AL VIA IL PROGETTO PER UN BRAND TURISTICO “ALTA MAREMMA”

baratti_campagnaArmonizzare le molteplici vocazioni del territorio per creare un marchio di promozione turistica territoriale, al di là dei confini provinciali, identificabile con l’Alta Maremma da Castagneto Carducci fino a Massa Marittima. Dopo la prima riunione del 9 maggio scorso, tenutasi a Piombino, tutti i sindaci dei Comuni interessati (Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto, Follonica, Scarlino, Massa Marittima, Monteverdi) si sono incontrati giovedì 20 giugno a Follonica per mettere a punto il progetto.

L’obiettivo, sul quale tutti i sindaci sono concordi, è quello di partire da un’identità storica e territoriale ben precisa per veicolare e promuovere il territorio dal punto di vista turistico. Costruire quindi il “prodotto turistico Alta Maremma” coinvolgendo il più possibile gli operatori del territorio, individuando forme di collaborazione istituzionale tra i comuni interessati, attivando una collaborazione con la Regione Toscana, lavorando alla costruzione di una linea di comunicazione turistica unica fondata sul marchio “Alta Maremma”. Su queste basi, la riunione è partita da un documento elaborato dal sindaco di Suvereto Giampaolo Pioli, che getta le basi politiche e operative per l’avvio del progetto.
Indispensabile in questa fase lavorare per costruire il più possibile partendo dalle diversità di tutti i territori – ha detto il sindaco di Follonica Eleonora Baldi. Fondamentale inoltre mettere a sistema le numerose reti a cui ogni Comune appartiene (Città del vino, Città slow ecc.) cercando di puntare sulle eccellenze che ogni area possiede- ha detto il sindaco di Massa Marittima Lidia Bai – e pensare a un rapporto con gli operatori del settore.
Per formalizzare l’avvio del progetto, sarà impostata una convenzione tra tutti i Comuni aderenti come proposto dal sindaco di San Vincenzo Michele Biagi, che verrà approvata dai consigli comunali, in una data unica per tutti. Sarà poi costituito un tavolo tecnico, al quale siederanno anche i sindaci e che si riunirà il prossimo 3 luglio, questa volta a Castagneto Carducci.

Il sindaco di Castagneto Carducci Fabio Tinti inserirà il marchio Alta Maremma nella manifestazione “Bolgheri Melody” così come Campiglia Marittima nei materiali di promozione di “Apritiborgo”. Rossana Soffrittti, sindaco di Campiglia Marittima ha auspicato la collaborazione della Regione Toscana e di enti di ricerca già direttamente interessati sul territorio come la Scuola Superiore Sant’Anna.

“Stiamo definendo i contorni di un territorio sino ad oggi come tale “invisibile” – ha affermato il sindaco di Piombino – per un progetto politico di grande rilievo. Per far questo, importante redigere un masterplan dei servizi esistenti e delle dotazioni territoriali per inquadrarli e procedere con un’organizzazione sistematica.”
Una delle azioni da definire al più presto – come suggerito dal sindaco di Suvereto – potrebbe essere la realizzazione di un concorso di idee tra gli studi di grafica per la creazione di un’immagine coordinata del brand “Alta Maremma”.

Nella prossima riunione del tavolo, oltre a quest’ultimo aspetto, sarà fatta una valutazione di tutti i servizi turistici presenti in ogni Comune e della bozza di convenzione che dovrà essere approvata in un prossimo consiglio comunale. In questa sede sarà avviato anche un percorso di coinvolgimento delle Camere di commercio di Livorno e Grosseto, della società Parchi Val di Cornia, di tutti i soggetti che possono dare un contributo importante, in termini di competenze e di professionalità, alla realizzazione del progetto.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.6.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie, Viaggi & Turismo. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “AL VIA IL PROGETTO PER UN BRAND TURISTICO “ALTA MAREMMA””

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 19 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it