NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 15 FEBBRAIO 2013

LUCCHINI: SEL COMMENTA DOPO IL CONSIGLIO COMUNALE APERTO

Riceviamo e pubblichiamo il commento di SEL Piombino-Val di Cornia dopo il consiglio comunale aperto sulla situazione della Lucchini che si è tenuto il 12 febbraio scorso.

«Noi  riteniamo  che il fallimento della Lucchini richieda una grande responsabilità da parte delle Istituzioni, del Sindacato e  del Governo, affinché siano tutelati il reddito e l’occupazione di  migliaia di lavoratori/trici .   Riteniamo anche  che lo stabilimento possa continuare a produrre in una logica di  mantenimento del ciclo integrale, nella consapevolezza  che questi obbiettivi rappresentino per tutti noi una sfida decisiva.

Il Commissario Straordinario deve quindi presentare un piano industriale al Governo per la continuità e il rafforzamento dello stabilimento. Questa situazione di estrema difficoltà riguarda anche la Magona, Dalmine e tutto l’Indotto, dove le ditte di appalto hanno congelati, da alcuni mesi, i propri crediti.

Gli accordi sugli ammortizzatori sociali permettono di tamponare alcune situazioni, che però alla lunga non reggerebbero. La notizia del blocco dei pagamenti della “cassa” in deroga è  un segnale negativo che deve essere al più presto risolto. La partita per il futuro di questo territorio, il suo sviluppo  e la sua diversificazione si gioca, quindi a livello politico.

Per SEL, il governo che verrà, e noi auspichiamo di Centrosinistra, dovrà assumere come priorità il valore strategico nazionale della siderurgia e sulla base di ciò, operare una forte pressione  sulle Istituzione e le politiche Europee affinché questo indirizzo comunitario trovi risposte sui territori. I fondi Europei a sostegno dei settori industriali, congiuntamente alle politiche nazionali per le sinergie e le integrazioni tra siti, possono rappresentare una via percorribile per affrontare il problema della siderurgia e far ripartire un serio progetto di sviluppo sostenibile.

Il ruolo del Governo sarà determinante per coordinare e predisporre scelte finalizzate al rilancio di un progetto integrato della siderurgia, favorendo interventi per le bonifiche, infrastrutture di area, sviluppo del porto e costi dell’energia attraverso l’ammissibilità del territorio di Piombino  ai criteri dell’art. 27 del DL sulle aree a crisi complessa».

SEL Circolo Piombino-Val Di Cornia

________________________________________

CASSA IN DEROGA, PRIMO RISULTATO PER LE REGIONI: IL MINISTRO SBLOCCA I PAGAMENTI

FIRENZE – Un primo sblocco dei problemi legati alla concessione della Cassa integrazione in deroga: questo il risultato dell’incontro che l’assessore toscano alle attività produttive, lavoro e formazione, coordinatore della Conferenza delle Regioni per il settore lavoro, ha avuto in queste ore con il ministro del Lavoro e del Welfare.

Nel corso dell’incontro, seguito a quello fra Regioni e sindacati, il ministro ha esposto una proposta che permette di tirare un respiro di sollievo a buona parte dei circa 100 mila lavoratori coinvolti. Per quanto riguarda il 2013 domani il ministro autorizzerà l’Inps ad iniziare ad istruire e pagare le richieste autorizzate nel nuovo anno. Per quanto riguarda la questione delle ore relative agli ultimi mesi del 2012 autorizzate nei primi giorni del 2013 e rimaste senza copertura a causa della circolare emanata a fine dicembre, il ministero darà all’Inps l’incarico di erogare, per ora, fino ad un massimo di due mensilità.

L’assessore ha preso atto positivamente della proposta del ministro, che ha definito un primo segnale che consente di sbloccare una situazione che rischiava di avere pensati conseguenze sul piano sociale. L’assessore ha comunque ribadito al ministero la posizione delle Regioni affinché sia garantita, dopo questa prima risposta, una soluzione che consenta di risolvere in maniera complessiva la vicenda, trovando le risorse che permettano di finanziare tutto il pregresso 2012 e poi le prossime annualità.

__________________________________

BOLGHERI MELODY: UN’ECCELENZA LOCALE ALLA BORSA DEL TURISMO

Nel 2013 Bolgheri Melody si conferma un palcoscenico prestigioso ed un’eccellente vetrina della nostra regione, grazie ad una preziosa collaborazione tra pubblico e privato per la promozione turistica del territorio attraverso la cultura, la buona musica e il rispetto della tradizione. Una ragione in più per visitare, ma soprattutto vivere la Toscana.

