LUCCHINI: SERVE UN COMPRATORE ENTRO 12 MESI

La Lucchini di Piombino

Entro venerdi prossimo ci sarà la risposta definita delle banche creditrici alla proposta fatta dalla Lucchini,  tramite il suo Amministratore delegato Calcagni, che prevede il rimborso di 180 milioni di euro divisi in due trances: la prima di 100 milioni derivanti dalla vendita di Ascometal, e altri 80 milioni entro il primo semestre del 2012.

La vendita di Ascometal, comprese le quattro centrali elettriche che erano il motivo  che fino ad oggi ha bloccato l’operazione finanziaria, è infatti finalmente andata in porto per la cifra di 359 milioni di euro.

La paura del sindacato è però che sia il commissariamento, che la vendita agli istituti di credito con l’uscita definitiva di Mordashov, lasci comunque lo stabilimento senza un piano industriale. Questo comporterebbe che fino all’acquisto della fabbrica da parte di un nuovo imprenditore, che necessariamente deve concludersi entro il 2012-2013, la Lucchini rimanga senza nessun piano industriale, cone tutte le conseguenze del caso.

Una situazione ad alta tensione, che se nel breve periodo vede comunque garantito il pagamento di stipendi e fornitori grazie alla vendita di Ascometal, pone la Lucchini in un limbo commerciale, che solo il rapido ingresso di un nuovo compratore, potrà permetterne l’uscita.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.9.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 10 ore, 45 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it