TIRRENICA: IL QUESTORE VIETA LA PROTESTA «NO SAT» SULL’AURELIA

La scritta "no Toll" non c'è più a Rosignano.. ora si paga.Due notizie che fanno riflettere arrivano sulla vicenda della futura “Autostrada Tirrenica” fatta sul tracciato dell’attuale variante Aurelia. La prima è che è stato rinviato di una settimana il vertice al «Cipe». La seconda che il Questore di Livorno ha vietato la protesta del coordinamento “NO SAT” sulla variante perchè si creerebbero gravi e prevedibili disagi al traffico veicolare.  Mentre altri tipi di disagi subiti dgli automobilisti per le interminabili file al casello SAT di ROsignano e sulla SS 206, quelle stranamente non sembra siano state notate da nessuno…

Ricordiamo che  con l’approvazione al “CIPE”  dell progetto di Sat, ovvero la trasformazione della statale Aurelia in un’autostrada, il progetto compirebbe un passo decisivo verso la realizzazione definitiva. Una prospettiva che fa molto discutere sia in provincia di Livorno che in provincia di Grosseto. La scadenza del 26 giugno era molto attesa ma all’ultimo momento, nonostante gli annunci, è saltata. Ciò naturalmente non è piaciuto neanche un po’ ai comitati che sono nettamente contrari all’autostrada e che speravano in una riunione in cui emergessero le loro ragioni. Vedremo quel che accadrà nei prossimi giorni.

Intanto  sabato prossimo, 30 giugno, non ci sarà la manifestazione sulla vecchia Aurelia, da Rosignano a Cecina e ritorno, per dimostrare che cosa «tornerebbe ad essere l’Aurelia» se il progetto autostrada venisse concluso e quindi con il pagamento del pedaggio. Anche se è certo che la vecchia Aurelia, secondo gli organizzatori della manifestazione,  non sarebbe in grado di fronteggiare un aumento del traffico, anche perchè ormai molte cose sono urbanisticamente cambiati in molti centri centri della costa.

Quindi seguendo le indicazioni della Questura di Livorno i responsabili del Coordinamento Territoriale NoSat hanno deciso di convertire la manifestazione prevista in auto in un pacifico corteo a piedi per le vie di Cecina, il tema resta sempre la contrarietà al progetto di SAT che creerà proprio le medesime condizioni per cui il Questore ha prescritto il divieto di utilizzo di autoveicoli per formare un corteo.  A suo parere si creerebbero “gravi e prevedibili disagi al traffico veicolare”. Gli organizzatori concordano in pieno con quanto affermato dal Questore e per questo testimoniano la ragionevolezza della protesta contro il progetto di SAT che togliendo alla libera circolazione la Variante Aurelia riporterebbe la costa tirrenica alle tristemente note condizioni di viabilità di trent’anni fa, quando la vecchia aurelia era la strada della morte.

«Per questo  – commenta il coordinamento in un suo comunicato –  seguendo le indicazioni della Questura di Livorno, volendo rimanere nella piena legalità manifesteremo a piedi nel centro di Cecina rinviando ad altra data la manifestazione in macchina! Il Questore di Livorno ha ritenuto che colonne di auto sulla attuale rete viaria costituiscono un pericolo per l’ordine pubblico … proprio per questo manifestiamo contro il folle progetto di pedaggio sulla Variante Aurelia … Il Questore ha capito … ma Rossi , Nocchi e i nostri Sindaci?».

Programma aggiornato:

ore 9:30 Ritrovo piazzale del Giardino – Banchetto consegna Bandiere NoSat (uscita Rosignano Marittimo)

ore 10:00 Trasferimento libero verso CECINA parcheggio Ladronaia ( Via Montanara)

Ore 11:00 -partenza corteo a piedi attraverso Viale Marconi, Piazza Libertà, Viale Italia, Via Rosselli, Stazione, Via Roma, Piazza Libertà per terminare nella zona pedonale in Corso Matteotti.

Consigli dei NO SAT: Rispettare tutte le norme vigenti e il codice della strada; Al casello è legale richiedere la ricevuta per pedaggio non pagato, pagare con monetine o richiedere  la ricevuta ma non sarà fatto come manifestazione organizzata; Portare bottiglie d’acqua visto le alte temperature previste.

Coordinamento Territoriale NoSat

Nodo Val di Cecina

Alessandro Lucibello Piani

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.6.2012. Registrato sotto ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    42 mesi, 20 giorni, 11 ore, 54 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it