TIRRENICA: «LA MAREMMA QUESTA AUTOSTRADA NON LA VUOLE»

Continuano senza sosta le iniziative di sensibilizzazione contro la proposta della SAT (Società Autostrada Tirrenica) di trasformare l’attuale variante Aurelia a 4 corsie in un autostrada a pedaggio (e che pedaggio… ndr). Due appuntamenti si terranno infatti oggi e domani. Il primo oggi (giovedì 13 ottobre) alle ore 17.30 a Tarquinia, e il secondo Venerdì 14 ottobre, a Donoratico, con molti ospiti e politici d’eccezione.

“Supposta Tirrenica” è il titolo dell’assemblea pubblica che si terrà oggi pomeriggio a Tarquinia a partire dalle ore 17.30 presso la cooperativa Pantano sulla S.P. Porto Clementino.

L’iniziativa, voluta dal coordinamento dei Comitati Contro l’Autostrada, e dalle associazione Fare Verde, Fontana in Piazza, Cooperativa Pantano, Italia Nostra e Movimento NO Coke, illustrerà il tracciato autostradale e tutte le sue criticità. Argomento successivo il problema degli espropri, il dramma delle aziende agricole, la questione del pedaggio per un opera già pagata dai cittadini e la messa in sicurezza della SS 1 Aurelia.

Il secondo appuntamento di questa settimana è l’Assemblea pubblica sull’autostrada che si terrà a Donoratico domani sera (Venerdì) alle 21 nella sala del centro diurno Asl in via Matteotti.

Legambiente ha infatti organizzato un incontro pubblico per fare il punto sul progetto autostrada.  Si parlerà della trasformazione della variante in autostrada, del pedaggio e delle osservazioni al lotto due presentate da enti locali, cittadini.

Parteciperanno molti ospiti d’eccezione a partire dal presidente della Provincia Giorgio Kutufà, Marta Gazzarri, consigliere regionale Idv, Fabio Tinti, sindaco di Castagneto, Massimo Borghi sindaco di Gavorrano. Coordina Vanni Zampini, presidente del Circolo di Legambiente Costa Etrusca.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.10.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “TIRRENICA: «LA MAREMMA QUESTA AUTOSTRADA NON LA VUOLE»”

  1. Giulio Agazzi

    MA IL RESTO DELL’ ITALIA SI.

  2. Luca

    La maremma non vuole “questa” autostrada, non l’autostrada… l’autostrada non la vuole la SAT… la Sat vuole prendere l’Aurelia, cambiare il colore dei cartelli da blu a verde e riscuotere il pedaggio senza neanche fare le complanari… equello che ha fatto tra Civitavecchia e Tarquinia è ESATTAMENTE questo…
    La vergogna è ROSSI che gioca proprio su questa cosa senza dire agli elettori la verità…

  3. Sergio Tognarelli

    REPETITA IUVANT, DICE LUCA: “La maremma non vuole “questa” autostrada, non l’autostrada… l’autostrada non la vuole la SAT… la Sat vuole prendere l’Aurelia, cambiare il colore dei cartelli da blu a verde e riscuotere il pedaggio senza neanche fare le complanari… è quello che ha fatto tra Civitavecchia e Tarquinia è ESATTAMENTE questo…
    La vergogna è ROSSI che gioca proprio su questa cosa senza dire agli elettori la verità…”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 21 ore, 59 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it