PIOMBINO: IL PROGRAMMA DEL GIORNO DELLA MEMORIA CON LE SCUOLE

I giovani che hanno curato l'iniziativa

Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Piombino, con il coordinamento dell’Archivio Storico e dell’Istituto storico della resistenza di Livorno (Istoreco), dedica alle scuole alcune significative iniziative culturali incentrate sulla vicenda degli internati militari all’interno della storia d’Italia. Collaborano all’iniziativa anche Arci, Anpi e Centro giovani “De Andrè”.

Il tema prescelto si adegua ai contenuti della legge con la quale fu istituita la Giornata della memoria, al cui interno, oltre a dare come principale riferimento la vicenda della Shoah si fa riferimento anche alla persecuzione meno studiata, e soprattutto meno conosciuta, che ha riguardato però un numero di persone molto importante.

Il lavoro su questo tema, avviato già da ottobre con alcune classi della  scuola media, dell’Itc-Ipc, Iti, Ipsia e licei, vede una presentazione e una prima restituzione ufficiale del progetto nelle giornate dal 26 al 28 gennaio presso l’auditorium del Centro Giò, con l’organizzazione di incontri specifici con i giovani che partecipano al progetto.

In tali occasioni, dopo la raccolta del materiale prodotto dai ragazzi durante i “viaggi della memoria” realizzati negli anni passati, verrà presentato e promosso un concorso sui temi del progetto didattico che sfocerà nella premiazione dei migliori elaborati e che si concluderà con un nuovo viaggio della memoria nel periodo aprile-maggio.

Durante questo percorso, i ragazzi, partendo dal passato, sono chiamati a riflettere sul tema della “prigionia” oggi, da Guantanamo alle carceri israeliane o palestinesi, iraniane e libiche per evidenziare anche l’attualità di questi drammi.

Le iniziative si svolgeranno pertanto al Centro Giò con il seguente programma: giovedì 26 gennaio due gruppi della scuola media via Torino dalle 8,30 alle 12,45; venerdì 27 gennaio due classi dell’Isis Einaudi Ceccherelli  e dell’Isis Carducci Volta Pacinotti. Sabato 28 parteciperanno invece alcune classi della scuola media inferiore, plesso di via Togliatti.

Oltre ai ragazzi e agli insegnanti delle scuole, alla realizzazione del progetto partecipano anche i ragazzi del servizio civile, Giovanna De Monaco, Federico Simoncini Ulivelli, Leonardo Salano, Irene Caroti, Andrea Giannoni, Sergio Serena e Chiara Tedeschi. Tra gli studenti che hanno partecipato al progetto “La strada della memoria”, curato da Arci Piombino Val di Cornia Elba, ci sono Valentina Romiti, Alessia Russo, Kevin Vanni, Livia Ceccarelli.

Il 27 gennaio, inoltre, alle ore 11 nella sala consiliare del palazzo comunale il sindaco consegnerà una medaglia d’Onore al figlio di Ido Franceschini, cittadino piombinese deportato nel campo di Limburg dall’8 settembre del 1943 al 1 aprile 1945.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.1.2012. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 18 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it