Alla presentazione della manifestazione, che inserisce anche la Costa degli Etruschi nel circuito della musica per il turismo che caratterizza le nuove iniziative di promozione della Regione, sono intervenuti oggi nella vetrina della BIT 2013, insieme all’assessore regionale al turismo e a quello provinciale il presidente onorario del festival Gaddo Della Gherardesca, il direttore artistico Massimo Guantini e l’autore Marco Luci.

Cresciuto in fretta a colpi di star, grandi ospiti e preziosi calici di vino, il festival bolgherese, nato da un’idea di Massimo Guantini e Sauro Scalzini, due bolgheresi Doc, ha portato all’ombra dei cipressi più famosi del mondo, tanto amati dal Carducci, molti dei protagonisti della musica, della danza, del teatro e della televisione come Roberto Benigni, Andrea Bocelli, Roberto Bolle, il Teatro alla Scala di Milano, Gianna Nannini, Paolo Bonolis, Giorgio Panariello, Enrico Brignano, Momix, Bryan Ferry, Massimo Ranieri e tanti altri. Illustri gli ospiti del talk show di Bolgheri Melody RacConta, dove si sono avvicendati straordinari protagonisti del nostro tempo tra cui Umberto Veronesi, Adriano Galliani, Paolo Villaggio,
Enrico Vanzina, Fabrizio Moretti, Mogol, come gli artisti che hanno animato, con le loro opere, i luoghi più caratteristici di Castagneto Carducci e Bolgheri. Non solo vino, vino d’eccellenza, ma un Festival calato in un contesto ambientale, storico e caratteristico che racconta la vera Toscana dei profumi e della poesia.

_______________________________

PESCA MARITTIMA: APERTO IL NUOVO BANDO PER OTTENERE I CONTRIBUTI

La Provincia di Livorno ha pubblicato i bandi per l’accesso ai finanziamenti del Piano provinciale della pesca marittima. Le risorse a disposizione ammontano ad oltre 250.000 euro  e gli interessati hanno tempo fino al 9 aprile 2013 per presentare i progetti.

La ripartizione delle risorse tra le varie misure,  frutto della concertazione con le associazioni di categoria e gli altri soggetti che partecipano al Tavolo Blu, tiene conto  delle attività che hanno visto una maggiore crescita, come l’acquacoltura (122.553 euro)  o che consentono l’ammodernamento delle infrastrutture dei porti di pesca (90.015 euro). Il resto dei finanziamenti è suddiviso nelle misure che riguardano la tracciabilità dei prodotti (20.562 euro), la diversificazione delle attività di pesca (pescaturismo, ittiturismo, vendita diretta, per 14.820 euro), la pesca nelle acque interne (4.921 euro).

“Il nostro obiettivo – dice l’assessore provinciale alla pesca, agricoltura e turismo Paolo Pacini –  è quello di dotare il settore della pesca professionale di infrastrutture adeguate  e di  favorire lo sviluppo di attività, come l’acquacoltura, che in  questi anni hanno visto l’avvio di diversi progetti”.

_____________________________

VENTURINA: AFFIDATO IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE

Il 6 febbraio scorso un’azienda venturinese affidataria del servizio di manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione ha incominciato le riparazioni. La manutenzione è già stata eseguita in località Cafaggio, in Via indipendenza e sono in corso di completamento in via Cerrini. Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane si proseguirà con tutte le altre zone del territorio comunale.

“Il lavoro di manutenzione si presenta piuttosto complesso sia per la vastità della rete sia per i guasti che negli ultimi tempi sono stati causati agli impianti dai violenti temporali – spiegano all’ufficio tecnico comunale – ad ogni modo contiamo che il servizio affidato possa andare in tempi brevi a regime in base al programma che abbiamo concordato insieme alla ditta che lavorerà in nostro stretto contatto”.

Il servizio che ha un costo per l’anno in corso di circa 30.000 euro ed è stato finanziato con una piccola parte, ma sufficiente allo scopo, dell’avanzo d’amministrazione 2011.

L’esternalizzazione della manutenzione straordinaria e ordinaria della rete d’illuminazione pubblica è stata decisa dalla giunta comunale per sopperire alla carenza di personale interno. La ditta è stata incaricata tramite affidamento diretto previa indagine di mercato nell’ambito di aziende locali.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.2.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 20 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it