A FIRENZE IL II° CONVEGNO PER IL DIRITTO AD UNA VITA DIGNITOSA

Una foto "rubata" dell'iniziativa in regione

Domani, venerdì 25 novembre 2011, presso la Sala Collezioni del Consiglio Regionale della Toscana in Via Cavour, 18 a Firenze, si terrà la seconda edizione del Convegno “Diritto ad una Vita dignitosa” riferito alle persone disabili gravissime ed ai loro familiari. Durante il dibattito, organizzato dal sito www.dirittoadunavitadignitosa.it avente come coordinatore il piombinese Alberto Guerrieri,  sono previsti interventi di alto livello.

Dopo i saluti di Giuliano Fedeli, Vice presidente del Consiglio Regionale della Toscana, e di Alberto Guerrieri, referente di “Diritto ad una vita dignitosa”, interverrà il dottor Paolo Bongioanni, Dirigente di Neuro-riabilitazione presso l’università di Pisa, presidente di “Neuro Care Onlus”.

Dopo l’intervento scientifico l’avvocato Luigi Murciano dello studio “Giovannini & Partners” di Pisa illustrerà la proposta di legge regionale presentata dall’associazione. Seguiranno le riflessioni del dottor Virginia Messeri, ordinario di diritto pubblico presso l’Università di Pisa.

Dopo il dibattito, terminerà il convegno il dottor Lucio Romano dell’Università di Napoli “Federico II” copresidente Nazionale di “Scienza & Vita”.

«La Seconda Edizione Nazionale del convegno “Diritto ad una vita Dignitosa” – commenta Alberto Guerrieri – evidenzia la necessità di considerare le Persone Disabili gravissime ed i loro familiari, come un “Unicum inseparabile”. Le “Criticità” dell’uno sono le “Criticità” degli altri e viceversa. A sostegno di questa esigenza,verrà presentato un elaborato riferito ad una proposta di Legge regionale.

Una riflessione sull’esigenza di offrire un sostegno concreto a che la complessità dei problemi assistenziali non finiscano per considerare la Persona disabile gravissima separata dai problemi sociali dei Familiari. Troppo spesso le singole famiglie che non hanno né voce, né visibilità,sono lasciate sole quando ne avrebbero più bisogno».

Per informazioni o contatti con l’associazione chiamare il numero 380-7045789.

_____________________________________

Riportiamo con l’occasione i saluti del Sindaco di Firenze Matteo Renzi all’iniziativa di “Diritto ad una Vita dignitosa”.

 

Firenze, da Palazzo Vecchio 22 novembre 2011

Egregio Guerrieri,

La ringrazio per I’invito ma purtroppo non mi è dawero possibile essere con voi in questa occasione.

Le sue riflessioni mi hanno fatto molto pensare a come nella nostra società le difficoltà di accogliere un figlio, un genitore, un parente, un amico disabile ricadano sempre -e aggiungerei, spesso, unicamente -sulle famiglie, senza ricevere quasi nessun aiuto dalla comunità.

Alle tante famiglie che accudiscono con dedizione e amore i propri affetti gravemente disabili, così come a quelle che non ce la fanno ad affrontare da sole un impegno di questo genere, credo vada innanzitutto il nostro rispetto. Senza giudicare. Perché è troppo comodo dispensare sentenze seduti in poltrona o davanti a un computer. E perché parto dal presupposto che, quando si  tratta di un genitore, questo voglia comunque il bene del figlio, qualunque sia il suo stato di salute o la gravità della sua disabilità.

Penso che dovremmo innanzitutto cambiare mentalità. Comprendere che nella vita ci sono delle cose che valgono più della perfezione fisica. Ma anche trovare i modi per non lasciare sole quelle famiglie che scelgono, con amore e dedizione, di accollarsi un impegno così duro e difficile.

La strada di chi assiste una persona disabile gravissima è sicuramente in salita: quello che possiamo fare è cercare di non renderla ancora più irta.

Un cordiale saluto,

Matteo Renzi

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.11.2011. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 9 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it