parte della Regione.

Diversa è invece l’iniziativa presa dall’imprenditore Mantovani per la creazione di una Fondazione e che ha attivato le procedure per il previsto riconoscimento regionale. Seguiamo con interesse l’azione intrapresa da questi soggetti imprenditoriali che si propongono di lanciare un progetto di sviluppo dell’Elba. La procedura per il riconoscimento della Fondazione è in corso ed è seguita dai competenti uffici regionali.

L’attenzione della Regione Toscana per la realtà dell’Arcipelago toscano è quindi sempre stata molto viva, basti citare quanto è stato fatto, e si sta facendo, anche per la qualificazione delle infrastrutture di collegamento: dall’aeroporto al supporto e la razionalizzazione dei collegamenti navali. “Confermiamo quindi la piena disponibilità a valutare ogni idea progettuale e programma di sviluppo per la realtà dell’Arcipelago toscano”, ha concluso l’assessore Scaletti. “Solo facendo squadra potremo ottenere davvero risultati concreti”».

______________________

ANCORA UNA SETTIMANA DI EVENTI NEI PARCHI VAL DI CORNIA

Ancora una settimana ricca di appuntamenti vi aspetta nei Parchi e Musei della Val di Cornia. Si inizia venerdì 23 agosto con i Parchi sotto le stelle.

A partire dalle ore 20.00 al Parco archeominerario di San Silvestro a Campiglia Marittima, appuntamento con «La sera nel cuore della terra»: nella suggestiva atmosfera della sera, visita a bordo del treno della Galleria Lanzi Temperino. Prima della visita è possibile godersi un po’ di relax con un aperitivo o una piacevole cena al ristorante del Parco.
Le visite partiranno alle 20.30, 21.30, 22.30; per partecipare alle visite guidate è necessario presentarsi alla biglietteria almeno 30 minuti prima della partenza. Si ricorda che all’interno delle miniere la temperatura è costantemente sui 13-14°C.

Sabato 24 agosto offre una vasta tipologia di appuntamenti.
Nel pomeriggio, alle ore 14.30 al Parco della Sterpaia, nella Pineta di Perelli 3 (presso l’Orizzonte Beach) i bambini potranno partecipare a “Scopri-duna: la caccia al tesoro”, animazione ambientale per conoscere il sistema dunale e salvaguardarlo….. divertendosi. L’attività partirà con una breve introduzione sui temi legati alle aree costiere e alla duna che servirà poi allo svolgimento del gioco. Ancora nel pomeriggio, alle ore 17.30 “Passeggiata nel centro storico di Campiglia Marittima”, visita guidata con partenza dal suo nucleo più antico di Campiglia Marittima, la Rocca, per poi attraversare il borgo, con le sue caratteristiche architetture e raggiungere fuori dalle mura la Pieve di San Giovanni, splendido esempio di romanico toscano. È suggerita la prenotazione. La sera alle 21.15, invece, al Parco archeologico di Baratti e Populonia, vi aspetta la Notte Etrusca, suggestiva visita sotto il cielo degli Etruschi, per l’occasione inserita nella manifestazione della Regione Toscana “Toscana Arcobaleno d’Estate”. Avvolti dall’atmosfera della sera, la magia di un percorso in notturna nella necropoli di San Cerbone accompagnati da guide in costume etrusco e romano.
Saranno due protagoniste femminili a guidare i visitatori tra le antiche tombe: una donna etrusca, Larthia, e una donna romana, Clodia, che in un dialogo suggestivo racconteranno del loro ruolo di donne nell’antichità e del rapporto con gli uomini, con la società e con gli dèi. Attraverso storie di donne, di dee e di prostitute sacre si ripercorrerà la storia di Populonia dagli splendori dei principi etruschi alla conquista di Roma.

Inoltre, durante tutta l’estate i parchi e i musei propongono anche interessanti laboratori creativi per grandi e piccini inclusi nel prezzo del biglietto d’ingresso.
In particolare questa settimana:
– Giovedì 22 e sabato 24 agosto al Parco Archeologico di Baratti e Populonia, dalle 16 alle 19, l’Acropoli di Populonia proporrà il laboratorio “Opus Tessellatum”, in cui adulti e bambini potranno cimentarsi nella ricostruzione e riproduzione dei mosaici antichi
– Venerdì 23 agosto i Musei della Rocca di Campiglia, dalle 14.30 alle 17.30, propongono invece il laboratorio didattico-creativo “La bottega del vasaio”, per apprendere i segreti dell’arte pittorica medioevale

______________________

COMUNE DEI CITTADINI: «L’ASSESSORE BERTOCCHI LANCIA INGIURIE MA NON RISPONDE»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente dal Comune dei Cittadini.

«Quando non si hanno risposte convincenti generalmente ci si rifugia nell’ingiuria. Bertocchi non si sottrae a questa regola. Non risponde al rilievo che abbiamo mosso alla proposta della Giunta di Campiglia di effettuare una consultazione popolare sul cambio del nome di Venturina in “Venturina Terme” in concomitanza con il referendum sulla fusione dei Comuni di Campiglia e di Suvereto.

Bertocchi si chiede “cosa dovremmo aspettare a farlo” “ visto che è cosa antica”?

Gli rispondiamo di nuovo: aspettiamo l’esito del referendum che si terrà tra poche settimane. Se passerà la fusione saranno  tutti i cittadini del nuovo Comune  Campiglia Suvereto a decidere sul cambio del nome della frazione. Se invece sarà respinta la fusione l’amministrazione di Campiglia potrà sottoporre da sola il quesito ai propri cittadini. Sarebbe un segno di rispetto verso la comunità suveretana che, non a caso, è allarmata dalla perdita di rappresentanza e dal rischio di annessione che una fusione tra un medio e un piccolo comune comporta. A questo la Giunta di Campiglia e l’assessore Bertocchi non hanno pensato, finendo per alimentare altre e motivate perplessità tra i suveretani.

Che la consultazione sul cambio del nome della frazione non possa effettuarsi nello stesso seggio in cui si effettua il referendum lo ha comunicato la Sindaca nell’ultimo Consiglio Comunale. Quindi ci sarà un seggio parallelo, fuori da quello per il referendum. Nello stesso Consiglio comunicò anche che la decisione era già stata presa dalla Giunta. Siamo stati noi a chiedere che fosse oggetto almeno di una deliberazione del Consiglio Comunale per consentire una discussione e un voto.  Ancora una volta la Giunta di Campiglia ha dimostrato poco rispetto per il proprio Consiglio e ora anche per la comunità suveratana con la quale ha deciso di fondersi».

 

Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.8.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DELLA COSTA ETRUSCA DEL 21 AGOSTO 2013”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 3 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it